DVD – "L'eternità e un giorno", di Théo Angelopoulos

l'eternita è un giornoAngelopoulos girò questo film prima di iniziare la Trilogia sul Secolo, rimasta incompiuta. Il regista cerca qui di dare corpo all’ ”eternità”, racchiudendola in una serie di  ellissi temporali dove anche il fantastico fa capolino, di tempi filmici dilatati, di campi lunghi e panoramiche, di continui piani sequenza che sfociano nel manierismo imballando la narrazione. Palma d'oro al Festival di Cannes 1998. Da Dolmen Home Video
 

l'eternità e un giorno

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------
Titolo originale:
Mia eoniotita ke mia mera
Anno: 1998
Durata: 123’
Distribuzione: Dolmen Home Video
Genere: drammatico
Cast: Bruno Ganz, Fabrizio Bentivoglio, Isabelle Renaud, Achileas Skevis, Despina Bebedeli
Regia: Théo Angelopoulos
Formato DVD/video: widescreen
Audio: italiano dolby digital 2.0
Sottotitoli: italiano per non udenti
Extra: trailer, filmografie, intervista a Paola Maria Minucci

 

 

--------------------------------------------------------------------
SCENEGGIATURA: Tutti i corsi in arrivo della Scuola di Cinema Sentieri selvaggi


--------------------------------------------------------------------

 

 

 

 

 

l'eternità è un giornoIL FILM
Undicesimo lungometraggio del  regista greco Théo Angelopoulos, recentemente scomparso, vincitore della Palma d’oro a Cannes come miglior film nel  1998. Un dolente Bruno Ganz, veste i panni di Alexandros, scrittore in crisi che lascia la sua casa di Salonicco per recarsi in ospedale ed affrontare un ricovero, ma l’incontro casuale con un bambino albanese (Achileas Skevis), lavavetri clandestino, lo distoglierà per qualche tempo dalla sua solitudine facendogli intraprendere un viaggio senza meta  alla (ri)scoperta dei propri ricordi. Angelopoulos girò questo film prima di iniziare la Trilogia sul Secolo, rimasta incompiuta. Il regista cerca qui di dare corpo all’ ”eternità”, racchiudendola in una serie di  ellissi temporali dove anche il fantastico fa capolino (l’incontro di Alexandros con la moglie Anna morta anni prima, la visione del poeta ottocentesco Solomos), di tempi filmici dilatati, di campi lunghi e panoramiche, di continui piani sequenza che sfociano nel manierismo imballando la narrazione (la sceneggiatura è stata scritta a quattro mani da Tonino Guerra e Petros Markaris). Opera dai forti contenuti allegorici (il poeta Solomos che compra le parole, i corpi appesi alle recinzioni di una nebbiosa e fantasmatica frontiera greco-albanese, il rito funebre del piccolo Selim) che vogliono infondere malinconiche suggestioni, ma tale scelta stilistica risulta fredda e distante, dando l’impressione di non riuscire a tramutare in significato l’estetica dell’immagine e dunque incapace di “rapire” lo sguardo.

l'eternità è un giornoIL DVD

La Dolmen Home Video distribuisce un dvd dai contenuti essenziali. La resa video è soddisfacente con buona luminosità del quadro, colori nitidi e neri profondi salvaguardando la fotografia di Yorgos Arvanitis e Andreas Sinanos. Una sola traccia audio bicanale in italiano, potente e ben calibrata. Sottotitoli in italiano per non udenti. Extra che comprendono il trailer del film, le schede filmografiche di regista e protagonisti e un’intervista a Paola Maria Minucci, docente di Lingua e Letteratura Neogreca presso la Sapienza di Roma ed autrice del libro Théo Angelopoulos

 

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative