Box Office USA (18-20 settembre 2015)

The Scorch Trials ha preso il primato con un incasso prevedibile. Il secondo capitolo della saga di Maze Runner ha staccato Black Mass ma il crime-movie di Scott Cooper è un altro sleeper da seguire

L’arrivo dell’autunno ha mandato in letargo i blockbuster ma la loro pausa in attesa dell’abbuffata natalizia ha riportato un certo ottimismo sul mercato americano. Il rendimento degli outsider si è mantenuto al di sopra delle aspettative e questo ha almeno colmato la lacuna aperta dal flop di Fantastic Four di Josh Trank. Il marvel-movie si è spento con cinquantacinque milioni quando le sue previsioni ammontavano a centocinquanta milioni: un ammanco che ha bruciato il vantaggio che il 2015 aveva accumulato nella prima parte dell’anno. Una buona fetta è stata recuperata da Straight Outta Compton di F. Gary Gray ma tutti gli underdog si stanno comportando in maniera brillante. Il week-end è stato vinto da The Scorch Trials di Wes Ball ma il risultato del secondo capitolo della saga di Maze Runner era abbastanza scontato. L’esordio da trenta milioni ha ripetuto i numeri del primo episodio ma di solito un sequel approfitta dell’attesa e di un consistente aumento del budget per una partenza più lanciata. L’adattamento dell’epopea letteraria di James Dashner non ha attirato un nuovo pubblico e l’obbiettivo dei cento milioni è a rischio. La conclusione della trilogia non è in pericolo ma non è così assicurato che anche i prequel vengano messi in cantiere. L’imminente distribuzione di Mockingjay – Part II di Francis Lawrence metterà fine al ciclo di The Hunger Games e darà l’occasione per tirare le somme su tutto il movimento dello young adult. Il nuovo genere era stato scoperto dalla Summit con Twilight nel 2008 e dopo quasi dieci anni ha iniziato a dare i primi segnali di decadimento soprattutto quando gli studios ci hanno messo le mani sopra. Le perplessità su The Scorch Trials sono state addolcite dalla buona apertura di Black Mass di Scott Cooper e il titolo ha confermato l’interesse degli spettatori verso i crime-movie di ispirazione bostoniana. Le sue sorti non dipendono molto dall’interpretazione di Johnny Depp ma dalla credibilità che il titolo riuscirà a costruirsi dopo la curiosità iniziale. L’affidabilità della star si è appannata da tempo ma il passaparola tra gli appassionati sarà decisivo per andare oltre il traguardo minimo dei sessanta milioni. La soglia è stata ipotecata anche da The Visit di M. Night Shyalaman e il contenimento delle spese che gli è stato imposto dalla Universal ha permesso al regista indoamericano di salutare il bottino come un trionfo. Il suo horror domestico ha incassato più di dieci volte i suoi costi e ha riabilitato il suo nome dopo le pallide e dispendiosissime avventure di The Last Airbender del 2010 e di After Earth del 2013. Il film va a braccetto con The Perfect Guy con Sanaa Lathan e Michael Ely e il thriller di marca afroamericana ha confermato i margini commerciali del genere. La ScreenGems ha ripetuto l’esperienza di No Good Deed di Sam Miller e dopo un anno può contare sullo stesso gruzzolo di dodici mesi fa: un simile punto d’arrivo lascia ipotizzare che l’appuntamento diventerà seriale.

Distribuzione Incasso WE Incasso TOT WKS
Maze Runner: The Scorch Trials Fox $30,300,000 $30,300,000 1
Black Mass Warner Bros. $23,360,000 $23,360,000 1
The Visit Universal $11,350,000 $42,348,320 2
The Perfect Guy ScreenGems $9,640,000 $41,350,472 2
Everest Universal $7,560,000 $7,560,000 1
War Room TriStar $6,250,000 $49,088,662 4
A Walk in the Woods Broad Green $2,732,730 $24,792,245 3
Mission: Impossible – Rogue Nation Paramount $2,250,000 $191,732,210 8
Straight Outta Compton Universal $1,970,000 $158,921,260 6
Grandma Sony Classics $1,595,820 $3,789,539 5
---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative