Il costo dell'indipendenza: il cinema di Corso Salani

A Roma e Bologna, a un anno dalla scomparsa del cineasta, l'Associazione Corso Salani presenta un calendario di incontri e proiezioni per ricordare un amico, un attore, un regista. Voci d'Europa al Quattro Fontane di Roma, e Gli occhi stanchi, Mirna, Palabras, Il peggio di noi, Il vento, di sera, All'amore assente ai Teatri di Vita di Bologna.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

 

 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

 

Roma, Cinema Quattro Fontane, via delle Quattro Fontane, 23

16 giugno: Corso Salani, regista

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
ore 20:30 "Voci d'Europa" (1989)

Bologna, Teatri di Vita, via Emilia Ponente, 485

16 giugno: Corso Salani, regista
ore 20,30 “Gli occhi stanchi” (1996)
ore 22.30 “Mirna” (2009)

17 giugno: Corso Salani, regista
ore 20,30 “Palabras” (2004)
a seguire, incontro con Margherita Salani e Fabrizio Grosoli
ore 22.30 “Il peggio di noi” (2006)

18 giugno: Corso Salani, attore a Bologna
ore 20,30 “Il vento, di sera” (2004)

  ore 22.30 “All’amore assente” (2007)

 

 

Corso Salani, nato a Firenze nel 1961, ha conseguito nel 1984 il diploma presso l’Istituto di Scienze Cinematografiche dellastessa città. Dal 1985 è vissuto a Roma. Nel 1995 ha tenuto un corso sul cinema a basso costo presso la Universidad del cine di Buenos Aires.
Nel 1999 ha insegnato lingua italiana all’Accademia Italiana di Varsavia. Viaggiatore instancabile, ha alternato l’attività di attore e quella di regista. Tra le sue interpretazioni ricordiamo Il muro di gomma di Marco Risi, Il Conte di Montecristo di Ugo Gregoretti per la tv, Il vento di sera di Andrea Adriatico.
Tra i suoi film Occidente (2000), Palabras (2003), Il peggio di noi (2006), la fortunata serie di 6 documentari Confini d’Europa (2006-2007), Le vite possibili, e, da ultimo, Mirna.
Nel giugno 2008 ha anche esordito come narratore, pubblicando il racconto Pochi metri d’occidente per Donzelli editore, ispirato dal terzo dei documentari della serie Confini d’Europa, Imatra.
Corso Salani ci ha lasciati nel giugno 2010.