Barber Ring, di Alessio Di Cosimo

La storia di riscatto sociale di Manuel Ernesti grazie al pugilato. Il documentario però non emoziona e resta ai margini del ring.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

La vita difficile di Manuel Ernesti. Un’infanzia vissuta nella borgata romana delle case occupate. Barber Ring è la storia di un riscatto sociale per un ragazzo dalla vita soffocata e apparentemente senza speranze. che arriva grazie al pugilato. Da una condizione di grave indigenza economica e disagio, con un passato violento e senza stabilità familiare, Manuel conosce il pugilato e il successo, partendo dal nulla e trovando il ring per combinazione e casualità, arrivando a vincere il titolo italiano ed europeo nella sua categoria.

----------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ, per Fare Cinema

----------------------------

----------------------------
SCUOLA DI SCENEGGIATURA: LA SPECIALIZZAZIONE

----------------------------

Dopo le conquiste sportive, Manuel ha il coraggio e l’esigenza di avviare un’attività imprenditoriale in cui ha l’intuito di combinare le sue due più grandi passioni: la boxe e la barberia. Nasce così il progetto sociale chiamato appunto Barber Ring, in cui si insegna il mestiere di barbiere e la disciplina dell’arte nobile del pugilato. L’etica e lo sport insieme, aiutando i giovani a trovare una strada, anzi due, per immaginare e sperare un futuro migliore. Tanti giovani hanno seguito le orme di Manuel, con o senza talento, ma con tanta voglia di emulazione. Questo documentario che ricostruisce il percorso del protagonista dagli anni bui al raggiungimento dei propri sogni e desideri, partendo praticamente da zero, in un contesto sociale che non ti regala proprio nulla, ma cerca in ogni modo di affossarti definitivamente.

Alessio Di Cosimo, menzione speciale ai Nastri d’Argento nel 2019 con il corto Per sempre, autore nel 2017 di Tizzo, storia di un grande campione, documentario sempre sulla boxe, sul campione del mondo Pesi Leggeri Emiliano Marsili (34 match da professionista senza sconfitte), realizza un’opera piuttosto canonica e lineare. Sinceramente se ne vedono tante, soprattutto negli ultimi anni, in cui il riscatto sociale attraverso lo sport ormai non è più una grande trovata e novità, inoltre senza particolari impeti di sguardo e senza particolari slanci narrativi. Si lascia vedere, scorre anche piacevolmente, ma resta il fatto che si è dinanzi ad una storia carica di retorica, con le emozioni che restano defilate ai margini del ring.

Regia: Alessio Di Cosimo
Interpreti: Manuel Ernesti
Distribuzione: 102 Distribution Italia
Durata: 75’
Origine: Italia, 2022

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
2.5
Sending
Il voto dei lettori
0 (0 voti)
--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Rispondi

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"