Box Office USA 8 febbraio 2012


Dopo l'exploit di The Devil Inside, anche il mese di febbraio ha deciso di aprire con un found-footage. Chronicle ha conquistato il week-end del superbowl con ventidue milioni di dollari. La nuova risorsa di Hollywood è l'altra faccia del 3D: i profitti non sono quelli di un blockbuster, l'applicazione è limitata alla fantascienza e all'horror, ma gli investimenti sono talmente bassi che il successo è assicurato. Le avventure dei tre ragazzi telecinetici hanno superato The Woman in Black, la nuova avventura di Daniel Radcliffe dopo Harry Potter.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #9


Anche il mese di febbraio ha deciso di aprire con un found-footage. Il week-end del superbowl ha lanciato Chronicle e il film di Josh Trank ha conquistato la vetta con ventidue milioni di dollari. La cifra deve essere sempre confrontata con il budget di partenza: l'operazione è costata appena quindici milioni e lo stratagemma commerciale si è dimostrato ancora una volta vincente. In un certo senso, il found-footage e il mockumentary potrebbero essere considerati come l'altra faccia del 3D: i profitto sono minori ma sono garantiti dal basso rischio d'investimento. I film come Chronicle non possono andare in perdita nemmeno nel peggiore dei casi. Le distruttive imprese dei tre ragazzi telecinetici hanno superato in extremis The Woman in Black: il primo tentativo di Daniel Radcliffe di liberarsi del personaggio di Harry Potter doveva completare un ventaglio di offerte che storicamente favorisce il pubblico dei teen-ager. Il risultato tra i due sfidanti è stato sempre in bilico come nella partita tra i New England Pariots e i New York Giants e alla fine l'ex allievo di Howarts ha dovuto arrendersi. Tuttavia, la favola gotica dell'inglese James Watkins si è comportata bene ed ha confortato il giovane attore, che deve liberarsi di un'eredità cospicua ma anche limitante. Il primo mese del 2012 ha avuto il difficile compito di evitare i danni e di evitare il traumatico incipit del 2011: finora, i dati sono incoraggianti e il calendario fa pensare ad un progresso ulteriore. I fallimenti sono stati pochi: Underworld Awakening ha confermato il basso appeal del franchise e l'incremento del conto spese non è stato giustificato da un adeguato salto di qualità delle entrate. One for the Money ha definitivamente smorzato l'entusiasmo di Katherine Heigl: l'attrice ha sconfessato i successi di 27 Dresses e di Knocked Up, ha rifiutato il ruolo di america's sweetheart e adesso si ritrova ad affrontare i deludenti incassi dei suoi ultimi film. Dopo essersi messa i panni della popolare cacciatrice di taglie nata dalla penna di Janet Evanovich, l'ex star di Grey's Anatomy dovrebbe rimpiangere i fasti delle sue prime commedie rosa… Liam Neeson e The Grey viaggiano verso i cinquanta milioni di dollari: la rinascita action dell'attore è ancora affidabile ma ha perso la sfida a distanza con Mark Wahlberg e il suo Contraband. Le nomination degli Oscar hanno avvantaggiato solo The Descendants: il film di Alexander Payne è sul mercato da tre mesi e ormai ha messo insieme l'invidiabile bottino di sessantacinque milioni. Se l'assegnazione dei premi dipendesse dal pubblico, la longevità del titolo con George Clooney ha già stabilito il vincitore… L'obbiettivo del regista/sceneggiatore è quello di superare i settanta milioni di Sideways e di migliorare il proprio record personale.

 

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------