Timmy Frana – Qualcuno ha sbagliato, di Tom McCarthy

Timmy Frana non riesce proprio ad essere un bambino come tutti gli altri. Sfido voi, come si può pretendere di essere normali quando a undici anni si gestisce la più importante agenzia investigativa degli Stati Uniti (forse addirittura del mondo) insieme ad un orso polare di qualche quintale, appassionato di cereali e non sempre all’altezza della situazione? Per Timmy tutto questo è logico e cristallino ma vallo a spiegare a tutti quegli incoscienti che gli mettono solo ostacoli come sua madre, troppo impegnata in mille lavori per tirare avanti, al suo miglior amico Rollo, interessato solo ai bei voti e a quell’odioso del prof. Crocus che non fa altro che metterlo in punizione. Intanto, però, i casi da risolvere, sulla scrivania del suo studio, nel soffitto di casa, non fanno che aumentare e la rete di spie russe guidata da una misteriosa compagna di classe è pronta a colpire da un momento all’altro. È proprio difficile la vita da detective!

Il regista e sceneggiatore Tom McCarthy torna a collaborare con la Casa di Topolino (dalla sua penna sono nati Up e Ritorno al Bosco dei 100 acri) per confezionare con Timmy Frana: qualcuno ha sbagliato, un film originale perfetto per inaugurare Disney Plus, la nuova scintillante piattaforma streaming, appena scesa nell’arena dell’intrattenimento domestico. McCarthy esce dalle redazioni giornalistiche dei suoi ultimi progetti per raccontare una piccola e folle storia per l’infanzia, adattando il romanzo omonimo di Stephan Pastis. Nei corridoi e nelle aule di Portland, scenari non troppo diversi da quelli della serie 13, altra creatura televisiva di McCarthy, assistiamo ai viaggi e ai sogni ad occhi aperti del piccolo Timmy Frana (Failure, in originale) sempre impegnato a crearsi nuove avventure e nuovi casi, con il suo eccentrico (un po’ dissociato) modo di affrontare il mondo intorno a lui, degno dei più grandi detective, dal Tenente Colombo al famigerato Sherlock/Cumberbatch.

Come tutte le opere ispirate, anche in modo vago ed edulcorato, alla tradizione dell’hard boiled, i modelli Hammett e Chandler sono sbattuti in faccia al pubblico più smaliziato in modo evidente ma a differenza dei tanti epigoni newyorkesi, qui l’autoreferenzialità e la spocchia intellettuale, sono filtrati e cancellati dall’indistruttibile filtro disneyano che riduce tutto alla semplicità (apparente) del family movie. Timmy Frana, anche per l’intelligenza del suo regista/autore, dentro la sua spudorata confezione Disney (e l’amico a quattro zampe è il marchio di una grande tradizione) nasconde il dramma del suo piccolo protagonista dietro a una lettura esagerata e comica che intrattiene e lascia sorpresi. Il piccolo detective indaga e viaggia (con la mente) per scappare dalle sue paure, dalla sua solitudine, da una serie di piccoli e comuni drammi infantili che sono la quotidianità nel proletariato delle periferie americane. McCarthy come lo psicologo scolastico interpretato da Craig Robinson (straordinario) sa che il dolore di Timmy non va esploso o estirpato. Non c’è bisogno di sbattere in faccia al piccolo Marlowe l’abbandono del padre, le difficoltà della mamma, i suoi problemi scolastici, la sua povertà. La realtà è così dura che cullarsi in intrighi internazionali e super indagini ancora per qualche anno è, davvero, l’unica via per crescere coraggiosi.

Titolo originale: Timmy Failure: Mistakes Were Made
Regia: Tom McCarthy
Interpreti: Winslow Fegley, Ophelia Lovibond, Craig Robinson, Wallace Shawn
Distribuzione: Disney+
Durata: 99’
Origine: USA, 2020

 

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------
La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3

Il voto al film è a cura di Simone Emiliani

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------
Sending
Il voto dei lettori
3.5 (2 voti)