CANNES 66 – La Danza de la Realidad, foto e poster del nuovo Jodorowsky

CANNES 66 - La Danza de la Realidad, foto e poster del nuovo Jodorowsky

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

La Danza de la Realidad, di Alejandro Jodorowsky, posterEcco le prime immagini del nuovo film di Alejandro Jodorowsky, pronto per la Quinzaine des Réalisateurs a Cannes 66.

La Danza de la Realidad, cofinanziato grazie a una campagna di crowdfunding (budget complessivo 4 milioni di euro, di cui 40.000 raccolti grazie ai sostenitori di Kickstarter) è un viaggio nel passato, un'autobiografia immaginaria in cui il regista cileno ritrova Tocopilla, piccola città in cui nasce nel 1929, un luogo trasfigurato dai ricordi e dall'immaginazione.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Jodorowsky, come nel libro che dà il titolo al film, La Danza de la Realidad (Psicomagia y Psicochmanismo), pubblicato in Italia da Feltrinelli, reinterpretato in una canzone dell'amico Franco Battiato) esplora il potenziale terapeutico e creatore dell'immaginazione.

"Mi sono separato dal mio io illusorio, ho cercato disperatamente una strada e un significato per l'esistenza". Così Jodorowsky racconta l'avventura e la ricerca che sono state parte della sua vita. Il suo progetto vuole essere un affresco di una vita che si spinge oltre i confini della ragione e della fantasia, per celebrare il capitale di trasformazione e di sviluppo che c'è in ognuno di noi. Un unico punto di vista è limitato: ma la realtà è misteriosa, vasta e imprevedibile…

Interpretato dai figli Brontis, Axel e Adan Jodorowsky (il terzo, filmmaker al suo esordio, si è occupato anche delle musiche) il film ripercorre l'educazione rigida di Alejandro bambino, mescola finzione e realtà, attraverso l'incontro con il surrealismo, reinventando la storia di una  famiglia in un viaggio verso la redenzione e il perdono. Si tratta anche di una sorta di testamento artistico, in cui il regista intende prendere definitivamente le distanze dall'industria Hollywoodiana e tornare a una dimensione più devota alla settima arte – come annunciava nel video in cui chiedeva sostegno economico accompagnato dai miagolii dei suoi amati gatti.

La Danza de la Realidad, di Alejandro JodorowskyL'ultimo film diretto da Alejandro Jodorowsky, oggi ottantaquattrenne, risale ormai a oltre vent'anni fa: El ladrón del arcoíris (Il ladro dell'arcobaleno) è del 1990. A Cannes la sua carriera sarà celebrata anche attraverso Jodorowsky’s Dune, sempre in Quinzaine des réalisateurs, documentario diretto da Franck Pavichc, dedicato al tentativo (fallito) di portare sul grande schermo un adattamento del romanzo del '65 di Frank Herbert (missione poi portata a termine, in un'avventura altrettanto tormentata, da David Lynch).

Nella nostra gallery, le foto dal set, le immagini ufficiali e il poster di La Danza de la Realidad.

"Vorrei ritornare alla mia giovinezza e appollaiarmi di nuovo sul ramo di un albero insieme al mio amico poeta, e come quella volta indimenticabile vorrei dedurre dal molto che non so quel poco di prezioso che so:
Non so dove vado, ma so con chi vado.
Non so dove sono, ma so che sono in me.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Non so che cosa sia Dio, ma Dio sa che cosa sono.
Non so che cosa sia il mondo ma so che è mio.
Non so quanto valgo, ma so non fare paragoni.
Non so che cosa sia l'amore, ma so che godo della sua presenza.
Non posso evitare i colpi, ma so come sopportarli.
Non posso negare la violenza, ma posso negare la crudelta'.
Non posso cambiare il mondo, ma posso cambiare me stesso.
Non so che cosa faccio, ma so che sono fatto da ciò che faccio.
Non so chi sono, ma so che non sono colui che non sa
."

 

[La Danza de la Realidad, Alejandro Jodorowsky]