“18 Ius Soli” a Human Rights Nights

Alla Cineteca di Bologna Fred Kuwornu sulle seconde generazioni e la cittadinanza italiana

Human Rights Nights – il festival che da oltre dieci anni porta sugli schermi della Cineteca di Bologna il proprio impegno civile, “tradotto” in immagini – torna per la seconda volta consecutiva nella sua versione autunnale fino a domenica 16 ottobre. Proprio nella serata inaugurale il testimone è passato al nuovo lavoro di Stefano Savona, Tahrir, una sorta di "instant-doc" sulle rivolte che hanno scardinato alcuni sistemi politici del mondo arabo, e, nel caso particolare, quello egiziano.
Il viaggio di Bob Kennedy in Sudafrica nel 1966 è invece al centro del documentario RFK in the Land of Apartheid: a Ripple of Hope, realizzato nel 2009 da Tami Gold e Larry Shore, in programma giovedì 13 ottobre, alle ore 20 al Cinema Lumière, e presentato dalla stessa Tami Gold.

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------

Sabato 15 ottobre al Cinema Lumière alle ore 20 sarà proiettato il documentario 18 Ius Soli, presentato dal regista italo-ghanese Fred Kudjo Kuwornu: quindici storie reali di ragazzi tra i diciotto e i ventidue anni, nati nel nostro paese ma di origine straniera, che per diversi motivi non hanno ancora ottenuto la cittadinanza italiana. Un’occasione – accompagnata anche da una campagna di comunicazione sociale che ha coinvolto un network di associazioni ed enti – per promuovere, nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, un dibattito legislativo e culturale sul diritto di cittadinanza dei ‘nuovi italiani’.

---------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020

---------------------------------------------------------------------

Alle 22 sarà la volta di Là-bas, opera prima di Guido Lombardi e rivelazione all’ultima Mostra di Venezia (Leone del Futuro): ispirato alla strage di Castelvolturno in cui sei immigrati vennero trucidati da un commando di camorristi, la pellicola segue le tracce di Yussouf, un giovane immigrato, che decide di chiudere i conti con suo zio Moses, l’uomo che lo aveva convinto a venire in Italia promettendogli un futuro da onesto artigiano, ma che ne ha fatto, invece, un cinico spacciatore di cocaina al suo servizio. Info: www.humanrightsnights.org


(news a cura di www.cinemafrica.org)

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7