#Venezia75 – La morte e l’innocenza di Frontiera, Alessandro Di Gregorio

Lampedusa è lo scenario del corto selezionato per Sic@Sic della Settimana della Critica. Due giovani al primo giorno di lavoro, uno da necroforo e l’altro alla prima missione da sommozzatore

Nella nostra penisola siamo abituati a pensare alla frontiera rivedendo quella che oltre le Alpi, al nord, ci separa dal resto dell’Europa. Ma la frontiera è tanto un luogo fisico quanto un luogo mentale, una condizione d’essere, limite oltre la quale si palesa l’ignoto, spesso confuso con la salvezza.

-------------------------------------------------------------
TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL


-------------------------------------------------------------
Alessandro Di Gregorio descrive una frontiera diversa, descrive l’Italia vista come frontiera dai profughi che ogni giorno si imbarcano in un viaggio tra la vita e la morte, tra la speranza in un futuro migliore e la paura di non riuscire a toccare terra ancora una volta. Lampedusa è lo scenario del cortometraggio dalla durata di 14 minuti selezionato per il concorso della Settimana della Critica per la sezione Sic@Sic 2018. Come protagonisti Di Gregorio ha scelto due giovani, un adolescente al primo giorno da necroforo e un ragazzo alle prese con la sua prima missione da sommozzatore. Non si conosco ma presto il destino trasformerà le loro vite attuando lo stesso processo di crescita e la conseguente perdita dell’innocenza. Uno con il compito di recuperare i morti dal mare e l’altro con quello di seppellirli, si ritroveranno calati in un universo in perenne bilico tra la vita e la morte.
Di Gregorio, classe 74, si qualifica come sceneggiatore in primis e poi regista. Il suo primo documentario, 8744, acquistato nel 2006 da History Channel andava a rispolverare una faccenda della seconda guerra mondiale legata agli IMI (Internati militari italiani), costretti ai lavori forzati nelle città tedesche in seguito alla guerra.
Il regista sembra aver trovato insomma nel mezzo cinematografico un modo per parlare del sociale, non resta quindi che vedere come Venezia lo accoglierà durante la 75esima edizione della Mostra del Cinema, alle porte.

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative