FILM IN TV – Mamma ho perso l’aereo, di Chris Columbus

Campione d’incassi negli Usa che ha registrato, in Italia, in occasione del primo passaggio in TV, un numero di telespettatori da record. Sabato 14 novembre, ore 21.10, Italia 1

“Questo spazzolino è autorizzato dall’Associazione Dentistica Americana?” Mica poteva saperlo  la proprietaria di quel supermercato di Chicago di avere di fronte, o meglio, poco al di sopra del bancone, a porle una domanda così singolare da rischiare d’esser seria, Kevin McCallister (Macaulay Culkin), otto anni, peste sagace “dimenticata” in punizione alla vigilia del Natale da una madre tutto sommato meno “snaturata” della Signora Deetz, interpretata dalla stessa Catherine O’Hara appena due anni prima nel Beetlejuice di Tim Burton. E’ questa una delle battute più divertenti del blockbuster Mamma ho perso l’aereo, uscito negli Stati Uniti nel 1990 e targato Chris Joseph Columbus, esperto ad honorem di bambini e adolescenti, avendo girato poco prima Tutto quella notte e scritto il fortunatissimo I Goonies di Richard Donner.

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

“Morale della favola”, è proprio il caso di dirlo, Kevin tira le somme: la famiglia che aveva desiderato scomparisse, in fondo, gli riempie la vita coi suoi rimbrotti più di quanto non lo facciano quelle stanze vuote in cui non è poi così divertente trasgredire i piccoli divieti di bambino. E la presa di coscienza di Kevin passa attraverso l’incontro/scontro con Harry (un Joe Pesci brillantissimo che lo stesso anno si aggiudica l’Oscar come miglior attore non protagonista per Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese) e Marv (Daniel Stern), i ladri dai quali tenta letteralmente con ogni mezzo di difendere la propria casa (battuta all’asta e venduta dopo l’uscita del film!). E la morale s’innesta sul filone comico, costruito nella sequenza delle più classiche e parodiche gags del cartoon (come non cogliere la somiglianza tra i maldestri scassinatori e Orazio e Gaspare Badun, gli scagnozzi di Crudelia De Mon ne La carica dei 101 di Walt Disney?), con la sua gestualità esasperata e la mimica facciale quasi deformante dei personaggi, uno su tutti, lo stesso bravissimo Culkin.

Campione d’incassi alla sua uscita negli USA e gallina dalle uova d’oro per il giovanissimo protagonista (peraltro oggetto di accesa contesa tra i suoi stessi genitori, quelli reali, come ci racconterà la cronaca) Mamma ho perso l’aereo ha registrato, in Italia, in occasione del primo passaggio in TV, un numero di telespettatori da record, che gli assicura, ancora oggi, una collocazione ormai quasi rituale nel palinsesto televisivo e un pubblico certo. E riesce ancora a regalarci qualche sincera risata Columbus e forse, sulle note di  Somewhere in my memory, di John Williams, se non proprio a farci commuovere, almeno, a toccarci.

Regia: Chris Columbus

Interpreti: Macaulay Culkin, Joe Pesci, Daniel Stern, Catherine O’Hara, Roberts Blossom

Durata: 106’

Origine: USA 1990

Genere: commedia

Sabato 14 novembre, ore 21.10, Italia 1

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative