Qualcosa di travolgente. Il cinema di Jonathan Demme

In questo libro ripercorriamo tutta la sterminata attività del regista di Philadelphia e Il silenzio degli innocenti: cinema, tv, documentari, videoclip. Poi ci sono le sue interviste

Dagli inizi per Roger Corman ai 5 Oscar per Il silenzio degli innocenti. Una filmografia ricchissima e inclassificabile, che ogni volta sembra danzare e reinventare i generi. Tra il mélo processuale di Philadelphia e commedie thriller come Qualcosa di travolgente e Una vedova…allegra ma non troppo. Passando per il carcerario al femminile (Femmine in gabbia), l’omaggio a Hitchcock (Il segno degli Hannan) e alla Nouvelle Vague (The Truth About Charlie). E in mezzo uno dei più bei film-concerto di sempre (Stop Making Sense) e documentari che diventano invece viaggi intimisti. Uno stile riconoscibilissimo ma che si rimette ogni volta in discussione. Una libertà nel dirigere gli attori che gli fa tirare fuori sempre il meglio di sé. Forse non basterebbero due vite per fare tutto quello che ha fatto Jonathan Demme. Scomparso troppo presto. Come Fassbinder, Truffaut e Troisi. Ma capace di rendere il suo cinema ancora più immortale nel corso degli anni. In questo libro ripercorriamo tutta la sua sterminata attività: cinema, tv, documentari, videoclip. Poi ci sono le sue interviste. E da lì sembra partire un altro dei suoi film. Che non sembrano mai avere un finale. Come Rachel sta per sposarsi o Dove eravamo rimasti. Perché potrebbero anche non finire mai.

Simone Emiliani (a cura di)

--------------------------------------------------------------------
SCENEGGIATURA: Tutti i corsi in arrivo della Scuola di Cinema Sentieri selvaggi


--------------------------------------------------------------------

ebook 6,99€ | cartaceo 12,99€

Amazon | Apple iBookstore | Bookrepublic | Giunti al Punto | Google Play | IBS.it | Kobo Books | LaFeltrinelli.it | MondadoriStore

Autore

Simone Emiliani,  supervisore editoriale di Sentieri Selvaggi, collabora con Film Tv, Cineforum, Filmcritica, Filmparlato. Fa parte della Commissione della sic (Settimana Internazionale della Critica), sezione della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Ha curato il volume: Kevin Costner. I mondi imperfetti di un eroe per caso (Stefano Sorbini Editore), pubblicato le monografie su Walter Hill (Falsopiano, assieme a Mauro Gervasini), Dustin Hoffman (Gremese) e il saggio Fughe da Hollywood (Le Mani, scritto con Carlo Altinier).

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative