Carol e Beasts of No Nation in gara agli Indipendent Spirit Award 2016

Annunciate le nomination degli Indipendent Spirit Awards, con cui l’organizzazione no-profit Film Independent premia il miglior cinema indipendente prodotto nel 2015.

In vetta, con 6 nomination, il passionale melodramma retrò di Todd Haynes Carol. La pellicola è in gara per miglior film, per la regia, per la Sceneggiatura di Phyllis Nagy, e per la Miglior Attrice Protagonista: qui il premio sarà conteso da ambedue le attrici, Cate Blanchett e Rooney Mara, che già vinse a Cannes.

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

Beasts of No Nation di Cary Joji Fukunaga, prodotto da Netflix e già presentato all’ultimo Festival di Venezia, si accaparra 5 nomination: film, regia, attore protagonista Abraham Attah (al suo esordio), attore non protagonista Idris Elba e fotografia, curata dallo stesso Fukunaga.

Seguono, rispettivamente con 4 nomination, Il caso Spotlight di Tom McCarthy, Tangerine di Sean Baker e Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Da annotare anche le nomination per i migliori script. Spicca la sceneggiatura del biopic The End of the Tour, scritta da Donald Margulies che adatta l’omonimo libro intervista di David Lipsky, e il primo lavoro di Emma Donoghue che firma il lanciatissimo Room di Lenny Abrahamson. The End of the Tour concorre anche per il Miglior Attore Protagonista con l’interpretazione di Jason Siegel, che veste la bandana e gli umori dello scrittore David Foster Wallace (1962-2008)