Newsletter 17/5/2008



L'ARTICOLO DELLA  SETTIMANA

locandina

Tutto su CANNES 61

le news, le recensioni, gli incontri, le foto, i video.

DAI NOSTRI INVIATI

 

 
Sublime opera di massimo alleggerimento di un peso massimo, assolutamente insostenibile. Toback, immenso regista statunitense, ci riconsegna Tyson consapevole di aver consumato, per la fretta che aveva, e anche per la paura, e infine per l’angoscia di una pausa, di un silenzio di troppo, di un imbarazzo, ogni pausa e distanza, preferendo, e infine dovendo scegliere la via breve, e perfino rapidissima, della prossimita’ violenta: chi sei? da dove vieni? perche’ sei venuto? cosa vuoi? cosa vuoi da me? VIDEO
Gli eventi più attesi della 3° giornata commentati da Giona A. Nazzaro. Analisi critiche su Un conte de Noel di Arnaud Desplichin e il coreano The Chaser, opera prima di Na Hong-jin
CANNES 61 – “Vicky Cristina Barcelona”, di Woody Allen (Fuori Concorso) 
I segni della stanchezza creativa di Allen sono stavolta meglio mascherati rispetto al passato. Merito di una scrittura  che ha recuperato un’antica brillantezza e un cast di attori in perfetta forma dove emerge soprattutto la scatenata Penelope Cruz che immette dei segni quasi slapstick all’interno di una collaudata e già riuscita struttura da ‘commedia sentimentale. Tra gli ultimi film del regista, questo è uno dei più convincenti. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Cztery noce z Anna (Quatre nuits avec Anna)”, di Jerzy Skolimowski (Quinzaine des r&eac … 
Dopo 15 anni di silenzio, il cineasta polacco torna a dirigere un film, a lungo pensato e voluto, e a lungo tenuto in sospeso in cui si alternano crudeltà e poesia ed è sotteso da un senso sconosciuto di malattia e di abbandono. Mai, nel suo cinema, era stata descritta l’inerzia impaziente del vivere. La troviamo qui, venata di surreale ironia, nella impossibile comunicazione
CANNES 61 – “San Paolo è una città alla fine del mondo…”, Incontro con Walter Salles e … 
San Paolo emerge come un girone infernale in questo film firmato a quattro mani da Walter Salles e Daniela Thomas. In particolare l’autore di Dark Water sembra ritornare con questo film ai temi di Behind the Sun e alle atmosfere di Central do Brasil.
CANNES 61 – ‘’Milh Hadha Al-Bahr (Le Sel de la Mer)’’, di Annemarie Jacir (Un Certain Regard) 
Primo lungometraggio per la trentaquattrenne palestinese Anneamarie Jacir che sembra avere la grazia della disperazione. Il cinema della regista si muove sul confine che non esiste, lascia che il suo immaginario si perda in un Paese che non c’e’. Due giovani cercano “acerbamente” pero’ quella terra promessa agognata, cercano ancora bagliori di speranza, come impronte nella polvere
CANNES 61 – “Un conte de Noël”, di Arnaud Desplechin 
Dopo l’ottimo
I re e la regina, il cineasta francese ritorna su alcuni temi e situazioni del film precedente: affettività nascoste, disgregazioni familiare e i segni della malattia e della morte attraverso un film corale d’impronta teatraloe nel modo di filmare lo spazio. Stavolta però il suo cinema così di getto, così potentemente fisico, ha il respiro affannato e manca il bersaglio. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – Voci Selvagge dalla Croisette La registrazione integrale dell'intervento di Leonardo Lardieri in diretta dal Festival su Radio Popolare Roma, nel corso del programma condotto da Isolda Martini Il Canto Della Balena, mercoledi 14 maggio.
CANNES 61 – VIDEO – La videogiornata sulla Croisette Gli eventi più importanti della 2° giornata del 61° Festival di Cannes commentati da Giona A. Nazzaro. Analisi su Leonera di Trapero, Three Monkeys di Nuri Bilge Ceylan e approfondimenti anche su Tokyo! del trio Gondry, Carax, Bong Joon-ho, Hunger di Steve McQueen e il cartoon DreamWorks Kung Fu Panda
CANNES 61 – “Tokyo!”, di Michel Gondry, Léos Carax, Bong Joon-ho (Un certain regard) Operazione irregolare e incostante dedicata alla metropoli giapponese. Quello di Gondry appare l’episodio più geniale e libero. Quello di Carax di una pazzia assoluta, da amare e detestare insieme. Alla fine lo sguardo più estraneo appare quello del cineasta coreano Boong Joon-ho in cui la metamorfosi thriller/horror appare decisamente più sbiadita rispetto all’opera precedente. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Soi Cowboy”, di Thomas Clay (Un Certain Regard) 
Dopo The Great Ecstasy of Robert Carmichael, presentato alla Semaine de la Critique di Cannes nel 2005, Thomas Clay ritorna sulla Croisette con Soi Cowboy, storia folle, a tratti crudele, sui molteplici destini dell’uomo, sulle diverse strade che si possono intraprendere nella vita…Un canto allucinato e allucinante a cui bisogna concedersi completamente
CANNES 61 – Le foto rubate (3)
CANNES 61 – “La patologia e’ l’occasione per la famiglia di fare il suo dovere di famiglia…”. Incont … 
Settimo lungometraggio per il regista francese, presente in questa edizione con Un Conte de Noel nella sezione principale. Il film racconta la storia di una famiglia disunita, riunita dopo alcuni anni al pranzo di Natale. La malattia della madre necessita assolutamente di un donatore compatibile per un trapianto di midollo. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Boogie”, di Radu Muntean (Quinzaine des Réalisateurs) 
Boogie, aka Bogdan Ciocazanu, riscopre le gioie delle baldorie notturne quando incontra per caso due suoi vecchi amici. Mentre in albergo, la moglie, passa i guai per mettere a letto il figlio…Il terzo film di Radu Muntean è un altro piccolo specchio ove guardare la (ri)nascita di una nazione. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Les 7 jours”, di Ronit Elkabetz, Shlomi Elkabetz (Semaine de la Critique) I due cineasti, al loro secondo film, confermano uno sguardo rigoroso nel mettere in campo i conflitti, le contraddizioni, le derive della società israeliana contemporanea, raccontandole, quelle lacerazioni profonde con le quali prima o poi venire a contatto, dall’interno di relazioni di coppia e familiari. Film d’apertura della 47° Semaine de la Critique
Il film dell’inglese Steve McQueen inaugura, in qualche modo, il festival delle biografie. Prima di vedere Maradona, Tyson e il Che, passa la storia vera di Bobby Sands, attivista irlandese degli anni ottanta, martire della resistenza. Bella sorpresa per il film d’esordio di un affermato e amatissimo artista contemporaneo che attraversa il cinema, la scultura e la fotografia
Lo sguardo del cineasta turco, più che filmare, registra tante microfratture con uno stile composto di inquadrature immobili per il quale certa critica ha scomodato addirittura Antonioni. Forse si è fuori dal coro, ma la sua opera – tranne qualche squarcio visivo in Uzak – sembra invece soltanto il segno di un’autorialità solo esibita che si compiace mentre guarda se stessa. Ma, oltre il fastidio e la noia, non (ci) provoca nessuna reazione. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Kung Fu Panda”, di Mark Osborne, John Stevenson (Fuori concorso) 
La DreamWorks guarda verso Oriente in un altro viaggio – attraverso l’- im(possibile) che riesce a portare efficacemente verso altre dimensioni. Quella che può inizialmente apparire come una parodia del wuxiapian si trasforma in un felice omaggio e un efficace riciclaggio di simboli, movimenti, corpi in versione cartoon del genere, dettagliatissimo nelle forme ma anche dinamico e scoppiettante visivamente. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “È un film sulle infinite modalità con cui l’amore può declinarsi…” … Dopo il silenzio che ha accompagnato Blindness, il film di Fernando Meirelles che ha aperto il Concorso, e i timidi consensi che hanno contraddistinto la proiezione dell’israeliano Waltz wth Bashir, arrivano i primi fragorosi applausi per Leonera, quinto film dell’argentino Pablo Trapero.
CANNES 61 – “Leonera”, di Pablo Trapero (Concorso) 
Giunto al suo quinto film, ma con ancora l’eco del suo esordio Mundo grùa (1999) a fargli da biglietto da visita, Trapero è forse l’esponente meno apparentato alla New Wave argentina e lo dimostra con questo film sicuramente sincero ma a tratti indeciso sul da farsi. In Concorso a Cannes 2008. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Questa storia è la mia storia personale. Il film ritraccia quello che dalla mia … 
Documentarista per la televisione israeliana, Ari Folman si e’ sempre occupato nella sua carriera professionale dei territori occupati. Il film presentato in concorso a Cannes e’ un documentario d’animazione, come ha voluto sottolineare lo stesso autore. Waltz With Bashir e’ una sorta di ricostruzione degli incubi che attanagliano i protagonisti, dopo aver vissuto il massacro di Sabra e Shatila agli inizi degli anni ottanta. VIDEO
CANNES 61 – VIDEO – Il concorso della 1° giornata Il critico Giona A. Nazzaro ci parla dei due film dell'apertura del concorso di questa 61° edizione: Blindness di Fernando Meirelles e Waltz With Bashir di Ari Folman
CANNES 61 – ‘’Waltz with Bashir ‘’, di Ari Folman (Concorso) Ari Folman e’ un documentarista della televisione israeliana, da sempre impegnato professionalmente sul fronte dei territori occupati ed e’ al suo secondo esperimento di animazione. Atipica e folgorante opera dai ritmi blandi e trasognanti, dove l’incubo e la tragedia di Sobra e Shatila e’ piu’ che altro sguardo che sorvola. Non e’ un vedere meglio, un voler acuire la vista e la memoria, ma un perdersi, mai pero’ follemente, in un’ipotetica e ulteriore trasfigurazione della verita’ agognata. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – Le foto rubate (1)
Dopo Venezia anche Cannes inaugura la sua sezione di immagini rubate. La Croisette, il Palais du Cinéma, strade, volti, protagonisti, pubblico, appassionati, eventi di questa 61° edizione. Da quelli più visibili ai mass-media a quelli più nascosti…
CANNES 61 – “Blindness”, di Fernando Meireilles (Concorso) 
Tratto dal romanzo “L’aveuglement” di José Saramago pubblicato nel 1995, il film è come condizionato dallo sguardo invasivo e onnipresente di Meirelles che pretende di controllare il caos e la pazzia crescente dei protagonisti attraverso il suo cinema profondamente narcisista. Peccato, perché dietro il progetto si sente la presenza di Don McKellar, sceneggiatore del film e regista nel 1999 dell’ottimo Last Night. Nelle sue mani la pellicola poteva essere davvero un’altra cosa. VIDEO TRAILER
CANNES 61 – “Siamo animali che giocano a fare i sofisticati…”. Incontro con Fernando Meirelles 
Fernando Meirelles, cinquantatreenne regista paulista, ha l’arduo compito di aprire il 61° Festival di Cannes. Al terzo lungometraggio dopo il sorprendente
City of God e il controverso The Constant Gardener si intitola Blindness ed è la trasposizione cinematografica del romanzo Cecità dello scrittore portoghese Premio Nobel José Saramago.
CANNES 61 – Cannes, nessundove, spazio di mezzo del cinema… 
Dal 14 al 25 maggio si prevede un’edizione incontenibile, la numero 61 della serie. 1700 proiezioni (considerando anche il mercato) per 93 Paesi rappresentati. Sulla Croisette è come partire per un viaggio e l’unico modo per viverlo è sporgersi dal finestrino, farsi travolgere dal vento forte o accarezzare dalla brezza marina, cogliere frammenti e schegge di immagini. Alcune di esse sono le immagini di questo spazio di mezzo, su cui ci muoviamo, certe volte vivendolo come un nessundove, altre volte come la terra promessa dal cinema. VIDEO

 

GLI ALTRI ARTICOLI
IL VIDEO DEL GIORNO – Teaser e foto di Tôkyô!, il trittico di Leos Carax, Michel Gondry e Bong Joon-Ho
Arrivano da Cannes 2008 (sezione Un certain regard) nuove foto ufficiali e tre teaser trailer del progetto collettivo Tôkyô!, tre frammenti visionari che avevamo anticipato e di cui avevamo pubblicato le prime foto: la favola surreale di una coppia in cerca di futuro e una ragazza alle prese con la trasformazione in una… sedia (Interior Design di Michel Gondry), la storia d’amore tra un hikikomori che ha perso ogni contatto col mondo e una ragazza addetta alla consegna di pizze (Shaking Tokyo di Bong Joon-Ho), la vicenda di un uomo misterioso venuto da un tombino (il grande Denis Lavant) che i media si affrettano a chiamare “La Creatura delle Fogne” portatore di caos nelle vie della metropoli con una serie di azioni irrazionali e provocatorie (Merde di Leos Carax). In sala in Francia dal 17 Settembre 2008 per la distribuzione di Haut Et Court. A Wild Bunch la distribuzione internazionale. GALLERIA FOTOGRAFICA. VIDEO
 
NERO/NOIR – I sogni muoiono sotto terra: José Giovanni (Prima parte)
La biografia si fa racconto. La storia del vero duro del polar è già di per sé una straordinaria avventura, scritta col sangue sulle pagine di un vecchio romanzo. Una storia che si riflette sulle tante “storie” raccontate. Perché Giovanni ha saputo raccontare fedelmente l’animo dei “truand”. Un ritratto dall’esperienza del carcere ai primi contatti con il mondo del cinema
 
DVD – "I Sovversivi", di Paolo e Vittorio Taviani
Film epocale che documenta e anticipa buona parte delle pulsioni politiche del decennio successivo. Fotografate ancora in stato embrionale, con un tempismo ed una precisione prodigiosa, nel loro lento e incessante prender forma. Distribuisce Surf Video.
 
“Una ballata bianca”, di Stefano Odoardi
Stefano Odoardi accompagna nel loro addio i due anziani coniugi di Una ballata bianca, li segue rispettosamente mentre ascoltano il rumore delle loro vite e contemplano il silenzio che lentamente ha coperto le loro esistenze, li segue mentre scavano, con tenera e disperata nostalgia, tra le macerie della memoria
 
"Caccia spietata", di David Von Ancken
Caccia spietata è la storia dell’odio insanabile tra due uomini, che si inseguono senza tregua ripercorrendo tutti i luoghi cari al cinema western. Diretto dal regista televisivo David Von Ancken, è un film che tenta la difficile e coraggiosa strada di attraversare non solo il deserto, ma anche il genere, la costruzione dei suoi miti e di conseguenza la storia degli Stati Uniti.
 
"Solo un bacio per favore", di Emmanuel Mouret Un incontro galante si trasforma nella tragicomica cronaca di una relazione adultera. Al di là dell'eleganza formale, il film di Mouret non riesce a rendere molto credibile e coinvolgente la sua riflessione sugli imprevisti dell'amore. Presentato al 64° Festrival di Venezia alle Giornate degli Autori


 

 

 
 

 

 
 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa e-mail viene inviata a tutti gli utenti che entrano in contatto con Sentieri selvaggi. Gli  indirizzi e-mail sono stato reperiti attraverso iscrizione diretta alla newsletter o attraverso e-mail da noi ricevuta. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta a garanzia della privacy. Ai sensi del decreto legislativo 30.06.2003 n.196. Il titolare del trattamento dei dati è Associazione Culturale Sentieri selvaggi con sede in Roma, a Lei competono i diritti di cui all'art.7 del codice della privacy. In ogni momento potrà chiedere la modifica, il non utilizzo o la cancellazione dei suoi dati, scrivendo a Sentieri selvaggi: info@sentieriselvaggi.it

 

 

Seconda settimana per…Sfiorarsi !!

sul set di sfiorarsiSeconda settimana, dunque, per il film di Angelo Orlando al Filmstudio (a Roma, via Orti D'Alibert, a Trastevere, orari classici 16.30/18.30/20.30/22.30). Il pubblico è accorso, il film è un piccolo successo e il Filmstudio "tiene" fino al 25 maggio. E dopo il successo di critica e di pubblico ottenuto a Roma "Sfiorarsi " sta per uscire nelle sale di Padova (17/18/19 maggio al Cinema Torresino, Tel.: 0498/758270), Mantova (dal 20 maggio) e Brescia (6/7/8/9 giugno) e presto in altre città.  A tal proposito invitiamo i gestori di sale, cineforum cineclub, ecc, che leggono Sentieri selvaggi, a contattarci per portare il film anche nelle altre città. Angelo Orlando e Valentina Carnelutti verranno volentieri a presentarlo nella prima serata di proiezione. E noi lo segnaleremo a tutti i nostri lettori. Il film è stato inoltre selezionato per partecipare ad importanti festival internazionali.

E’ attualmente presente al Singapore European Festival (dal 3 al 20 maggio) e sarà al Napoli Film Festival (dal 6 al 16 giugno) e al Hong Kong Film Festival (dal 3 al 20 giugno)

 

ECCO IL TRAILER DEL FILM

http://www.youtube.com/watch?v=hT2Cxva130M

la recensione di Sentieri selvaggi

 



 

HD Alta Definizione

TRE IMPERDIBILI WORKSHOP DELLA SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI
 
Reportage di viaggio  dal 31 maggio al 29 giugno
HD – Alta Definizione!                           7/8 giugno
SCRIVERE per la TELEVISIONE    20/21/22 giugno
 
Ancora una volta Sentieri selvaggi propone dei corsi brevi, full/immersion, altamente qualificati, a condizioni estremamente “popolari”.
Per documentaristi, operatori, fotografi, registi e sceneggiatori. E per tutti gli appassionati di cinema
 

Reportage di viaggio   è l’ampliamento del workshop, tenuto in un singolo weekend, che aveva avuto già un ottimo successo nel giugno 2007. Questa volta in tre weekend sarà possibile approfondire ulteriormente e provare anche a  strutturare dei brevi reportage esercitativi, nella tradizione del “fare” della nostra Scuola di Cinema

 

HD – Alta Definizione! è l’unico corso del genere in Italia, anche questo alla sua seconda edizione. Quest’anno ci saranno molte novità e soprattutto, data la complessità e le innovazioni continue sul tema dell’Alta Definizione, aumenteranno i punti di vista di professionisti del settore, ospiti che aggiorneranno e arricchiranno con le loro esperienze la qualità del corso.

 

SCRIVERE per la TELEVISIONE, dopo la felicissima esperienza della prima edizione del 2007, ha scelto la strada della estrema concretezza e professionalità sul campo dei nostri ospiti. Al “maestro” di sceneggiatura Demetrio Salvi si affiancheranno due professionisti delle più note serie TV nazionali, e gli allievi avranno la possibilità di vedere analizzati anche le loro idee per possibili progetti televisivi (miniserie, lunga serialità, sit-com, soap).

 

 

 

SENTIERI SELVAGGI AL DETOUR 

Lunedi 12 maggio ore 20.15

ultimo incontro di STORIE DEL CINEMA

SOGNI

Un'immagine del mondo che corrisponda ai nostri desideri

 

lezione di Michele Moccia (redattore di Sentieri selvaggi)

ore 21.30 FILM A SORPRESA!!!

a Roma, via Urbana 47/a

28a edizione del Premio Adelio Ferrero
Banner Premio Ferrero

L’A.T.A. Srl – Teatro Comunale di Alessandria, in collaborazione con la Scuola Holden di Torino, organizza la 28a edizione del Premio Adelio Ferrero (1935 – 1977) riservato ai giovani saggisti e critici di cinema (dai 16 ai 27 anni). Per partecipare è necessario far pervenire il saggio o la recensione, unitamente alla domanda, entro il 30 giugno 2008 all’A.T.A. Srl. – Teatro Comunale di Alessandria (Segreteria del Premio Ferrero), Via Savona 1 15100 Alessandria. La tassa di iscrizione è di € 25,00. La giuria del Premio “A. Ferrero” assegnerà € 1.000,00 al saggio primo classificato, € 500,00 ai saggi ritenuti meritevoli; € 400,00 alla recensione migliore, € 250,00 alle recensioni meritevoli. La Scuola Holden premierà invece con un corso on-line tra quelli realizzati dalla Scuola stessa. Maggiori informazioni e bando completo sul sito www.teatrodialessandria.it e www.teatrodivalenza.it

 

info: A.T.A. Srl – Teatro Comunale di Alessandria Via Savona, 1 – 15100 ALESSANDRIA Tel.  0131/234266 



 
Sfiorarsi
 
racconti_da_stoccolma

 

 

 

 

 

 

SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

 

PROSSIMI WORKSHOP IN ARRIVO:

Reportage di viaggio (maggio/giugno 2008)

Tre week-end full immersion di visioni di reportages televisivi, uso della telecamera e degli strumenti più necessari alle riprese in tutte le condizioni, esercitazioni sul linguaggio base dell’audiovisivo, fondamentali spiegazioni sulla produzione e realizzazione dei documentari che “funzionano”, una puntuale schematizzazione del percorso realizzativo che partendo dall’idea, prosegue attraverso le riprese e il montaggio per poi compiersi nella composizione di un reportage vedibile e magarivendibile 

17/18 maggio 2008

31 maggio/1 giugno 2008

14/15 giugno 2008

dalle ore 10.00 alle 20.00

Docente: Bruno Schiavoni

 

 

workshop HD Alta Definizione

HD – Alta Definizione! (7/8 GIUGNO 2008)

Seconda Edizione del workshop per operatori, film-makers, registi, montatori, produttori cine-televisivi e per tutti gli appassionati di tecnologie avanzate. Una full-immersion di due giorni molto operativa, ricca di esempi e di chiarimenti su ciò che è il mondo, in rapida evoluzione, della ripresa digitale in alta definizione. Una panoramica sulle tecniche dei nuovi sistemi con tanto di prove in studio per sperimentare direttamente cosa vuol dire riprendere e lavorare in HDV.  

LostSCRIVERE per la TELEVISIONE (20/21/22 giugno)

 

Tre giornate full-immersion per apprendere le strategie della sceneggiatura e utilizzare le tecniche essenziali della scrittura televisiva. Questo workshop vuole fornire gli strumenti essenziali, immediatamente utilizzabili dello scrivere per la televisione (miniserie, sit-com, soap, telefilm). Pratica più che teoria, tecnica più che aneddotica.

Il progetto prevede approfondimenti teorici e momenti “laboratoriali” durante i quali verranno analizzate proposte che gli allievi sono invitati a inviare prima del corso: se a Demetrio Salvi è delegata la parte “di base” e “tecnica”, la sceneggiatrice ed editor Francesca Primavera (autrice delle prime due serie de I Cesaroni) e il giornalista e sceneggiatore Massimo Cerofolini (autore di serie come Papa Giovanni, Madre Teresa  e Papa Luciani ) vi aiuteranno a definire le strategie necessarie a elaborare progetti e sceneggiature convincenti per la Tv.  Date: 20/21/22 giugno.

   

iscriviti QUI!Scuola di cinema Sentieri Selvaggi: scuole e corsi di cinema, sceneggiatura, recitazione, critica cinematografica, fotografia, montaggio, regia e scrittura Roma - università del cinema e documentari. Borse di studio, critica cinematografica, corsi AVID - FInal Cut - ufficio stampa - produzione - Alta Definizione. Corsi per insegnanti per insegnare cinema a scuola e corsi per filmmakers. Sentieri Selvaggi incontra alla Mostra del Cinema di Venezia il grande regista di Hong Kong e il suo collaboratore Wai Ka-fai. Ad un certo punto dell'intervista abbiamo passato la videocamera al maestro che si è esibito in una breve ma intensa ripresa

 



da NOSHAME FILMS
DVD NOSHAME FILMS
 


 

 
Demetrio Salvi

SCRIVERE E GIRARE UN CORTOMETRAGGIO 

manuale per filmmakers



 

 





 

 
 

LE OFFERTE ESCLUSIVE PER I NOSTRI LETTORI                    I LIBRI DI SENTIERI SELVAGGI

Dalla Scuola di Cinema Sentieri selvaggi il primo manuale completo per i filmmakers redatto dal docente del corso di regia.

prezzo € 16.50 ORDINA QUI! (prima ristampa)

 

 

 

 

 

Francesco Ruggeri

TAKESHI KITANO Della morte, nell'amore

Edizioni Sentieri selvaggi

Collana I libri di Sentieri selvaggi n. 01 – Aprile 2005

192 pagg formato 15,5 cm  x 21 cm

prezzo € 9.50 ORDINA QUI!

 

 

 

 

 

sentieriselvaggishop2.jpg

 

NEWS
  Omaggi ad Arturo Ripstein, Nicolas Roeg, a Dusan Hanák, Juraj Jakubisko, alla New Hollywood e molto altro ancora…

Alla presentazione del documentario Tyson, ieri sera, presente, oltre al regista, anche il grande campione di boxe

Ad inaugurare la sezione Cannes Classics, Lola Montes di Max Ophuls

Il film di questa mattina in concorso, Linha de Passe, e' stato calorosamente accolto dalla critica

Il Museo del Cinema di Torino dedica una retrospettiva all'attore e regista americano, Presidente della Giuria a Cannes 61 

Un’autoproduzione italiana e una mostra presentate negli eventi collaterali del Festival di Cannes. GALLERIA FOTOGRAFICA. TRAILER.

E' morto John Philip Law, aveva 70 anni

La Cineteca di Bologna rinnova il proprio impegno nel recupero dei grandi film perduti, e anche quest’anno il Festival di Cannes sarà vetrina per due restauri d'eccezione

Dopo Redacted Bran De Palma torna girare in Medio Oriente

Un conte de Noel, in concorso, acquistato per il mercato americano

Dennis Hopper festeggera' 72 anni al festival in compagnia di Jack Nicholson

Tempi duri per il colosso statunitense…

Il regista statunitense ha trovato la distibuzione per il suo film sul Presidente Bush

In occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia sarà presentato l’ultimo film di Fabiomassimo Lozzi

Jack Black dà il meglio di sè durante la presentazione del film Kung-fu Panda

Problemi di sicurezza alla base del giallo sulla presenza dello scrittore Roberto Saviano

Allarme terroristico al Festival di Cannes per il film sulle vignette satiriche

Gia' dalle prime battute, al festival ospiti d'eccezione

A Cannes si parla gia' del prossimo film di Ken Loach, nato da un soggetto dell'ex calciatore francese

Oggi partono anche le tre sezioni collaterali al concorso  

Il film di Pablo Trapero, Leonera, è stato presentato questa mattina alla stampa

Il nuovo film di Michel Gondry, dal 23 maggio in sala, ispira i registi amatoriali del web alle prese con remake di film di culto.  GALLERIA FOTOGRAFICA. VIDEO

In contemporanea in 12 schermi digitalizzati sarà trasmesso in contemporanea dalle 19.00, uno speciale di 85 minuti sulla serie TV

 

Scuola Sentieri Selvaggi