Ancora auguri per la tua morte, di Christopher Landon

Ad un anno di distanza ci ritroviamo nello stesso college americano dove accadono strane cose. In qualche modo l’incubo di Tree e la visione della sua morte ripetuta giorno dopo giorno non finisce qui, ma si riaffaccia in questo sequel di Auguri per la tua morte. Stavolta ci vengono illustrati quali sono i motivi per cui la giovane studentessa è intrappolata nel loop temporale che le fa rivivere il giorno della sua morte. Il film, sceneggiato e diretto da Christopher Landon, si fa strada, tra spiegazioni scientifiche arzigogolate e assassini mascherati da neonati, verso atmosfere horror comedy con picchi di tensione e momenti più leggeri che mostrano le vite dei ragazzi nella giungla che può diventare un college.

Tree si ritrova di nuovo coinvolta nel loop, che pare non essere cambiato, facendola risvegliare sempre la mattina del suo compleanno. Questa volta però svelerà il processo che l’ha intrappolata e insieme agli altri ragazzi riuscirà a trovare un modo per risolvere definitivamente il problema. Ma è ovvio che anche in questo secondo episodio sopraggiungeranno problemi e dubbi, che giocando con lo spazio-tempo le metteranno davanti un’ardua scelta.

Sono tanti i film e le serie tv che giocano sulla ciclicità di un’unica giornata che si riapre sempre nello stesso momento, esempio più recente è Russian Doll. Certo il confronto con la recente creatura di Netflix non è realmente utile, poiché tutto il contorno drammaturgico cambia drasticamente: in Ancora auguri per la tua morte il loop temporale assume tinte più scure e di suspense, permettendo però al film di mantenere una sua unicità nel genere horror, che spesso gioca a farsi parodia dello stesso. Il sequel si fa specchio del primo film secondo l’abituale meccanismo Blumhouse, ma ciò che più cambia è la modalità d’azione della ragazza, che si incentrerà sul mettere fine, scientificamente, al loop temporale, più che nel cercare l’assassino mascherato.

Tree si ritrova a decidere tra vita e morte e costantemente, in questa altalenante situazione, ciò che si vede scorrere accanto è, come lei, soggetto a cambiamenti. Scappando dalla sua morte inciampa nella morte di altre persone imparando che non si può decidere di avere tutto, ma bisogna saper rinunciare e accettare la nostra realtà con consapevolezza. 

Titolo originale: Happy Death Day 2U
Regia: Christopher Landon
Interpreti: Jessica Rothe, Ruby Modine, Israel Broussard, Suraj Sharma, Rachel Matthews, Charles Aitken, Sarah Yarkin, Steve Zissis, Wendy Miklovic, Caleb Spillyards, Laura Clifton
Origine: USA, 2019
Distribuzione: Universal
Durata: 100′