Carlo Vanzina è nell’aria. Come il Natale…

A pochi mesi dalla sua morte Carlo Vanzina continua prepotentemente a far parlare di sé. Sarà perché è stato un personaggio importante per il nostro cinema, sarà che tempo un mese e saremo già invasi dai primi cinepanettoni, ma Vanzina è ancora nell’aria.

Christian De Sica racconta Carlo Vanzina al Terni Pop Film Fest

Carlo Vanzina

Christian De Sica ed Antonio Valerio Spera al Terni Pop Film Fest

Ospite speciale della prima edizione del Terni Pop Film Fest, rassegna dedicata al cinema popolare diretta da Simone Isola e Antonio Valerio Spera, è stato Christian De Sica. 
Salito sul palco per ritirare il premio alla carriera, De Sica si racconta a 360°, parlando di sé e di una carriera che tante volte si è intrecciata con i destini dei fratelli Vanzina.
Da Viuuulentemente mia a Vacanze di Natale, da Sapore di Mare a S.P.Q.R. – 2000 e 1/2 anni fa, fino ad un film che non ha mai visto la luce, nonostante la sceneggiatura fosse già pronta: «Poco prima di morire – racconta De Sica – , Carlo Vanzina mi aveva lasciato una sceneggiatura, si chiamava ‘La tigre siberiana’, dovevamo farla io e un attore francese, Christian Clavier, era una coproduzione con la Francia. Ma io sapevo che non avrebbe potuto farlo. Quella sera abbiamo finto entrambi: io di non sapere che stava male, e lui di stare bene. Se n’è andato un pezzo di cuore”.

 

Natale a Cinque Stelle, il prima cinepanettone targato Netflix

Netflix è il nuovo che avanza. E allora per un film Vanzina mai fatto ce n’è subito pronto un altro firmato dalla potente piattaforma streaming in collaborazione con Lucky Red. Si tratta di Natale a Cinque Stelle, un progetto che catapulta il colosso di Hastings e Randolph su un mercato che – piaccia o no – è ancora molto prolifico tra gli spettatori nostrani.

Carlo Vanzina

Le riprese di Natale a Cinque Stelle

Il film, che sarà disponibile online dal 7 dicembre 2018, dovrebbe raccontare la storia di un Presidente del Consiglio Cinque Stelle che partecipa al G7, sceneggiato da Enrico Vanzina, è dedicato proprio alla memoria del fratello Carlo. Nel cast figurano gli aficionados dei cinepanettoni: Massimo Ghini, Massimo Ciavarro, Biagio Izzo e Martina Stella, poi Paola Minaccioni e Riccardo Rossi. 
Ma soprattutto ciò che più desta curiosità in questa operazione è la scelta di affidare la regia a Marco Risi. Che finisca come in L’ultimo capodanno?

 

Carlo & Enrico Vanzina. Artigiani del cinema popolare

E visto che il Natale si avvicina, se avete qualche cinefilo in famiglia potrebbe essere una buona idea quella di regalare Carlo & Enrico Vanzina. Artigiani del cinema popolare, lungo libro-intervista firmato da Rocco Moccagatta con prefazione di Gianni Canova, e un “alfabeto vanziniano” in cui una squadra di critici attraversa l’immaginario dei fratelli dalla A di Amore alla Z di Zampetti. 
476 pagine in cui i due fratelli raccontano una vita passata assieme nel cinema. Aneddoti su Steno, sui film, ma anche su un’Italia profondamente diversa da quella filmata negli anni ’70. Il volume sarà presentato in occasione della tre giorni di omaggio organizzata da Presente Italiano a Pistoia (12-14 ottobre prossimi).
Eh sì, Carlo Vanzina è proprio nell’aria. Come il Natale…

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *