LIBRI DI CINEMA – "L'Esorcista – Quarant'anni dopo" di Nico Parente

L'Esorcista – Quarant'anni dopo
di Nico Parente

Collaborazione di Gordiano Lupi e Roberto Giacomelli 

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Il Foglio – 2014
Pag. 210 – € 12

“Gli esorcismi non esistono più da quando esistono le malattie mentali”, afferma padre Karras quando gli viene chiesto di eseguire il rituale sulla piccola Regan, eppure la produzione cinematografica horror continua a cannibalizzare l’esorcismo, fatalmente attratta da quello stato possessione della mente e del corpo ancora oggi inspiegabile dalla medicina tradizionale. Il male preme contro la pelle per venire allo scoperto, la squarcia, e da al corpo una forza inumana, talmente potente da farlo schizzare sul soffitto e strappare le stringhe che lo contengono. La coscienza è fuori controllo, parla lingue sconosciute e vomita esclamazioni blasfeme. La scienza si arrende di fronte ai misteri dell’inconscio e si affida ad una fede che vacilla al cospetto del male, e che resta inevitabilmente schiacciata sotto il peso della verità. Ed è proprio l’eterna sfida tra scienza e fede, che porta gradualmente le alterazioni mentali di Regan dal livello realistico dell'indagine medico-scientifica, a quello splatter-visionario dell’esorcismo, ha consacrato l’Esorcista di William Friedkin all’immortalità.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Nico parente indaga le ragioni che dopo quarant’anni continuano a turbare il pubblico dell’Esorcista, catalogandolo come un film che va oltre l’horror, pur conservando le peculiarità spettacolari del genere. Friedkin racconta la possessione demoniaca con un approccio realistico che la affianca alla nevrosi, esaminando i turbamenti della giovanissima Regan, che si dibatte tra il desiderio sessuale incalzante e la separazione dei genitori, e il senso di colpa del protagonista maschile padre Karras, tormentato dalla crisi vocazionale e dal senso di colpa per aver abbandonato la madre in una casa di cura. Qui dove l’inquietudine opprime la ragione il male si insinua nella coscienza e la devasta, e ciò terrorizza lo spettatore è proprio il fatto che il male di Regan non abbia un’origine esterna , ma che nasca dall’oscurità che si cela nel profondo di ogni essere umano. Il diavolo è dentro di noi e aspetta solo un varco di debolezza per distruggerci: la trasfigurazione dell’innocenza di Regan ne è la prova.

L’analisi attenta dei personaggi e della genesi dell’opera segue di pari passo un minuzioso studio di Roberto Giacomelli del cult cinematografico, nato dalla penna di Peter Blatty nel 1971, e messo in scena per la prima volta da Friedkin nel 1973, che ha generato una serie infinita di sequel e prequel, depositari illeggittimi di un'eredità imponente, che si sono rapidamente persi nella memoria senza riuscire neanche e sfiorare il successo del primo capitolo della saga. In appendice Gordiano lupi sviscera il sottogenere esorcistico, nato dal filone horror-demoniaco di Rosemary's Baby di Roman Polanski e dell'Esorcista, e si addentra tra le pellicole che hanno segnato la storia del cinema italiano durante gli anni Settanta con spunti originali e dichiarati intenti parodici.
 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Indice

Povero diavolo di E.Imbriani
Bibliografia
Oltre l'horror: L'esorcista di William Friedkin

INTRODUZIONE

IL DEMONE – Le origini, il mito con la collaborazione di G. Locorotondo

GENESI DI UN CAPOLAVORO

PROGENIE DANNATE

L'Esorcista – Prologo
L'Esorcista – I protagonisti

PRESAGI

LE INDAGINI

L'ESORCISMO

L'ESorcista
Analisi ragionata di una saga di culto di R. Giacomelli

L'Esorcista – Il Padre
L'Esorcista II – L'eretico e L'esorcista II – Il Figlio e lo Spirito Santo

Alle origini del Male
Il Diavolo si sdoppia nel prequel della saga

APPENDICE a cura di G. Lupi

Appendice fotografica

I collaboratori

Ringraziamenti