Archivio Aperto

ARCHIVIO APERTO
Bologna, 27 ottobre – 6 novembre 2010
terza edizione
proiezioni – installazioni – momenti performativi – esposizioni – conferenze – workshop – visite guidate
Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia
Istituto Storico Parri

Via S.Isaia 18-20
 
L’appello continua: portate le vostre pellicole Super8, 8mm, 16mm, 9,5mm Pathè Baby, vi sarà data l’opportunità di trasferirle gratuitamente in DVD! 
 
PROGRAMMA
MERCOLEDI' 27/10 
World Day for Audiovisual Heritage / Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo UNESCO
9.30-13.30 Workshop
Memorie nascoste. Valorizzazione degli archivi audiovisivi privati nell’ambito di mediateche, biblioteche, musei e istituzioni culturali
I progetti di raccolta di film amatoriali in Emilia-Romagna ed esempi di valorizzazione del patrimonio audiovisivo inedito e privato (mostre, installazioni, film documentari).
In collaborazione con la Videoteca dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.
Si consiglia l’iscrizione anticipata inviando una e-mail a info@homemovies.it o telefonando al n° 051-3397243.
18.30 Inaugurazione delle esposizioni
Reminiscences – ConceptOtto incontra Home Movies
 e Ritratti vivi / Living Portraits
Segue aperitivo offerto dall’Enoteca Tumedei.
21.00
Hollywood Home Movies
Antologia a cura dell’Academy Film Archive (Los Angeles). Film inediti: vacanze in Italia e nel Mediterraneo di attori e registi,  riprese dal set di On the Waterfront (Fronte del porto, 1954).
Inoltre sequenze girate dal cineamatore Ermanno Acanfora nel golfo di Sorrento sul set di Pane amore e… (Dino Risi, 1955).
Vedremo tra gli altri Alfred Hitchcok e famiglia in vacanza in Italia, Fred Zinnemann in Costa Azzurra con Yves Montand, Simone Signoret e Richard Widmark, al lavoro e in momenti di relax negli Stati Uniti, in Italia e in Grecia ed Elia Kazan, Marlon Brando, Karl Malden, Jean Negulesco, Alan Ladd, Sophia Loren e Vittorio De Sica.
Posti limitati, si consiglia la prenotazione
.
 
GIOVEDI' 28/10
21.00
Omaggio a Jonas Mekas e al Film Diario 
Proiezione evento di Walden. Diaries, Notes and Sketches (Jonas Mekas, 1969, 180’)
Un film mitico, il capolavoro che ritrae nel corso degli anni ’60 la comunità artistica newyorkese, da Andy Warhol ad Allen Ginsberg, dai Velvet Underground a John Lennon… La proiezione è un omaggio alla forma del film diario, introdotta da Mekas, poeta ed eroe della contro-cultura americana. Introduce Pip Chodorov (Film Gallery)
 
VENERDI' 29/10
21.00 c/o Modo Infoshop, Via Mascarella 24.
Il futuro è obsoleto? Incontro sull’uso del Super8 nell’era digitale.
Ha senso oggi filmare in Super8? La domanda è retorica. L’incontro introduce un progetto per promuovere l’uso di una pellicola che sembrava destinata a una rapida fine e che invece resiste ai passaggi tecnologici da almeno 30 anni. Ancora pochi giovani filmmakers e artisti ne conoscono le potenzialità e la tecnica. Modo Infoshop diventa distributore di pellicola vergine e Home Movies l’affianca nell’organizzazione di incontri, workshop e iniziative per favorirne l’uso.
 
SABATO 30/10
15.00 Apertura al pubblico dell’Archivio
Raccolta di film amatoriali, visite guidate al laboratorio e ai locali di conservazione dei film, dimostrazioni tecniche di trasferimento in digitale delle pellicole.
Visita guidata alle 16.00 (su prenotazione)
18.00 Proiezioni con sonorizzazione dal vivo:
Bologna vista dai bolognesi – Antologia per una mappa visuale della città – I Parte
Expanded Archive Live – Per un’archeologia dello sguardo
Work in progress  con Relabtv. Il principio è la scomposizione e il riordino dell’Archivio, procedendo attraverso lo studio e la catalogazione del linguaggio del film di famiglia. Linguaggio determinato dall’evoluzione storica e tecnologica e dall’uso culturale e sociale del cinema privato.
 
DOMENICA 31/10
10.00 – 20.00 Apertura al pubblico dell’Archivio.
Raccolta di film amatoriali, visite guidate al laboratorio e ai locali di conservazione dei film, dimostrazioni tecniche di trasferimento in digitale delle pellicole.
Visita guidata alle 11.30 (su prenotazione)
Dalle 16.00 in poi proiezioni e presentazioni di progetti di restauro e di ricerca:
Bologna vista dai bolognesi – Antologia per una mappa visuale della città – II Parte
I film medici di Vincenzo Neri, famoso neurologo bolognese e fondatore di Villa Baruzziana, girati tra il 1908 e il 1928, ritrovati e restaurati, in parte girati al Rizzoli, di grande valore storico. Progetto realizzato con il laboratorio di restauro cinematografico La Camera Ottica di Gorizia e col sostegno di Haghe Film Foundation di Amsterdam.
Italian American Home Movies. Recupare i film degli italiani emigrati negli Stati Uniti, un progetto in corso con il Center For Home Movies di Baltimora. I film e la storia della famiglia Lombardi, originaria di Fornelli (Isernia) sono i protagonisti di questo primo capitolo di una lunga saga.
 
SABATO 06/11
10.00-18.00 Giornata di studi
Il cinema privato, una nuova fonte per la storia? – Terza parteIl treno va a Mosca
L’immaginario comunista degli anni ‘50, negli occhi e nei desideri dei giovani di allora, a partire dai film di viaggio in Unione Sovietica per il Festival della Gioventù. Le cineprese amatoriali impressionarono su pellicola i fasti sovietici ma anche scorci di una Russia ‘mai’ vista, che all’interno del PCI fu considerata ‘mal’ vista.
In collaborazione con la Sezione audiovisivi dell’Istituto Storico Parri e la Videoteca dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.
Si consiglia l’iscrizione anticipata inviando una e-mail a info@homemovies.it o telefonando al n° 051-3397243
.
27 ottobre – 6 novembre 2010 Apertura esposizioni:
Reminiscenses – ConceptOtto incontra Home Movies
Samantha Otto espone originali riproduzioni di fotogrammi ingranditi e stampati su ceramica e argilla, sentendo la necessità di rendere meno fragili le immagini. Con il sostegno trovato a Parigi e a New York di filmmaker, artisti e curatori, ha creato serie di ceramiche tratte da alcuni dei più importanti film dell'avanguardia americana. Dopo l’esposizione nelle gallerie d’arte, l'incontro con Home Movies genera un'altra possibilità: i milioni di fotogrammi dell'Archivio sono tracce di vita da conservare, trasmettere e ora da fissare su una parete di una casa e di un luogo pubblico.
Ritratti vivi /Living portraits – L’archivio filmico e fotografico di Don Zanni
La mostra segna una tappa del lungo lavoro intrapreso sull’Archivio filmico e fotografico di Don Artemio Zanni (1914-1990), ormai noto come il prete con la macchina da presa. Un archivio particolare ritrovato a Felina, sugli Appennini reggiani, dove Don Zanni ha vissuto e operato dal 1945 fino alla morte, ritraendo per circa 40 anni un’intera comunità. In particolare i bambini di Casa Nostra, la struttura da lui fondata che nel corso dei decenni ha accolto, nutrito e cresciuto, all’interno di una famiglia allargata, centinaia di ragazzi poveri. La mostra, realizzata da Home Movies e Relabtv, in collaborazione con il ViaEmili@DocFest, offre la possibilità di esplorare un archivio che presenta una documentazione visiva ricchissima e di riflettere sul ruolo e sull’uso sociale delle immagini fotografiche e filmiche.
Le iniziative sono tutte a ingresso libero e si svolgono all’Istituto Storico Parri, salvo diversa indicazione nel programma.
Gli spazi espositivi sono aperti negli orari indicati nel programma e inoltre dal 28 ottobre al 6 novembre h 16-19.
Per la giornata di studi e il workshop è possibile richiedere un attestato di partecipazione.
Le visite e la possibilità di partecipare al progetto di recupero dei film di famiglia e amatoriali proseguono su appuntamento, oltre le date del programma di Archivio aperto.
Archivio aperto è un progetto di Home Movies
realizzato con la collaborazione dell’Istituto Storico Parri e della Videoteca dell’Assemblea Legislativa-Regione Emilia-Romagna
con il sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Fondazione Carisbo, nell’ambito del progetto “Una città per gli Archivi”, e Soprintendenza Archivistica per l’Emilia Romagna – Ministero per i beni e le attività culturali
con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bologna.
Partner Operativo: Kiné
Media  Partner: Radio Città del Capo
Partecipazione al progetto di: Academy Film Archive (Los Angeles), Center For Home Movies (Baltimora), Film Gallery (Parigi), Re:Voir (Parigi), Relabtv (Università di Modena e Reggio Emilia), La Camera Ottica (Università di Udine), Modo Infoshop (Bologna), Associazione Griò (Bologna)
info@homemovies.it
051 3397243

Archivio aperto

ARCHIVIO APERTO

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------
L'Archivio Nazionale del Film di Famiglia per la città

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Proiezioni, installazioni, momenti performativi, esposizioni, conferenze, workshop, visite guidate

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Portate i vostri film 8mm Super8 9,5mm 16mm
raccolta, recupero e digitalizzazione di pellicole amatoriali

24 ottobre – 10 novembre

Bologna, Associazione Home Movies,  Via S. Isaia 18-20

Presentazione

Archivio aperto nel 2009 si amplia grazie al sostegno che le attività dell'Archivio Nazionale del Film di Famiglia da quest’anno ricevono attraverso i finanziamenti previsti da Una città per gli archivi, progetto della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e della Fondazione Carisbo. Ne consegue, per il biennio 2009-2010, il forte impulso alle attività di restauro conservativo, digitalizzazione e catalogazione dei fondi filmici privati della città e del territorio.
A partire da questo lavoro archivistico, è possibile elaborare e sviluppare maggiormente la valorizzazione, lo studio e la rielaborazione artistica del patrimonio audiovisivo dell'Archivio. Un patrimonio recuperato grazie al contributo di tanti cittadini, da restituire alla città.

L'Associazione Home Movies è infatti lieta di presentare i risultati del lungo lavoro di restituzione della memoria privata alla collettività, all'interno di una manifestazione che ha raggiunto l'obiettivo di diventare un appuntamento fisso, costruito attorno alla Giornata mondiale del patrimonio audiovisivo, con un’identità forte e riconosciuta.

Il programma, ricco e articolato, unisce gli eventi a occasioni di approfondimento: visite guidate, proiezioni e sonorizzazioni dal vivo, la mostra Sguardi femminili e l’installazione Re-visioni (aperte al pubblico fino al 10 novembre), postazioni interattive e multimediali, momenti performativi, conferenze e workshop.
L'augurio è che agli ormai 180 fondi filmici di famiglie e cineamatori bolognesi conservati nell'archivio, per un totale di oltre 3.000 pellicole girate tra gli anni '20 e gli anni '80, se ne aggiungano presto altri, e che si possano raccogliere anche produzioni in formato ridotto di scuole, associazioni, circoli sportivi e ricreativi, istituzioni.

Archivio aperto 2009 è dedicato alla memoria di Mauro Mingardi, filmmaker bolognese scomparso l’estate scorsa: una selezione dei suoi film cortometraggi viene proiettata nella serata inaugurale della manifestazione (24 ottobre) e la sua importante, ma misconosciuta, opera cinematografica in formato ridotto sarà valorizzata da Home Movies nei prossimi anni, in collaborazione con la famiglia, gli amici e i collaboratori.

La giornata di domenica 25 sarà dedicata alla raccolta dei film bolognesi e a visioni particolari, in anteprima europea, un inedito film di famiglia di Alfred Hitchcock del 1934, conservato all’Academy Film Archive di Los Angeles. Grazie alla collaborazione col Center for Home Movies degli Stati Uniti, vedremo alcune chicche del programma Amateur night, presentato in contemporanea con l’Home Movie Day di Amsterdam.

Anche due anteprime assolute nel programma di Archivio Aperto, frutto della nuova attività di Home Movies nella produzione con il partner Kiné, J’attends un femme di Chiara Malta (il 24, in occasione dell’inaugurazione della mostra Sguardi femminili) e Come un canto (il 6 novembre), una rielaborazione di bellissimi e inediti film anni ’40 dell’intellettuale e regista Antonio Marchi. E poi una serata dedicata agli 8mm sperimentali del filmmaker Roberto Costa (30 ottobre) e la proiezione di una selezione di film 9,5mm degli anni Venti e Trenta, come celebrazione per il giorno dei morti (1 novembre).
Infine i due appuntamenti di Archivio aperto dedicati allo studio, realizzati con la Videoteca della Regione,. Il 27, per la Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo UNESCO, un workshop sulla raccolta e valorizzazione del patrimonio audiovisivo, inedito e privato  e il 10 novembre, la giornata di studi finale che segna un tema che ci sta a cuore: l’uso del film di famiglia per la ricerca storica (in collaborazione con la sezione audiovisivi dell’Istituto Parri).

L'appello agli abitanti della città e del territorio provinciale si rinnova: portate le vostre pellicole Super8, 8mm, 16mm, 9,5mm Pathè Baby, vi sarà data l'opportunità di trasferirle gratuitamente in DVD.

Programma

Sabato 24/10

18.00
Inaugurazione Archivio aperto 2009
Apertura della mostra Sguardi femminili e proiezione in anteprima del film J'attends une femme (Framcia-Italia 2009) di Chiara Malta, produzione di Home Movies.
“È una lettera. Innanzitutto, una lettera a mia figlia che, nel momento in cui ho concepito questo film, era ancora nella mia pancia. Essere incinta procura ad ogni donna una relazione particolare col proprio corpo. Lo percepiamo come mai lo abbiamo percepito, anche se, intimamente, sappiamo che questo corpo ha questa caratteristica così singolare di poter espellere un altro corpo. E che quest'altro corpo sarà anche lui soggetto a degli andirivieni, sarà penetrato e forse espellerà, e questo da sempre”. (Chiara Malta)

Segue aperitivo

21.00
Omaggio a Mauro Mingardi  Programma di film 8mm e Super8 del cineasta bolognese
“Ho sempre pensato che ci volesse una grande forza d'animo per girare film quasi clandestini, in silenzio, ostinatamente dediti alla propria idea di cinema. È quello che ha fatto Mauro Mingardi per cinquant'anni. Si potrebbe dire che molti lo fanno, che tanti cineasti amatori passano la loro vita a fare filmini da mostrare agli amici per ricavarne qualche complimento d'occasione. Ma per Mingardi è diverso. Perché Mingardi ha ciò che manca ai più, un grande talento cinematografico” (Sandro Toni).

Domenica 25/10

10.00 – 20.00
Apertura al pubblico dell'Archivio
Punto informativo per la raccolta dei film amatoriali, visite guidate al laboratorio e ai locali di conservazione dei film, dimostrazioni tecniche di trasferimento in digitale delle pellicole, ora anche in alta definizione.
Le visite guidate si svolgono alle 11.30 e alle 16.00 (su prenotazione).
Video-installazioni, percorsi interattivi e postazioni per la consultazione dei film.
Dalle ore 18.00 il consueto programma di proiezioni di film amatoriali di provenienza locale, tra cui film inediti sul Bologna calcio e sui suoi tifosi.
In Anteprima europea si aggiunge una selezione di home movies dagli archivi degli USA (in collaborazione con il Center for Home Movies, Baltimora), con un'antologia di film di grande interesse storico e ricchi di sorprese, tra i quali un inedito divertentissimo film di famiglia di Alfred Hitchcock, anno 1934.

Martedì 27/10

10.00 – 14.00
World Day for Audiovisual Heritage / Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo UNESCO
Come promuovere e gestire progetti pubblici di raccolta, archiviazione, digitalizzazione e valorizzazione di film privati e amatoriali
Workshop rivolto ad archivisti, bibliotecari, operatori culturali e studenti. Presentazione del catalogo dei film amatoriali bolognesi – progetto Una città per gli archivi.
In collaborazione con la Videoteca dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Venerdì 30/10

21.00
Modo Infoshop, via Mascarella 24/b
Panorama dell’underground bolognese anni Settanta. Proiezione di una selezione di film 8mm di Roberto Costa
Sonorizzazione live di Salvatore Arangio

Sabato 31/10

18.00
Kiné, Via Ermete Novelli 4A
Inaugurazione sede bolognese di Kiné società di produzione partner di Home Movies
Proiezioni, performance di FannyBullock, DJ set.
Segue Aperitivo

Domenica 01/11

18.00
Galleria Neon, Via Zanardi 2/5
Fondo Famiglia Felisi: una selezione di film 9,5mm Pathé Baby anni Venti-Trenta
film restaurati in collaborazione con La Camera Ottica (DAMS Gorizia, Università di Udine)
Proiezione con sonorizzazione live di Andrea Belfi.

Venerdì 06/11

18.00
Presentazione dell’Archivio Antonio Marchi
Immagini e documenti di un regista dimenticato, a cura di Mirko Grasso
Segue la proiezione di Come un canto, una rielaborazione dei 16mm di Marchi girati tra il 1940 e il 1945.


Martedì 10/11

10.00 – 14.00
Il cinema privato, una nuova fonte per la storia? – Seconda parte

Giornata di studi per la presentazione dei risultati di una ricerca iniziata nel 2008 e proseguita quest'anno con il coinvolgimento di numerosi storici, invitati a rispondere a una serie di questioni teoriche e metodologiche. Saranno presentati esempi di uso di film amatoriali per la ricerca, la didattica e la divulgazione.
In collaborazione con la Sezione audiovisivi dell’Istituto Storico Parri e la Videoteca dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

24 ottobre – 10 novembre

Sguardi femminili

Esposizione che raccoglie fotogrammi e sequenze filmiche di donne, spesso prigioniere di un'immagine-ruolo all'interno della famiglia, ma pronte a liberarsi in ogni istante-fotogramma. Donne soggetto della ripresa, sguardi filmati, e donne che impugnano la cinepresa, sguardi che filmano.

Re-visioni
Installazione sul lavoro di restauro conservativo e sugli scarti di pellicola prodotti dal lavoro d'archivio

Le iniziative sono tutte a ingresso libero e si svolgono all’Istituto Storico Parri, salvo diversa indicazione.
La mostra e l'installazione sono aperte durante gli eventi in programma e dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19, il sabato dalle 10 alle 13.
Per la giornata di studi e il workshop è possibile richiedere un attestato di partecipazione.

Le visite e la possibilità di partecipare al progetto di recupero dei film di famiglia e amatoriali proseguono su appuntamento, oltre le date del programma di Archivio aperto.

Archivio aperto è un progetto di Home Movies realizzato con la collaborazione dell'Istituto Storico Parri e della Videoteca dell'Assemblea Legislativa-Regione Emilia-Romagna, il sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Fondazione Carisbo nell'ambito del progetto Una città per gli Archivi e il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bologna. Partner Operativo: Kiné Media Partner: Radio Città del Capo

Info:
tel: +39 051 3397243
info@homemovies.it

www.homemovies.it