DOCUNDER30_III edizione

 DOCUNDER30_III edizione

Visioni di film documentari realizzati da giovani autori
 
Cinema Europa – via Pietralata 55/A, Bologna
23 & 24 ottobre 2009
 
DOCUNDER30 il meltin'pot di intenzioni, discussioni e soprattutto visioni di film documentari realizzati da giovani autori attivi in Emilia-Romagna, o che hanno realizzato opere e film sull’Emilia Romagna,giunge al suo terzo compleanno e dal 23 al 24 ottobre propone un ricco programma al Cinema Europa di Bologna.
 
Promossa da D.E-R – Documentaristi Emilia Romagna, e realizzato grazie al contributo dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, la manifestazione presenta quest’anno alcune novità.
Dopo due edizioni in giro per la regione, nel 2007 a Montefiore Conca e nel 2008 a Modena, DOCUNDER 30 arriva nel capoluogo emiliano romagnolo e incrementa le sue collaborazioni coinvolgendo docenti e studenti del DAMS e della Laurea Magistrale in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale dell’Università di Bologna.
 
In particolare, da quest’anno una giuria aperta, composta dagli studenti del DAMS e della Laurea Magistrale in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale, assegnerà un premio al miglior documentario, offerto dalla D.E-R e da ADCOM srl.
 
Cuore della manifestazione nove film documentari realizzati da giovani filmaker, precedentemente selezionati da un gruppo di docenti Dams e autori della DER.
Sebbene a tema libero, i nove lavori gettano uno sguardo sulla società contemporanea toccando vari argomenti: i giovani, quelli emiliano-romagnoli con cittadinanza straniera di GIOVANI D’EMILIA ROMAGNA e quelli delle bande di strada latinoamericane di VIDA LOCA; le arti, con LE REPASSAGE, mockumentario su Clementine Valery, tra i fondatori dell’Inutilismo e con UBU BUUR, genesi della versione senegalese dello spettacolo Ubu Re del Teatro delle Albe; le città in mutazione, con DÖNME ISTANBUL – FRAGMENTS OF CHANGE, sugli effetti delle trasformazioni, sia culturali che storiche, vissute dagli abitanti d’Istanbul durante il XX secolo e I LOVE BENIDORM sulla forte urbanizzazione che ha travolto la costa spagnola, tra cui Valencia e dintorni; la religione con IL NEMICO INTERNO – MUSULMANI A BOLOGNA, sei storie dall’Islam italiano ambientate a Bologna; la ricerca dell’amore di THE LOVE BUREAU, sull’agenzia matrimoniale Maruska specializzata nel settore dei matrimoni tra uomini italiani e donne provenienti dall’Est Europa; e la guerra di ALL OF A SUDDEN IT WAS DARK, dove Janja Bec, scrittrice e attivista serba nel campo dei diritti umani intervista tre donne che hanno vissuto il conflitto in Bosnia.
Nelle due giornate della manifestazione, ogni autore presenterà il proprio lavoro, che a fine proiezione sarà discusso insieme al pubblico e ai giurati in sala.
 
Durante la rassegna non mancheranno momenti dedicati alla riflessione su alcuni aspetti del fare cinema documentario. Nello specifico, la mattina di VENERDI 23 ottobre, dedicata principalmente all’incontro con le scuole superiori, sarà affrontato il tema della narrazione multiculturale attraverso due proiezioni: Io, la mia famiglia Rom e Woody Allen di Laura Halilovic, uno dei pochi documentari sui Rom realizzato da un Rom, una giovanissima ragazza di 19 anni, che racconta in prima persona la quotidianità della sua famiglia e della comunità Rom di Torino; e Lettera a casa di Claudio Lanteri, uno spaccato su alcune problematiche della tarda adolescenza di giovani stranieri che stanno crescendo in Italia. Alla fine di ciascuna proiezione gli autori discuteranno con gli studenti in sala. I dibattiti saranno moderati dalla dott.ssa Angelita Fiore, Università di Bologna e dalla prof. Maria Amigoni, preside dell’Istituto Comprensivo 11 di Bologna.
 
SABATO 24 ottobre, dalle 10 alle 13, DOCUNDER30 ospiterà alcuni registi il cui lavoro si è scontrato con il problema della censura – politica, legale, autoriale. Con la mediazione di esperti del settore si cercherà di capire quale sia la condizione del documentario italiano oggi in merito a questo tema. Tra i registi partecipanti, Alessandro Rossetto autore di Feltrinelli (mai distribuito in Italia); Andrea Cairola co-autore di Citizen Berlusconi (programmato da diverse emittenti americane ed europee ma ancora non andato in onda su un'emittente televisiva terrestre italiana), Germano Maccioni con il suo Lo stato di eccezione (film che riporta le verità a lungo negate su uno degli episodi più atroci della storia italiana, la strage nazifascista di Montesole), Luca Bellino e Silvia Luzi autori de La minaccia (lettura non ideologica del Venezuela nel momento del consolidamento della rivoluzione bolivariana).
 
DOCUNDER30 è organizzato dalla D.E-R, Associazione Documentaristi Emilia Romagna, in collaborazione con l’Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna e l’Università degli Studi di Bologna.
 
Il premio “Doc Under 30” è offerto dalla D.E-R in collaborazione con ADCOM srl