Infinity lancia Italica Noir, il true crime della Storia italiana

Italica Noir è una nuova serie coprodotta da Infinity nell’ambito del progetto InfinityLAB. Quattro episodi per raccontare la cronaca nera del nostro Paese

Infinity è un servizio streaming on demand che permette di guardare tantissimi film e serie tv, da qualsiasi dispositivo abilitato che abbia una connessione. Il vantaggio incredibile è quello di potersi godere i propri contenuti senza quelle fastidiose interruzioni pubblicitarie che a volte ci possono annoiare e distrarre.

Infinity si distingue da sempre, per le molte iniziative; è doveroso nominare sia Infinity Premiere, che consente ogni venerdì e per una settimana, di vedere in anteprima grandi film da poco usciti nelle sale, ma anche Infinity LAB, un laboratorio che ha lo scopo di individuare e premiare registi, videomaker, autori e sceneggiatori di particolare talento.

L’ultimo progetto che vede Infinity LAB come co-finanziatrice è Italica Noir.

Parliamo di una docu-serie di genere true-crime, che indaga i crimini più sconvolgenti della Storia Italiana, arricchendo la narrazione con toni vicini alla serialità thriller, attenendosi però alla ricostruzione storica.

La serie è stata prodotta da Grey Ladder Productions ed è tratta dalla raccolta di saggi di Federico Mosso; la caratteristica principale è la combinazione della docu-serie alle illustrazioni di carattere sperimentale, moderne tecniche di animazione, voce, sound design e ricostruzioni cinematografiche. La voce narrante è quella di Adriano Giannini, famoso doppiatore di attori come Heath Ledger, Joaquin Phoenix e Tom Hardy.

Lo scopo di questa docu-serie è stato quello di raccontare le pagine più oscure della cronaca italiana dal dopoguerra a oggi, presentando quattro casi molto diversi tra loro.

Il primo episodio si rifà alle vicende di un gruppo di giovani dell’hinterland milanese e alla loro ossessione per l’occulto e per il satanismo, nata quasi per gioco e cresciuta fino ad esplodere in una follia omicida. Il gruppo ha preso il nome di “Le Bestie di Satana” e le loro azioni sono passate sicuramente alla storia.

Giannini continua il suo racconto passando a Insonnia ’84: un vero e proprio “giallo”, in cui l’evento scatenante è stato l’omicidio di Francesco D’Alessio, rampollo di una ricca famiglia milanese. L’episodio ruota attorno ai luoghi simbolici dell’epoca e della città in cui è ambientato.

Terzo episodio, ricorda invece i fatti avvenuti tra il 1977 e il 1984. In questi anni vennero commessi ben 28 omicidi, tutti caratterizzati da una linea comune: una firma che riporta una misteriosa sigla Ludwig, un’anomala ma feroce organizzazione di ispirazione neonazista.

Con l’atmosfera e lo stile di un western all’italiana, il quarto episodio di Italica Noir mette in scena una caccia all’uomo collettiva e personale allo stesso tempo. Luciano Liboni, conosciuto come “Il Lupo”, sta terrorizzando l’Italia intera.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"