Tutta colpa di Freud. Incontro con Paolo Genovese e il cast

È stato presentato oggi presso il cinema Adriano di Roma il nuovo film di Paolo Genovese Tutta colpa di Freud, che verrà distribuito in 400 copie a partire dal 26 Marzo. Basato sull’omonimo romanzo di cui Genovese è autore, il film verrà mostrato in anteprima giovedì prossimo presso il Teatro dell’Opera. I produttori della Medusa Film e della Lotus Production, presenti in conferenza stampa, non tardano a sottolineare il sostanzioso finanziamento – circa 6 milioni di euro – investito a favore della qualità di un prodotto che, dice Marco Belardi, “Ci è piaciuto fin da subito”.

Stavolta si è voluto puntare sull’originalità; Paolo Genovese parla della difficoltà di proporre qualcosa di veramente nuovo e sottolinea l’importanza della scrittura quale elemento chiave dei suoi film; poi, annovera scherzosamente i tre principi cardine che devono necessariamente essere alla base di una pellicola di qualità: “una buona sceneggiatura, una buona sceneggiatura e una buona sceneggiatura”. Tre storie intrecciate, dunque, alla base di un film che gioca sull’andamento delle singole vicende e sull’alternarsi dei vari punti di vista; ecco quindi dipanarsi la storia di Francesco (Marco Giallini), analista separato, e delle sue tre figlie: Marta (Vittoria Puccini), romantica libraia che s’innamora di un uomo non udente (Vinicio Marchione), Sara (Anna Foglietta), lesbica decisa a ritornare etero, ed Emma (Laura Adriani) che ha una relazione con un uomo di trent’anni più vecchio di lei.

 

Mi incuriosiva mettere in scena il rapporto tra una ragazza udente e un ragazzo sordo” dice Vittoria Puccini “Due persone che per capirsi non possono far ricorso alla parola, bensì agli sguardi, alla fisicità e ai gesti. È stato magico, ho riscoperto il potere del silenzio, la sua energia. Ciò ha permesso ai due personaggi di creare subito un rapporto di intimità”. A tal proposito interviene il regista, raccontando della collaborazione con l’Associazione Italiana Sordi al fine di rendere i passaggi più delicati del copione il più verosimili possibile; “Il lavoro di documentazione e di approfondimento sono stati fondamentali”, ricorda Genovese, che in qualità di autore del romanzo ha curato anche la sceneggiatura della pellicola.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Anna Foglietta parla del suo personaggio, Sara, una ragazza lesbica che dopo una delusione amorosa decide di diventare etero, descrivendola come una persona che si appella al diritto di essere felice, una “Diversità che vuole diventare normalità”. Non è casuale la scelta di un tema così delicato; "Si è cercato di trattarlo con attenzione" precisa Genovese “Perché quando il diverso capita nella tua vita è sempre più difficile affrontarlo”. La terza figlia, Eva, è interpretata invece dalla giovanissima Laura Adriani; un ruolo pieno di vita, il suo, una ragazza in giusto equilibrio tra innocenza e provocazione che si contrappone totalmente all’uomo di cinquant’anni di cui s’innamora.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
 

E poi c’è un'altra protagonista, Roma. Sfuggente, difficile da raccontare “Anche a causa di problemi di viabilità e di permessi” puntualizza Genovese, che racconta di come anche una grande produzione americana come quella di Woody Allen abbia avuto in passato delle difficoltà a girare nel centro storico. Un tentativo, dunque, di offrire uno sguardo nuovo e fedele sulla città amata/odiata, di cui è sempre arduo cogliere il cuore pulsante. Un cuore cui non è mai stata resa del tutto giustizia: “L’abbiamo sempre sotto gli occhi, eppure la diamo per scontata.”

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------