Circuito chiuso: alla ricerca della dignità perduta nell'era della precarietà


il trailer di Circuito Chiuso, cortometraggio sulla precarietà diretto da Valentino Innocente, realizzato con la formula del crowdfunding e finanziato attraverso il passaparola dei social network. Nella pagina Facebook dedicata al progetto, il regista ha creato undiario di lavorazione del corto

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Ecco il trailer di Circuito Chiuso, cortometraggio sulla precarietà scritto da Riccardo Loffredo e diretto da Valentino Innocente.

Prodotto con la formula del crowdfunding (a cui si affidano sempre più tanto giovani filmaker emergenti, tanto registi già noti, come Harmony Korine, Xavier Dolan, Marie Losier o Hal Hartley) Circuito Chiuso affronta un tema che tocca molto da vicino il nostro presente: il precariato. Il protagonista è un un uomo di mezza età che ha perso il posto di lavoro ed è alla ricerca di un nuovo impiego – e della dignità perduta.

Nel trailer, affronta un colloquio di lavoro che esaspera in chiave drammatica (eppure, non così lontana dalla realtà) il clima di ricatto e di angoscia che circonda la ricerca di un nuovo lavoro. "La tua disperazione è la nostra forza" dice il selezionatore, mostrando poi all'uomo una pistola: "questo è il tuo benefit aziendale. Lo potrai utilizzare il giorno in cui non avremo più bisogno di te".

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

CIRCUITO CHIUSO - un corto sul precariatoNella pagina Facebook dedicata al progetto, il regista ha creato un diario di lavorazione del corto, in tutte le sue fasi, dal casting alla scelta delle locations, dove ha raccolto anche le adesioni e i contributi finanziari (donazioni minime, anche di soli 5 euro), con la speranza di richiamare attenzione su una condizione particolarmente grave in Italia, ma anche in altri paesi del mondo.
Un dramma che sembra perfino"non fare più notizia", malgrado stia generando anche una preoccupante serie di suicidi, come racconta in questo video il giovane filmaker, che vive a Roma e ha già girato un altro corto, Amore senza filtro, premiato in diversi festival.

Gli interpreti (che come tutta la troupe hanno lavorato per un compenso simbolico) sono Fabio Sartor (attore proveniente dal teatro, attivo anche in fiction e cinema – tra i suoi film Il ventre dell'architetto, Nirvana, La passione di Cristo) e  Marco di Stefano (attore e regista cresciuto professionalmente alla fine degli anni Settanta nell’incontro con il teatro sperimentale polacco di Jerzy Grotowsky e Richard Ciezlak). Vengono dal teatro anche Karen Di Porto e l'attrice e danzatrice Tanya Khabarova. Completa il cast Sofia Sartor.

Circuito Chiuso è stato selezionato tra i concorrenti ai David di Donatello 2012. Del corto si è parlato al TG3 e su LA7, in apertura della trasmissione coffee break, oltre che su varie testate nazionali.
Le foto dal set sono nella nostra gallery.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8