Il cinema Ritrovato

Mercoledì 1 Luglio a Bologna

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------
Maestro dissacrante della satira, contro la ritualità delle nostre convenzioni: Tati ha sfidato ogni anacronismo con la sua comicità mimica, richiamo a quella dei grandi attori americani come Charlie Chaplin o Buster Keaton: la 23ª edizione del festival Il Cinema Ritrovato ci offre l’opportunità per riscoprire l’opera di questo artista “silenzioso” mercoledì 1° luglio alle ore 22 inPiazza MaggioreLa Fondation Thomson pour le Patrimoine du Cinéma et de la Television, La Fondation Groupama Gan pour le Cinéma, Les Films de Mon Oncle e La Cinémathèque Française). A presentare la serata, promossa da La Fondation Groupama Gan pour le Cinéma, ci saranno Séverine Wemaere (La Fondation Thomson) e Jérome Deschamps, nipote di Jacques Tati., con la proiezione de Les vacances de Monsieur Hulot – Le vacanze di Monsieur Hulot, lungometraggio diretto e interpretato da Jacques Tati nel 1953 (nella versione restaurata da
 
E in tema di grande cinema francese e di grandi restauri, sempre nella giornata di mercoledì 1° luglio, si potranno ammirare gli splendidi colori di Pierrot le fou diretto nel 1965 da Jean-Luc Godard (presentato nella sezione Alla ricerca del colore dei film) alle ore 17.30 al Cinema Arlecchino, e Dossier Napoleon, presentato da Cecilia Cenciarelli, responsabile del  Progetto Chaplin, alle ore 16 al Cinema Lumière.
 
Il Cinema Ritrovato
23ª edizione
Bologna, 27 giugno – 4 luglio
 
Luoghi:
Piazza Maggiore
Cinema Lumière (via Azzo Gardino, 65)
Cinema Arlecchino (via Lame, 57)
Teatro Comunale (Largo Respighi, 1)
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Il Cinema Ritrovato

    Salvare il patrimonio dell'arte cinematografica è tra le azioni cardine della Cineteca di Bologna e una delle ragioni fondamentali dell'esistenza del festival Il Cinema Ritrovato: grandi capolavori e preziose rarità ritrovano così la vita e la luce di un tempo, per rifiorire agli occhi del pubblico contemporaneo.

    --------------------------------------------------------------
    CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

    --------------------------------------------------------------

    I RESTAURI DI DE SETA AL CINEMA RITROVATO

    --------------------------------------------------------------
    CORSO DI PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE CINEMATOGRAFICA: ONLINE DAL 15 LUGLIO

    --------------------------------------------------------------

     

    ----------------------------
    UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

    ----------------------------

    Martedì 4 luglio, ore 22, Cinema Arlecchino, dieci restauri di Vittorio De Seta realizzati dal Laboratorio L'immagine ritrovata per la Cineteca di Bologna


     


     


     


    Salvare il patrimonio dell'arte cinematografica è tra le azioni cardine della Cineteca di Bologna e una delle ragioni fondamentali dell'esistenza del festival Il Cinema Ritrovato: grandi capolavori e preziose rarità ritrovano così  la vita e la luce di un tempo, per rifiorire agli occhi del pubblico contemporaneo.


    È questo il caso dei dieci cortometraggi di Vittorio De Seta, restaurati dal laboratorio L'immagine Ritrovata per la Cineteca di Bologna, che promuove Il Cinema Ritrovato in collaborazione con l'Ente Mostra del Cinema Libero, dieci piccoli ma straordinari lavori (ce lo assicura Martin Scorsese!) che vedremo martedì 4 luglio, alle ore 22, al Cinema Arlecchino, via Lame 57 (la prevista proiezione in Piazza Maggiore è stata spostata al Cinema Arlecchino per la concomitanza con la partita della nazionale).


    "Un antropologo che si esprimeva con la voce di un poeta" – così lo definisce Scorsese – Vittorio De Seta è il cantore delle isole, Sicilia (dov'è nato e cresciuto) e Sardegna, cui ha dedicato gli sforzi del suo lavoro artistico e intellettuale.


    Martedì 4 luglio, vedremo al Cinema Ritrovato dieci cortometraggi realizzati da De Seta tra il 1954 e il 1959, lavori quindi realizzati prima di quella che è considerata la sua opera più importante, Banditi a Orgosolo, del 1961, anch'esso restaurato da L'immagine ritrovata per la Cineteca di Bologna e in programma per Il Cinema Ritrovato (sabato 8 luglio, ore 16.30, Cinema Arlecchino).


    Sarà lo stesso Vittorio De Seta (oggi ottantaduenne), martedì 4 luglio, a introdurre la proiezione dei suoi  cortometraggi (cfr. scheda).


     


    Un altro grande pioniere del cinema documentario siciliano, il produttore Francesco Alliata, apre la giornata di martedì 4 luglio del Cinema Ritrovato: alle ore 11.30, Cinema Lumière 2 (via Azzo Gardino 65), vedremo tre documentari prodotti dalla Panaria Film, la casa di produzione fondata da Francesco Alliata (autore anche di alcune riprese), che introdurrà anche la proiezione di Cacciatori sottomarini, Tonnara, Opera dei pupi, tutti lavori sono stati restaurati da L'immagine ritrovata per la Cineteca di Bologna (cfr. comunicato).


     


    Nel pomeriggio attenzione puntata sul regista olandese Joris Ivens, con il dossier curato da André Stufkens, che ci farà vedere tre cortometraggi di Ivens presentati ad Amsterdam nel 1930 e mai più visti negli ultimi settantacinque anni (cfr. scheda).


     


    Martedì 4 luglio è poi anche il giorno di Haile Gerima, autore nel 1976 di Harvest: 3000 Years, il cui restauro è stato presentato dalla Cineteca di Bologna all'ultimo Festival di Cannes e che approda ora al Cinema Ritrovato: alle ore 17.40, Cinema Lumière 2, sarà lo stesso Gerima a introdurre la proiezione del film.


     


    Molti gli appuntamenti del ricco programma della giornata, dalle comiche di Raymond Frau (ore 14.45, Cinema Lumière 1) alla magia del Cinemascope (En Djungelsaga, There's No Business Like Show Business, The Damned, tutti al Cinema Arlecchino), senza dimenticare gli incontri e le presentazioni che si svolgeranno anche martedì 4 luglio, dalle ore 17.30 alle ore 19.30, nella Biblioteca Renzo Renzi della Cineteca di Bologna (cfr. scheda presentazioni).


     


     


     


     


     


     


     


     


     


                                           Info:


    Andrea Ravagnan tel. 051 2194833


    www.cinetecadibologna.it

    ----------------------------
    SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

    ----------------------------

      ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

      Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


      "Il Cinema Ritrovato"

      Peter Weir inaugura
      il Festival della Cineteca di Bologna quest'anno
      dal 3 al 10 luglio

      --------------------------------------------------------------
      CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

      --------------------------------------------------------------

      Sarà Peter Weir, il regista austrialiano di film di successo – dal sorprendente   Picnic a Hanging Rock del 1975 fino al recentissimo Master and Commander – ad inaugurare sabato 3 luglio la diciottesima edizione de Il Cinema Ritrovato, il festival promosso da Cineteca del Comune di Bologna e Mostra Internazionale del Cinema Libero, che quest'anno sposta di una settimana il tradizionale appuntamento di fine giugno per svolgersi sempre a Bologna da sabato 3 a sabato 10 luglio.

      --------------------------------------------------------------
      CORSO DI PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE CINEMATOGRAFICA: ONLINE DAL 15 LUGLIO

      --------------------------------------------------------------

      Peter Weir rispetterà la tradizione del Festival che vuole che gli ospiti chiamati ad inagurarlo si propongano al pubblico con una lezione di cinema (l'anno scorso toccò a Thelma Schoonmaker, montatrice dei film di Scorsese e moglie di Michael Powell cui la Cineteca dedicò una sezione specifica del Festival; mentre nel 2002 fu la volta di Miklos Jancso) .

      ----------------------------
      UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

      ----------------------------

      La lezione di Weir che si terrà alle 14,30 nel Cinema Auguste Lumière (via Azzo Gardino 65) sarà sul tema Master and Commander tra classicità narrativa e nuove tecnologie.


      La proiezione di Master and Commander, in versione originale sottotitolata in italiano, costituirà il prologo del Festival la sera di venerdì 2 luglio: alle ore 22, in Piazza Maggiore, Peter Weir introdurrà il suo ultimo film che verrà presentato sul megaschermo allestito per l'occasione e che accoglierà tutte le proiezioni serali de Il Cinema Ritrovato, tranne quella dedicata a Chaplin che avverrà come di consueto al Teatro Comunale.


       


      Anche quest'anno Il Cinema Ritrovato costituisce una occasione unica per un  viaggio attraverso la storia del cinema grazie a rarità e a cinque luoghi di proiezione: lo schermo gigante per le serate in Piazza Maggiore, le due sale Lumière della Cineteca (una dedicata al muto e l'altra al sonoro), il Cinema Arlecchino capace di fare rivivere il CinemaScope e il VistaVision in tutto il loro splendore e il Teatro Comunale di Bologna per una serata dedicata ai film di Chaplin accompagnati dal vivo.


       


       


      Ecco una anticipazione delle sezioni che compongono la diciottesima edizione de Il Cinema Ritrovato:


      Ritrovati e restaurati (una selezione dei maggiori restauri da tutto il mondo presentati spesso in prima mondiale; citiamo per esempio Fräulein Else di Paul Czinner, con una partitura di Marco Dalpane prodotta da ZDF in collaborazione con Arte; Letter from a unknown WomanLettera da una sconosciuta di Max Ophüls restaurato dalla UCLA; Night and the City-I trafficanti della notte di Jules Dassin, restaurato dalla Fox; The Man from Planet X di Edgar G. Ulmer)


      Il cinema più grande della vita (seconda parte): 70 mm (I cancelli del cielo di Michael Cimino e Playtime di Jacques Tati proiettati sullo schermo gigante di Piazza Maggiore), CinemaScope (una selezione di grandi classici in copie d'epoca al Cinema Arlecchino) e VistaVision (un formato di pellicola nato 50 anni fa: Funny Face-Cenerentola a Parigi di Stanley Donen; Wild is the Wind-Selvaggio è il vento di George Cukor)


       Progetto Chaplin (City Lights, prima mondiale della partitura orchestrale restaurata dal maestro Thimoty Brock al Teatro Comunale e alcuni nuovi restauri delle comiche della Keystone; inoltre una sorprendente mostra fotografica con foto esclusive del set di City Lights, provenienti dagli Archivi Chaplin)


      Dossier dedicati a Alfred Hitchcock, Carl Theodor Dreyer, Jean Renoir, Cecil B. De Mille e Ingmar Bergman (alcuni dei maggiori storici del cinema commentano la proiezione di documenti rarissimi)


      Omaggio a Humphrey Jennings (documentarista-pittore-poeta britannico degli anni 40)


      Omaggio a Cooper and Schoedsack (registi di King Kong e produttori dei classici di John Ford)


      Musicals tedeschi anni 30 (cantando e ballando verso la guerra)


      Immagini dalle antiche capitali coloniali (ricerca sul colonialismo europeo curata dal Nederlands Filmmuseum, attraverso i filmati degli anni Dieci e Venti)


      Jean Durand, pioniere e maestro comico (un pilastro della Maison Gaumont negli anni Dieci)


      Omaggio a Valdemar Psilander (divo del cinema muto danese)


      Cento anni fa: i film del 1904 (per rivivere il senso di meraviglia delle prime proiezioni)


      Cinema² – directors' cuts (la sezione, come al solito forma ibrida tra la retrospettiva e la vetrina di novità, presenta quest'anno una selezione di film e video realizzati 'riciclando' e remixando  capolavori e film sconosciuti della storia del cinema, da Hitchocock a Kurosawa, da Pasolini al cinema di serie 'zeta'.


      Uno degli esempi più affascinanti del genere è Innocence Unprotected di Dusan Makavejev. Il regista, nativo di Belgrado, sarà a Bologna in occasione della presentazione del film.


      Infine, nella sede della Biblioteca della Cineteca, via Azzo Gardino 65, per tutta la durata de Il Cinema Ritrovato sarà aperta la Fiera dell'editoria cinematografica: Libri, DVD, VHS .


       


      Info: Patrizia Minghetti


      Ufficio Stampa Cineteca di Bologna


      Tel. 051 2194831


      www.cinetecadibologna.it

      ----------------------------
      SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

      ----------------------------

        ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

        Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative