Come amano passare il 1° maggio gli italiani?

La giornata del 1° maggio è una ricorrenza speciale festeggiata in molti paesi europei, incluso il nostro. È un giorno dedicato alla celebrazione dei diritti ottenuti dai lavoratori attraverso tutte le lotte da loro sostenute nel corso della storia. In Italia, la Festa dei Lavoratori è molto sentita e sono tantissimi i festeggiamenti organizzati da vari enti per dare importanza a questa data speciale. Fra concerti, commemorazioni, film da ricordare sul mondo del lavoro, manifestazioni pubbliche e conferenze, l’Italia tutta si riunisce per non dimenticare chi prima di noi ha lottato per arrivare ai traguardi di cui oggi godiamo.

Origini della Festa dei lavoratori
Furono le rivendicazioni degli operai delle fabbriche americane ancora nel 1866 a riuscire a ottenere il primo punto fermo per i lavoratori di tutto il mondo: la giornata lavorativa di otto ore. Durante gli scioperi organizzati dai manifestanti per rivendicare i loro diritti, la polizia accorsa per disperderli provocò la morte di due partecipanti. Nuove tensioni si verificarono nei giorni seguenti durante la famosa rivolta di Haymarket e nel disordine generale scoppiò un ordigno che provocò la morte di diversi manifestanti e poliziotti.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

In Europa la celebrazione ufficiale del primo maggio risale al 1889 a Parigi e due anni dopo venne introdotta anche in Italia. A oggi si festeggia ancora ogni anno, dopo un’interruzione di 20 anni dal 1922 al 1942 nel periodo fascista, per ricordare l’impegno dei movimenti sindacali e i diritti economici e sociali ottenuti dai lavoratori nelle loro sanguinose battaglie.
Cosa amano fare gli italiani il Primo maggio
La giornata dovrebbe servire a far riposare i lavoratori dalla loro occupazione ma anche a ricordare il passato e chi prima di noi ha lottato per i nostri diritti. Le possibilità di partecipare a concerti, conferenze, manifestazioni culturali sono innumerevoli in tutta Italia, e quasi ogni città organizza un evento per l’occasione.

Naturalmente, però, sfruttare la giornata per godersi un po’ di meritato riposo è d’obbligo. Tra i piaceri degli italiani ci sono indugiare nel letto la mattina, passare qualche ora tranquilla in casa senza pensare a niente non può che far apprezzare ancora di più il proprio lavoro che ricomincerà il giorno dopo,e dedicarsi al relax. Qualche episodio della serie preferita su Netflix, una veloce puntata al bingo online per qualche brivido in più, e poi via libera a una delle tante iniziative organizzate nel paese. Quali sono le piú amate? Diamo un’occhiata a quelle che hanno conquistato il Bel Paese quest’anno.

Il concertone del Primo Maggio a Roma

Tradizionalmente, uno degli eventi più importanti rimasto bloccato dalla pandemia da COVID-19 negli ultimi due anni è il Concertone del Primo Maggio a Roma. Promosso dai sindacati CGIL, CISL e UIL, l’evento richiama sul palco di Piazza San Giovanni alcuni dei nomi più importanti della musica italiana. Per citarne solo alcuni che hanno partecipato quest’anno: Marco Mengoni, Coez, Carmen Consoli, La Rappresentante di Lista e molti altri. Si è aggiunta anche una performance eseguita dagli artisti di Notre Dame De Paris, per impreziosire ulteriormente il momento seguito da un impressionante numero di persone.

I concerti nelle altre regioni d’Italia
Anche Piazza Maggiore a Bologna è tornata a riempirsi per il consueto concerto del Primo Maggio dopo due anni di stop. Organizzata dall’Arci di Bologna con la sponsorizzazione di CGIL, CISL e UIL, la giornata dedicata alla musica è partita alle quattro del pomeriggio per proseguire fino alla mezzanotte, anche in diretta streaming sui canali del digitale terrestre. Fra gli artisti presenti nel 2022: James Senese JNC, Yuman, Awa Fall, Altre di B. e tanti altri.

Fra gli altri concerti interessanti organizzati durante la giornata ci sono stati il “Concerto per la pace e il lavoro”, evento gratuito a Isernia, che ha unito le celebrazioni per i diritti dei lavoratori a un messaggio di pace in occasione dell’attuale guerra Ucraina: la speranza è che la musica aiuti a superare gli interessi economici e possa sostituire presto il suono delle bombe.

Le manifestazioni e le conferenze
In ogni parte d’Italia le manifestazioni organizzate per la Festa dei Lavoratori si sono collegate quest’anno anche alla pace, proprio a causa del conflitto in Ucraina, per ricordare le sofferenze dei paesi in guerra e tutte le vittime innocenti. In quasi tutte le città italiane le manifestazioni sono partite in mattinata capitanate dai maggiori sindacati per concludersi con tavole rotonde e interventi dei maggiori segretari di Cgil, Cisl e Uil ma anche di importanti membri della comunità come ad esempio l’intervento del console generale dell’Ucraina a Napoli.

Celebrazioni particolari
Citiamo fra le altre l’omaggio al monumento dei Caduti sul Lavoro che si tiene a Piacenza e a Foggia, i cortei in bici in Toscana, le feste per le famiglie dei giovani lavoratori e dei precari a Firenze, la consegna della rosa della solidarietà ai lavoratori degli esercizi commerciali costretti a rimanere aperti anche in questa data (soprattutto quelli del commercio) e la distribuzione dei garofani a Ferrara, Imola, Ravenna. Quest’ultima vanta un significato davvero speciale e simbolico e ricorda i fiori dal colore rosso come il sangue versato dalle vittime che hanno combattuto i soprusi e i divieti imposti ai lavoratori in passato.

Un giorno speciale da celebrare
La Festa dei Lavoratori del Primo Maggio è dunque sempre ricca di eventi, tutti molto seguiti dagli italiani. Quest’anno è stata doppiamente speciale perché ha cercato di riportare l’attenzione sui diritti dei lavoratori e sulla giustizia sociale in una festa in comunità amata e seguita da sempre. Al contempo ha sottolineato il periodo storico difficile che stiamo attraversando, funestato da una pandemia e da una guerra assurda, con la speranza di superare presto questo momento all’insegna della pace.

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative