"Nelle tue mani", di Peter Del Monte

Gli occhi fermi di Teo (Marco Foschi), studente di astrofisica, indagano gli universi lontani con la precisione dei calcoli matematici. Così l’inderogabile abnegazione dello studio è il metodo a cui si sacrifica per costruire passo dopo passo la sua scalata senza indugi all’ignoto. Ma la prova dell’incomprensibile natura randomica della vita si palesa nelle forme di un paraurti su quattro ruote guidato dall’italo-slava Mia (l’ottima Kasia Smutniak). Incrocio di destini, come l’improvviso scontro tra masse celesti. La mutazione è l’unica soluzione per poter assorbire il peso della collisione, dove le tracce assumono i colori del desiderio, unica forza primaria che attira come una gigantesca calamita i due corpi e le due anime. Entrati l’uno nell’orbita dell’altra, Teo e Mia si nutrono instancabilmente del sentimento, costruiscono una famiglia, ne vivono l’esperienza con le difficoltà quotidiane del lavoro e della sopravvivenza urbana. Ma gli attimi infiniti per Mia bruciano velocemente e la cenere nasconde i dolori e forse le violenze di un passato materializzato nelle figura di un padre alcolizzato e bisognoso delle cure della figlia, ai suoi occhi ancora bambina. Le schegge di queste sofferenze lacerano la fragilità della mente di una compagna che non riesce a vivere con la stessa stabilità e solidità di Teo il suo rapporto e la sua responsabilità di madre. L’abbandono e la fuga, il rifiuto della maternità (assonanza con un’altra madre di Anche libero va bene) la violenza del rancore e la paura della lontananza e della solitudine, sono i fantasmi e gli incubi di questa donna cresciuta in fretta. La separazione da Teo e dalla figlia, e la scelta di trovare da sola la via d’uscita per poter ricominciare a vivere diventano per lei il disperato grido di aiuto, gelido fiato strozzato in gola e disperatamente vissuto in una sessualità disturbata che finirà in un’altra gravidanza. A raccogliere i pezzi di Mia con le sue mani ci penserà Teo in un finale che poi è un nuovo risveglio. Su quel prato verde immerso in una luce delicata i due pianeti tornano a guardarsi. Corpi come mondi in un universo scuro e insondabile. Anime sofferenti lontane e distanti. Piccolissimi fuochi fatui perduti nello spazio buio che ci sovrasta. Nessuna terra dover poter mettere radici, solo istanti infiniti che bruciano e investono la nostra notte: per alcuni troppo lunga per depositarne i dolori e le paure, per altri immensità solitaria dove custodire i propri segreti. Ci mancava lo sguardo di Peter Del Monte. Un cinema, il suo, che si sacrifica con ogni mezzo per sorreggere i volti e i passaggi di questa storia. Si immerge senza peso la dove le cicatrici ancora sanguinano (emblematica la scena del bagno tra Mia e il padre) riemerge nell’universalità dei dolori, delle scelte sbagliate e delle scalate alla luce. In questo universo fin troppo mortale investito dall’umanità improvvisa delle metamorfosi, con la loro natura profonda e imponderabile, ci troviamo orfani della logica dei vettori esistenziali. Particelle elementari immobili di fronte all’unico approdo possibile dove aggrapparsi con tutte le forze.

 

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------
Regia: Peter Del Monte
Interpreti: Kasia Smutniak, Marco Foschi, Luisa De Santis, Luciano Bartoli
Distribuzione: Teodora Film
Durata: 100’
Origine: Italia, 2007

 

 

---------------------------------------------------------------------
IL PRIMO NUMERO DI SENTIERI SELVAGGI IN OFFERTA AL 50% NEL MESE DI APRILE

---------------------------------------------------------------------

NELLE TUE MANI, di Peter Del Monte

Teodora Film
presenta
 
nelle tue mani 
 
 
 
il nuovo film di Peter Del Monte
con Kasia Smutniak e Marco Foschi
e con Alba Rohrwacher, Luisa De Santis, Luciano Bartoli
 
 

 Mavi è una ragazza instabile e ha nel cuore un male oscuro.

Esplode quando si sente abbandonata, si trasforma in una specie di furia che getta nello sgomento chi le sta vicino. 

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------

Una forza primordiale che Teo, persona razionale, bisognoso di ordine, prova all’inizio a contenere,

ma da cui poi, per non essere sopraffatto, fugge via. La distanza da lei, però, non ne attenua il  richiamo.

---------------------------------------------------------------------
IL PRIMO NUMERO DI SENTIERI SELVAGGI IN OFFERTA AL 50% NEL MESE DI APRILE

---------------------------------------------------------------------

(Peter Del Monte)

 
dal 7 marzo al cinema
 
guarda il trailer
 
Teodora Film