"Room 237" sui segreti di "Shining"

Il regista statunitense Rodney Ascher, a trent’anni dall’uscita di Shining di Stanley Kubrick, presenta Room 237, un documentario che indaga la simbologia e i significati nascosti del film. Negli anni sono state sviluppate numerose teorie sull’Overlook hotel e sulla follia omicida che Jack Torrance scatena contro la moglie Wendy e il figlio Danny.

Secondo il professor Gregory Cocks dell’università del Michigan Shining sarebbe una metafora dell’Olocausto per la ricorrenza del numero 42, l’anno in cui è stata pianificata a Wannsee la Soluzione finale. Mentre secondo altre teorie sarebbe una rappresentazione del genocidio dei nativi americani, visto che l’hotel era stato costruito su un cimitero indiano, o persino dello sbarco sulla Luna, considerato che la stanza numero 237 potrebbe far riferimento alla distanza tra la luna dalla terra che è di 237 mila miglia. (v. b.)