19/1/2005 – Oggi al via a Bologna il Future Film Festival

Dal 19 al 23 gennaio il capoluogo emiliano-romagnolo è proteso più che mai verso il futuro del cinema

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------


Se per voi… "il cinema è un'invenzione del futuro" allora non potete assolutamente perdervi la settima edizione del Future Film Festival! La prima manifestazione italiana dedicata alle nuove tecnologie applicate al cinema, diretta da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, anche quest'anno presenta in anteprima novità provenienti da tutto il mondo nel campo dell'animazione, con l'Oriente dominatore "contrastato" da paesi come Usa e Francia, tutti religiosamente riuniti sotto l'egida del digitale. E a un anno dall'approdo della sonda Spirit su Marte il festival dedica un'ampia retrospettiva alla fantascienza sul Pianeta Rosso dal titolo "Mars attacks the FFF!" che spazierà dal film russo di Yakov Protazanov, Aelita (1924) a Angry Red Planet (1958) di Ib Melchior e sarà curata da Franco La Polla. Non poteva che essere, quindi, un disco volante la scultura simbolo di quest'edizione 2005: Unidentified Flying Painting di Antonio Riello è un'astronave decorata con affreschi ispirati al Tiepolo, a simboleggiare le sinergie creative tra passato e futuro.

----------------------------
CORSO ONLINE DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA

----------------------------

Protagonisti saranno anche la creatività giovanile e le realtà produttive emergenti con gli oltre 90 cortometraggi provenienti da tutto il mondo in gara per il "Future Film Short". E il festival stesso diventa per la prima volta produttore lui stesso di 5 cortometraggi in partnership con Sky: i cinque cortometraggi sul tema della fantascienza realizzati da giovani talenti per il progetto "Sotto 5" verranno mostrati in anteprima assoluta durante la serata di premiazione, il 23 gennaio. L'inaugurazione è ovviamente all'insegna dell'Oriente: nella serata di oggi si assisterà ad una performance della musicista giapponese Ikue Mori che comporrà in esclusiva mondiale la colonna sonora di alcuni cortometraggi d'animazione giapponesi delle origini secondo la tecnica dell'improvvisazione che è alla base della sua espressività e verrà presentato, in anteprima italiana, l'ultimo film dell'autore di Lanterne rosse Zhang Yimou che ritorna dopo il recente Hero al genere wuxia (cappa e spada) con La Foresta dei pugnali volanti, ambientato nella Cina del IX° secolo d.C, quando la dinastia Tang era in declino.


Decisamente corposa la sezione "Eventi" che il festival propone. Dall'omaggio a Genndy Tartakovsky, animatore russo che sarà presente per raccontare a pubblico e stampa la sua arte, che lo ha portato anche a ricevere la commissione direttamente da George Lucas di Star Wars: Clone Wars, serie animata che continua idealmente la saga di Guerre Stellari, passando alla retrospettiva e all'omaggio a Phil Mulloy, il più provocatorio e irriverente animatore indipendente inglese, anch'egli ospite della manifestazione il 22 gennaio per illustrare le sue favole crudeli d'ispirazione espressionista e punk (tra le opere proiettate, la trilogia di Intolerance, che critica il conformismo parodiando i film di fantascienza sulle invasioni aliene).


"Scontro tra titani" sarà invece un omaggio ai grandi maestri dell'animazione tradizionale di creature fantastiche, un tempo progettate, scolpite e animate da veri artigiani, antenati degli odierni mostri digitali (e al Future Village si potrà visitare un'esposizione dedicata al making of degli effetti speciali a cura di International Make Up Artists Studios di Roma) che culminerà con l'incontro tra 3 "mostri sacri" degli effetti speciali, Carlo Rambaldi che non ha bisogno di presentazioni, Sandy Collora, scultore americano e ideatore di creature per gli Stan Winston Studios e Giannetto De Rossi, autore degli zombie più spaventosi della storia del cinema nonché collaboratore di Cameron, Bertolucci, Leone, Lynch e molti altri, che discuteranno della loro carriera artistica e del cambiamento che il digitale ha apportato nel processo creativo e produttivo di un film con mostri animati, o ancora l'omaggio alla scuola di Zagabria, attiva dagli anni '50, che ha segnato una strada nuova per il disegno animato di consumo, rinnovando contenuti e forme fino ad una estrema sperimentazione, ma verrà mostrato anche in anteprima il making of de Gli Incredibili e le immagini di Cars, settimo lungometraggio della geniale Pixar accompagnato dall'incontro il 21 gennaio con Angus McLane, animatore per Toy Story, Monsters & co., Alla ricerca di Nemo e Gli Incredibili.


Ancora Pixar con Luca Prasso, senior character td supervisor di Shrek 2, che racconterà i segreti del dietro le quinte di Shrek 2 e Shark Tale e, altra esclusiva, sarà la proiezione di alcune immagini di Madagascar, il nuovo film d'animazione della DreamWorks. Altre due chicche "Il Futuro dei Toons", sezione dedicata alle novità più interessanti nel mondo delle serie TV animate giapponesi che proporrà le serie dei più importanti studi di produzione nipponici (Gainax, Studio Bones, Tezuka Production, Mad House) tra le quali Astro Boy, Black Jack, FLCL, Guslinger Girl, Kino's Journey, Nadesico – Il principe delle tenebre, Rahxephone, Paranoia Agent, Samurai Champloo, Super Milk-Chan, Wolf's Rain, e "In principio erano gli Anime…" che mostrerà per la prima volta in Italia film d'animazione giapponesi degli anni '20, '30, '40 di maestri quali Noboru Ofuji, Masaoka Kenzo, Yasuji Murata.


Spazio anche ai più piccoli con "Future Film Kids" coi laboratori organizzati in collaborazione a Raisat Ragazzi e La Casa delle Arti e del Gioco, cooperativa fondata dal pedagogo Mario Lodi, che proporrà "Piccole storie crescono" – Due pomeriggi animati (19 e 20 gennaio ore 16.30 al Palazzo Re Enzo) in cui i bambini conosceranno le meraviglie dell'immagine in movimento attraverso la dimostrazione del funzionamento di alcune macchine del pre-cinema e la visione di brevi filmati. Successivamente, le bambine e i bambini, partendo da una breve storia che verrà loro proposta, realizzeranno anche un breve filmato animato. Infine tra gli incontri al Palazzo Re Enzo, da segnalare domenica 23 alle 10 "Pi®ati", tavola rotonda sul tema della pirateria multimediale con special guest Elio di Elio e le storie tese.



 


Per info:


Associazione Amici del Future Film Festival


Via del Pratello 21/2 – 40122 Bologna – ITALY


Tel: 051 2960664; Fax: 051 6567133


e -mail:future@futurefilmfestival.org


Biglietteria online e sito internet: www.futurefilmfestival.org


 

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative