Box Office Italia: Il cinepanettone è tornato!


Aurelio De Laurentiis aveva ragione: la partita non era finita. Natale a Rio sbanca i cinema e si regala una rimonta entusiasmante, con quasi otto milioni di euro. Madagascar 2 si è dovuto accomodare al secondo posto, rovinando la festa annunciata della Dreamworks. Christian De Sica e soci hanno collezionato il bottino di quindici milioni: il primato annuale – in partenza irraggiungibile – di Kung Fu Panda è ormai a portata di mano.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #9



massimo ghini e christian de sica in natale a rioSette giorni fa l'aveva predetto con sicurezza, ma quasi nessuno sembrava averlo preso sul serio. Invece Aurelio De Laurentiis aveva ragione. Commentando la sconfitta del suo Natale a Rio, che aveva perso all'esordio quasi un milione rispetto a Madagascar 2, il produttore napoletano aveva affermato una settimana fa che la partita sarebbe stata ancora lunga. C'era da credere ad un commento piccato e vanamente orgoglioso, e invece il pubblico gli ha dato un credito incondizionato, regalandogli una rimonta entusiasmante, e una rivincita epocale. Il cinepanettone – di cui si era messo in dubbio lo stato di salute – ha fatto fuori il colosso della Dreamworks e ha perentoriamente affermato che il Natale è ancora roba sua. Per Christian De Sica e soci sono arrivati quasi otto milioni di euro solo nel week-end, e il bottino complessivo è balzato a quindici, ormai abbastanza per far tremare il primato di Kung Fu Panda, fissato a diciassette. Per la commedia italiana, il risultato assume toni trionfali se viene confrontato con l'incasso sonante di Madagascar 2, che nonostante una cifra da capogiro si è dovuto accomodare al secondo posto, notevolmente staccato. Altre ottime notizie per il cinema nazionale – che ha passato un autunno agonizzante, poco supportato dai film d'autore usciti dai festival – arrivano da Il cosmo sul comò, il nuovo lavoro di Aldo, Giovanni e Giacomo, che con tutta probabilità riuscirà a superare i dieci milioni: tutto ossigeno nei polmoni di una cinematografia che aveva arrancato dietro ai titoli americani, e che temeva di vedersi sfuggire persino la grande torta natalizia. Gli avanzi del banchetto se li è presi Come un uragano, che alla seconda settimana – in sordina – è riuscito ad ammucchiare più di tre milioni: il vecchio leone Richard Gere, tornato sul terreno familiare della commedia romantica insieme alla specialista Diane Lane, ha dimostrato di valere molto di più degli effetti speciali di Ultimatum alla Terra, specie per la sensibilità femminile. Hanno cercato di entrare alla festa La duchessa e The Spirit, ma hanno pagato il ritardo, e non hanno trovato il posto in tavola.

 

--------------------------------------------------------------------
#ArenediRoma2021 – Tutte le arene di cinema della capitale


--------------------------------------------------------------------


 

Incasso week-end

Incasso totale

Settimane

Natale a Rio

7.874.156

15.599.159

2

Madagascar 2

6.957.951

15.101.332

2

Il cosmo sul comò

3.973.650

8.724.846

2

Come un uragano

1.635.174

3.097.862

2

The Spirit

786.291

1.066.118

1

Come Dio comanda

692.840

2.506.023

3

Ultimatum alla Terra

630.288

3.843.415

3

La duchessa

586.912

741.215

1

Il bambino con il pigiama a righe

432.762

751.717

2

Ember – Il mistero della città di luce

374.753

757.691

2

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------