Box Office USA 19 novembre 2013

Thor: The Dark World ha tenuto molto bene dopo il brillante esordio e il suo secondo week-end lo ha avvicinato alla quota dei duecento milioni. L'effetto di The Avengers ha rinforzato i suoi numeri dopo aver dato una nuova spinta a quelli di Iron Man 3. Il nuovo marvel-movie ha ancora trenta milioni di vantaggio rispetto al primo capitolo e la sensazione è che questo gap lo accompagnerà fino alla fine della sua avventura commerciale. Il problema non si pone sul panorama worldwide: il figlio di Odino ha già migliorato se stesso ed ha distrutto il muro del mezzo miliardo… Il calendario aspetta con ansia l'arrivo di The Hunger Games: Catching Fire ma l'attesa ha salutato il ritorno di Malcolm D. Lee. Il cineasta afroamericano si era perso dopo le ottime prove iniziali di The Best Man del 1999 e di Undercover Brother del 2002. La sua carriera si era addirittura fermata dopo Welcome Home Roscoe Jenkins del 2008. The Best Man Holiday riperesenta il personaggio del suo primo film ed è stato premiato con un debutto da trenta milioni: una cifra che ha allarmato persino Tyler Perry. Il re della black comedy aveva perso la sua egemonia l'anno scorso ed era stato sonoramente battuto da Think Like a Man di Steve Harvey. Il 2013 dovrebbe ripetere lo stesso scenario: i cinquanta milioni di Confessions of a Marriage Counselor non sono sufficienti a reggere la concorrenza imprevista di Malcolm D. Lee. Il resto della classifica ha avuto soltanto dei riposizionamenti: i protagonisti autunnali stanno rallentando ma ormai è possibile stabilire che lo strapotere di Gravity di Alfonso Cuaron ha avuto due ottimi sparring: lo sci-fi drama ha ipotecato i duecentocinquanta milioni ma Captain Phillips e Jackass: Bad Granpa si sono assicurati l'ingresso nel club da cento milioni. Il film di Paul Greengrass poteva pensare a questo tipo di affermazione ma le peripezie demenziali di Johnny Knoxville e di Jeff Tremaine hanno sorpreso tutti. 12 Years a Slave ha trovato una distribuzione interessante e il film di Steve McQueen si attesterà sui quaranta milioni: un ottimo biglietto da visita per le ambizioni da Oscar di Michael Fassbender.