5/8/2005 – Parte il Clorofilla Film Festival

Si inaugura oggi il Clorofilla Film Festival, rassegna cinematografica di Festambiente, manifestazione nazionale di Legambiente, in programma nel Parco della Maremma fino al 15 agosto. Proposte per tutti i gusti con lungometraggi, "corti alla clorofilla", documentari, teatro e la mostra di foto di scena realizzata  in collaborazione con Cliciak dal titolo "La scena naturale. Paesaggi e natura sui set italiani". E quest'anno, prima delle opere in concorso, gli ospiti del festival animeranno le serate con i "Tramonti nell'uliveto – aspettando i film". Si parlerà di cinema, ma anche di libri con alcune presentazioni o letture "ad hoc" mentre uno spazio particolare sarà dedicato al teatro: incontri amichevoli sotto la luce rossastra del sole che cede il posto al buio per dare il via alle proiezioni. Tra gli appuntamenti la presentazione del libro "Racconti civili d'amore e di guerra" di Francesco Niccolini, drammaturgo, conosciuto per aver scritto la maggior parte dei testi di Marco Paolini (dal Vajont a Parlamento Chimico). Poi il teatro impegnato di Roberta Biagiarelli nel nuovo monologo dal titolo "Resistenti" e quello surreale di Andrea Cosentino che ne "L'asino albino" racconta l'Asinara attraverso una serie di personaggi di ordinaria "umanità" che fanno visita all'isola, oggi area protetta.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

I film in concorso offrono una panoramica a più colori tra le tante pellicole che ogni anno vengono realizzate in Italia. Tra i titoli: "Mitraglia e il verme" di Daniele Segre, "Nemmeno il destino" di Daniele Gaglianone, "Tu devi essere il lupo" di Vittorio Moroni, "L'estate di mio fratello" di Pietro Reggiani, "Saimir" di Francesco Munzi, "Private" di Saverio Costanzo. Per i "corti alla clorofilla" si segnalano "Chora" di Lorenzo Adorisio, "C'era una volta un re" di Massimiliano Mauceri, "Mr. Mille" di Massimo Carrier Ragazzi. E chi ama il cinem documentario non potrà perdere "Mare nostrum" di Stefano Mencherini che denuncia le politiche sull'immigrazione nel nostro paese.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Ma il Clorofilla oltre ad avere nel DNA la Maremma, con i suoi paesaggi, ha in sé anche un altro carattere tipico di questa terra: l'ospitalità, l'accoglienza genuina che si esprime in questo caso con l'apertura verso altre manifestazioni e scuole di cinema che usufruiranno di uno spazio dove sarà possibile per i visitatori recuperare cataloghi, programmi e materiale vario riguardanti le loro attività. Oltre cento i festival partecipanti e per alcuni anche una presentazione prima dei film con i lavori  già proposti all'interno delle manifestazioni coinvolte. Ci saranno il RIFF, "Alice nella Città", Sottodiciotto Film Festival, Enzimi, il Festival internazionale del Cortometraggio di Siena, MedFilm Festival Laboratorio e molti altri.


--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------