"500 giorni insieme", di Marc Webb

500 giorni insieme 500 days of summer Zooey Dechanell
Alzi la mano chi non ha mai cantato in playback. Si resta affascinati dalla più normale, media banale delle storie: perché l'esordio di Marc Webb è il film che tutti – ma proprio tutti – ci siamo fatti…

zooey deschanell 500 giorni insieme 500 days of summer Alzi la mano chi non ha mai cantato in playback davanti allo specchio. Il successo a Locarno era solo l'inizio per l'esordiente Marc Webb: film cult dell'estate americana, questo 500 days of summer (affascinante titolo stroncato dalla traduzione italiana) è già anche un fenomeno della rete, con tanto di video amatoriali e poster personalizzati creati dai fan della pellicola. Piuttosto probabile che più di qualcuno, spettatore o critico che sia, resterà infastidito o quanto meno perplesso davanti a un simile seguito. Perché 500 giorni insieme è la più normale, media, banale delle storie: lui è un clerk sveglio, lei è la nuova arrivata in ufficio, bellissima e apparentemente ritrosa; lui si innamora, lei forse…Passano i giorni di un calendario da 0 a 500, e finisce proprio come ti aspetti. Eppure si rimane affascinati da questo film così prevedibile, così personale, scopertamente (furbamente?) in cerca di un dialogo con l'identificazione. E non è solo per la disarmante semplicità delle scene girate nei luoghi quotidiani – gli interni delle case, l'ufficio, il pub, i parchi e i negozi. Non è solo il fascino, il carisma e la carica di Zooey Deschanel, vera calamita nel film – perno della sceneggiatura e delle linee di sguardo – e del film, immanente ragione d'essere tanto per la pellicola quanto per il protagonista maschile. Vita (del regista, del personaggio) e rappresentazione si sovrappongono negli sguardi dell'attrice, in quei pochi e preziosi momenti di estasi contemplativa che, ovviamente, sono tutti per lei: una serenità sorridente riflessa nel chiaro del vetro di una macchina, un corpo gentile e leggero su un letto pieno di luce, piccoli difetti e una canzone al karaoke. Già, il karaoke. Non è solo per queste impressioni che 500 giorni insieme ha sedotto e seduce il pubblico. Il film di Marc Webb è il film che tutti vorremmo girare. La dichiarazione d'amore in musica che tutti vorremo fare o ricevere. E il film che tutti – ma proprio tutti – ci siamo fatti…

Titolo originale: 500 days of summer
Regia: Marc Webb
Interpreti: Jospeh Gordon-Levitt, Zooey Deschanel, Geoffrey Arend, Chloe Moretz, Matthew Gray Gubler, Clark Gregg
Distribuzione: 20th Century Fox
Durata: 95’
Origine: USA, 2009

---------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA

---------------------------------------------------------------

 

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative