HORROR & SF – Roventi brividi d'agosto

Arriva finalmente anche in Italia, in ritardo rispetto al resto del mondo, il remake de “Le colline hanno gli occhi” di Alexandre Aja. In una pioggia estiva di sequel e progetti in lavorazione, si annunciano i nuovi film di George Romero e Hideo Nakata mentre Pesaro si trasforma per cinque giorni nella capitale dell'horror italiano.

---------------------------------------------------------------
BANDO N. 5 POSTI GRATUITI PER CORSO DI CRITICA DIGITALE

---------------------------------------------------------------

Finalmente ci siamo. Dopo tanta attesa, all'alba del 25 agosto, comparirà nelle nostre sale il remake de Le colline hanno gli occhi, diretto da Alexandre Aja. Uscito tra marzo e giugno praticamente in tutto il mondo, solo da noi arriva con questo grande ritardo e in una collocazione di fine estate non certo favorevole. Ma tant'è, i veri appassionati non si lasceranno scappare quello che si presenta come l'horror dell'anno: un remake che non rinnega affatto le caratteristiche basilari del film originale di Wes Craven, a livello di plot, personaggi e connotazioni socio-psicologiche, arricchendo però l'insieme dell'opera con le variazioni di ritmi e tecnologie tipiche del cinema contemporaneo e con una forte, fortissima dose di violenza e gore che conferma, dopo il debordante Alta Tensione, il ruolo di Aja quale enfant prodige dell'horror del terzo millennio. Tra l'altro, l'ottimo successo del film ottenuto in America ha già convinto Craven a mettersi al lavoro per realizzarne un sequel, che però non sarà più diretto dal regista francese.


 


L'8 settembre sarà invece la volta del remake del capolavoro di Kiyoshi Kurosawa, Pulse (Kairo), diretto da Jim Sonzero. Nel frattempo Hideo Nakata sta lavorando ad un remake di The Eye, il film di Danny e Oxide Pang che ha dato inizio alla saga giunta ora al terzo episodio. Neil Marshall ha annunciato che The Descent, valido horror che ha riscontrato un ottimo successo anche in Italia e che è appena uscito negli States, avrà un seguito, di cui peraltro si sa per ora ben poco. Nel 2007 vedà invece la luce il seguito di 28 Giorni Dopo: il titolo originale è 28 Weeks Later, la storia partirà da una Gran Bretagna nuovamente deserta dopo gli accadimenti del primo film, la regia sarà affidata a Juan Carlos Fresnadillo e Danny Boyle comparirà stavolta solo nelle vesti di produttore esecutivo. In lavorazione il remake di Children of the Corn (distribuito in Italia con il titolo Grano Rosso Sangue), pellicola del 1984 tratta da un racconto di Stephen King che ha dato il via ad una proliferazione di seguiti negli anni successivi.

 


E' stato ufficializzato anche il remake de Il Giorno degli Zombi, il film del 1985 che concludeva (in quel momento) la trilogia romeriana: la regia è di Steve Miner, nel cast anche Ving Rhames (già presente ne L'alba dei morti viventi di Snyder) e Mira Sorvino. Per il 2007 è prevista anche l'uscita di Resident Evil Extinction, terzo capitolo della saga iniziata da Paul W.S. Anderson. Parlando di Romero, è giunta notizia che il maestro scriverà e dirigerà il thriller Solitary Isle: il soggetto sarà tratto da un racconto di Koji Suzuki (l'autore di Ringu e Dark Water), e tratterà di un gruppo di esploratori che si vedranno catapultati in un'isola deserta in cui si troveranno a lottare contro forze oscure.


 


Ma non ci sono solo remake e sequel, per fortuna. C'è anche un pochino d'Italia nel panorama horror in uscita nelle sale ed ecco che l'11 agosto arriverà in sala La Notte del mio primo amore, di Alessandro Pambianco, storia di un serial killer che terrorizza una cittadina di provincia e di una ragazza diciassettenne che decide di passare la notte in una villa di campagna nient'affatto rassicurante.


 


Ufficializzato il programma del Pesaro Horror Festival, che per cinque giorni, dal 23 al 27 agosto, tramuterà la città marchigiana nella capitale dell'horror italiano. Concorso cortometraggi, proiezioni in anteprima dei lungometraggi Zona 3, Frammenti di scienze inesatte e Hell's fever (tutti rigorosamente italiani), retrospettiva dedicata a Michele Soavi e incontro con il regista e con Anna Falchi in occasione della riproposizione del gothic cult Dellamorte Dellamore. Inoltre proiezione di Orgasmo di Umberto Lenzi alla presenza dell'autore, tavola rotonda sulla nuova distribuzione dell'horror italiano, presentazioni letterarie dei volumi Tokyo Syndrome (saggio sull'horror giapponese contemporaneo scritto dal sottoscritto assieme a Fabio Tasso), Corpi di Pietra (di Luigi Garlaschelli), Uno indiviso (di Alcide Pierantozzi), e Bloody Rainbow (antologia di racconti di Alda Teodorani), con la presenza dei rispettivi autori. E ancora documentari, cortometraggi della serie Appuntamenti Letali tratti dai racconti della stessa Teodorani, presentazioni di Dvd, il tutto in luoghi scenografici di ottimo impatto situati nel centro di Pesaro.

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative