Rimini al cinema

Rimini al cinema
gennaio febbraio 2009
Cineteca di Rimini – Palazzo Gambalunga
 
Finite le festività natalizie, ricomincia Rimini al cinema, la rassegna cinematografica organizzata dalla Fondazione Fellini e dalla cineteca del Comune di Rimini, che offre ogni giorno al pubblico interessanti proposte cinematografiche.
Il cartellone della prossima stagione (gennaio-febbraio 2009) prende il via lunedì 12 gennaio con una rassegna che rende omaggio alla Nouvelle Vague, di cui ricorre il cinquantesimo anniversario. Tutti i lunedì (ore 16,30 e 21), fino al prossimo 26 gennaio, verranno proiettati due dei più significativi film appartenenti alla neoavanguardia francese, il cui debutto è stato fissato convenzionalmente nel 1959, anno in cui uscì I quattrocento colpi di François Truffaut (programmato lunedì 19 gennaio alle ore 21), anche se molti storici ne collocano l’inizio nel 1957 con il film di Roger Vadim Et Dieu créa la femme (Piace a troppi) interpretato da Brigitte Bardot.
D’altra parte la rassegna inaugura il 12 gennaio (alle 16,30) con Ascensore per il patibolo, un noir diretto da Louis Malle nel 1957, considerato un contributo fondamentale a quella tendenza che venne definita la “reinvenzione del cinema” negli anni cinquanta e sessanta in Europa. Alle 21 la rassegna propone il film bandiera della Nouvelle Vague, Fino all’ultimo respiro (1960), opera a quattro mani di Godard e Truffaut (autore del soggetto) realizzato con un budget ridotto in pochi giorni di lavorazione, con riprese effettuate nelle strade in mezzo alla gente e interpretato da un Belmondo nella sua forma migliore.
Lunedì 19, alle ore 16,30 verrà presentato un altro film rappresentativo della corrente, Fuoco fatuo, di Louis Malle, girato nel 1963. La rassegna si conclude lunedì 26 gennaio con Le beau Serge (alle ore 16,30), esordio di Claude Chabrol del 1957 e con un altro film battistrada della Nouvelle Vague, Hiroshima mon amour (1959) di Alain Resnais (alle ore 21).
Inoltre, due film emblematici della Nouvelle Vague, Jules e Jim, un classico del periodo, e L’anno scorso a Marienbad, altro film esemplare di Resnais, sono presenti nella seconda rassegna prevista in calendario, la tradizionale Coppie di fatto, organizzata in collaborazione con Fronte del pubblico – Cineteca di Bologna e dedicata questa volta al “linguaggio cinematografico”. Come consuetudine, due opere saranno messe a confronto: un classico (alle 16,30) e un contemporaneo (alle 21). Il paragone tra le due opere aiuterà a riflettere sui significati del tema preso in considerazione. Al tema della “luce” sarà dedicata la doppia proiezione del 2 febbraio in cui verranno accostati Jules e Jim (1962) di Truffaut e Barry Lyndon (1975) di Kubrik. L’anno scorso a Marienbad (1961) di Resnais sarà affiancato a Gomorra il 9 febbraio (tema di riferimento: “la rottura della linearità”). Sangue e arena di Fred Niblo (capolavoro del 1922, che diede fama mondiale al protagonista, Rodolfo Valentino) e Le iene – cani da rapina (1992) di Tarantino saranno i film presentati lunedì 16, dedicati a “Hollywwod”. Infine, lunedì 23 per la serie “La rappresentazione della rivolta”, verranno proiettati Roma città aperta (1943) di Rossellini, opera emblematica del Neorealismo alla cui sceneggiatura collaboròanche Federico Fellini, e Morgan matto da legare (1966) di Karel Reisz, significativa espressione della neoavanguardia inglese, di quel Free Cinema che ha ampiamente contribuito al rinnovamento del cinema europeo e non solo.
 
Il cartellone prosegue per tutta la settimana. I martedì e, talvolta i giovedì, saranno dedicati ad atti unici e a sezioni tematiche: l’incontro con Marco Bertozzi sul documentario, il reportage sull’emigrazione siglato dall’associazione Ilaria Alpi e la selezione di film brevi di Amarcort; il ciclo in due tempi sulla Shoah nell’ambito del progetto di Educazione alla Memoria e la campagna in tre episodi sull’affido promossa insieme da Provincia e Usl di Rimini. A rendere ancora più completo il programma, la seconda edizione delle lezioni sul cinema condotte da Roberto Naccari il venerdì pomeriggio. In chiusura di settimana, i film in prima visione con l’introduzione, da molti attesa, del doppio spettacolo serale previsto per il sabato.
 
L’ufficio stampa.
 
Salvo diversa indicazione, tutte le proiezioni hanno luogo nella
Cineteca del Comune di Rimini – Palazzo Gambalunga, via Gambalunga 27
 
Lunedì: proiezione pomeridiana ore 16,30 – ingresso libero
Lunedì: proiezione serale ore 21 
Ingresso: intero € 4,00 – ridotto € 3,00
 
Info:
Fondazione Fellini – tel. 0541 50303 fondazione@federicofellini.it
www.federicofellini.it
Cineteca – tel. 0541 704302 cineteca@comune.rimini.it
www.comune.rimini.it
lun. mer. ven.: 15-19 / mar. gio. sab.: 9-12
 
Rimini al cinema nel suo complesso è organizzata dalla Cineteca del Comune di Rimini, sezione della Biblioteca civica Gambalunga, e dalla Fondazione Federico Fellini, in collaborazione con i circoli cinematografici Hellzapoppin’, Belfagor, A’marena e da UNASP ACLI
 
Coppie di fatto e il linguaggio cinematografico è organizzato da Fronte del Pubblico – Cineteca di Bologna, con il contributo di Regione Emilia-Romagna Assessorato alla Cultura e Gruppo Hera.
 
La reinvenzione del cinema: I 50 anni della “Nouvelle Vague” è organizzato in collaborazione con la Cineteca di Bologna.