Future Film Festival

In occasione del Torino Film Festival, il Future Film Festival presenta le anticipazioni sul programma della manifestazione che si terrà come di consueto a Bologna dal 26 al 31 gennaio 2010 presso il Teatro Duse (Via Cartoleria 42) e presso Palazzo Re Enzo (Piazza del Nettuno)che da quest’anno oltre ad essere la sede del Future Village (conferenze stampa, ritiro accrediti, workshop, spazio cocktail, spazio kids, aperitivi e relax) sarà anche sede per le proiezioni.

Da undici anni, l’evento bolognese dedicato all’animazione e agli effetti speciali è un appuntamento sempre più importante per osservare le mutazioni dell’immagine digitale e non, analizzando l’evoluzione del cinema e dell’animazione. Il Future Film Festival ha fatto conoscere in Italia nomi illustri della cinematografia mondiale, ormai noti anche al grande pubblico e apprezzati dai festival internazionali, come Hayao Miyazaki, John Lasseter, Osamu Tezuka, Satoshi Kon, Bill Plympton, Tsui Hark, Phil Mulloy, Nobuo Nakagawa e Paul Driessen, o studi d’animazione ora ai primi posti del box office come Pixar Animation Studios, Aardman Animations, Blue Sky. Inoltre nella sua storia il Festival ha esplorato cinematografie ancora poco note come quella iraniana e sudamericana, oltre alle nuove generazioni di artisti provenienti dall’Europa.
 
Il programma del Future Film Festival 2010, diretto da Giulietta Fara e Oscar Cosulich sarà incentrato sulle novità del cinema ma non solo. Un focus sulla stop-motion e uno sulla Motion Graphics faranno il punto sugli utilizzi contemporanei di queste tecniche. Il 3dDAY, dopo il successo dello scorso gennaio, svelerà i segreti della tecnologia stereoscopica con i protagonisti (distributori, esercenti, produttori) e i prodotti non solo per il cinema ma anche per la tv e i videogames. Un grazie particolare va al Comune di Bologna, alla Provincia di Bologna, alla Regione Emilia-Romagna e alla Emilia-Romagna Film Commission, che con costanza sostengono la manifestazione.
 
Per la sua immagine il Future Film Festival, fin dalla sua origine, ha creato un legame forte con le arti visive, affidando ogni anno ad un nuovo artista la realizzazione di un’opera originale, che è diventata di anno in anno l’immagine-icona del FFF, cercando sinergie e assonanze tra il cinema, le arti visive, la fotografia e la street-art. L’immagine di FFF2010 è stata affidata al giovane writer UFO 5 che realizzerà un wallpainting icona della nuova edizione del festival. Tra i simboli e i segni del suo riconoscibile linguaggio, UFO 5 interpreterà l’identità mutevole del Future Film Festival.
 
I focus di Future Film Festival 2010
 
Saul Bass & Motion Graphics
Nella sua costante analisi dell’immagine animata, il Future Film Festival 2010 dedicherà un focus alla Motion Graphics, letteralmente grafica in movimento, in cui l’applicazione grafica, anche astratta, fornisce un’illusione di movimento, oggi uno degli strumenti più utilizzati dai giovani grafici e designer di tutto il mondo.
Il Future Film Festival si focalizzerà su alcune figure chiave della Motion Graphics contemporanea come Mischa Rozema, cofondatore della casa di produzione olandese Post Panic e autore di spot e video per notissimi marchi quali Nike e MTV, e l’artista inglese Rob Chiu (alias The Ronin) autore di lavori, trai i tanti, per Nokia, BBC, EMI, Greenpeace, ripercorrendo anche le fonti d’ispirazione di questi artisti a partire dall’opera di Saul Bass, grande titolista e pioniere della motion graphics stessa.
 
Saul Bass (1920-1996) è una delle figure cardine nella creazione per il cinema di titoli di testa grafici, tanto che, grazie a lui, questo lavoro diviene una vera e propria arte. Da giovanissimo, Saul Bass diventa assistente al dipartimento artistico della sede newyorchese della Warner Bros. e, a New York, fa le sue prime esperienze nell’ambito del Costruttivismo e del Bauhaus. Dopo alcune brevi esperienze nel mondo della grafica, nel 1954 Bass collabora con il regista Otto Preminger per la realizzazione del poster e dei titoli di testa del film Carmen Jones. A questo seguono i titoli di testa per Quando la moglie è in vacanza (1955), Il grande coltello (1955), L'uomo dal braccio d'oro (1955). Nel 1959 realizza il poster e la sequenza animata introduttiva per Anatomia di un omicidio di Preminger, con la colonna sonora jazz scritta apposta da Duke Ellington.
Saul Bass lavora inoltre per Alfred Hitchcock, Stanley Kubrick e Martin Scorsese, realizzando tra l’altro i titoli de La donna che visse due volte (1958), Psyco (1960), Spartacus (1964), Quei bravi ragazzi (1990). Saul Bass ha poi collaborato con Steven Spielberg e ha realizzato i poster per le cerimonie degli Oscar dal 1991 al 1996. Il Future Film Festival presenterà inoltre Fase IV: distruzione Terra, il film di fantascienza che Bass ha diretto nel 1974.
 
Stop Motion Animation
Dopo il grande successo dell’ultimo film di Henry Selick, Coraline e la porta magica, il Future Film Festival renderà omaggio alla stop-motion, una delle tecniche più antiche dell’animazione, che oggi viene ripresa con grande creatività da artisti, studi e case di produzione. Un fil rouge accompagnerà lo spettatore tra i vari appuntamenti del Festival dedicati a questa tecnica, dai film ai laboratori e agli incontri. I protagonisti che faranno la parte del leone saranno gli artisti inglesi, dalla nota casa di produzione inglese Aardman Animations (Galline in fuga, Wallace & Gromit), all’artista inglese Osbert Parker, famoso per l’originale mix nei suoi lavori di più tecniche, dalla stop-motion, al cut-out al live action. Sarà presente anche l’artista giapponese Fusako Yusaki, che vive e lavora in Italia, famosa tra l’altro per i suoi caroselli animati tra i quali Fernet Branca. Un panel discussion, realizzato in collaborazione con il British Council, farà il punto sull’utilizzo di questa antica tecnica nel cinema contemporaneo.
Per l’occasione, il FFF allestirà la mostra di Panique au Village, il film in stop-motion, distribuito in Italia da Nomad, che sarà presentato in anteprima al FFF, diretto da Stephane Aubier e Vincent Patar.
 
Canuck Animation
Nel 2010 il Canada sarà il paese ospite del Festival, con approfondimenti sull’animazione contemporanea, incontri con studiosi e autori e area B2B per aziende del settore. In collaborazione con Regione Emilia-Romagna Assessorato alle Attività Produttive.
 
Regione Animata – Projects Award
Il Future Film Festival presenta in anteprima assoluta i risultati di Projects Award, il concorso realizzato assieme al network della Regione Animata, coadiuvata dalla Emilia-Romagna Film Commission. Grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna – Assessorato alla Cultura e alla Presidenza del Consiglio del Ministri – POGAS, nel 2007 il FFF ha infatti promosso un concorso dedicato ad animatori ed artisti emergenti Regione Emilia-Romagna per la realizzazione di corti o pilota per serie tv. Proprio in questi mesi i quattro vincitori sono al lavoro per la realizzazione della loro opera. I lavori finiti di Luca Pinciani, Federico Guidi, Andrea Nadalini e Ettore Tomas saranno presentati in anteprima assoluta durante la dodicesima edizione del Future Film Festival in uno speciale evento.
 
 
 
 
 
Le sezioni di Future Film Festival
 
3dDAY
Dopo il primo appuntamento italiano sulla stereoscopia al cinema, che il Future Film Festival ha organizzato e promosso nel gennaio 2009, la manifestazione ripropone per l’edizione 2010 un panel della durata di un giorno e diverse proiezioni per analizzare lo stato dell’arte di questa nuova rivoluzione cinematografica, che oggi coinvolge anche il piccolo schermo e il mondo dei videogiochi. Il programma del FFF del 30 e 31 gennaio sarà quindi dedicato al 3D stereoscopico proponendo un confronto tra i produttori di tecnologia, gli addetti ai lavori, gli esercenti, i distributori e i produttori di contenuti,che porti ad esplorare il presente ed il futuro di questa tecnologia. In 3dDAY rifletterà inoltre sull’evoluzione del 3D televisivo e sulle sue applicazioni nel mondo dei videogiochi. Numerose le proiezioni in 3D tra le quali i capolavori targati Pixar Animation Studios Toy Story e Toy Story 2 in 3D, distribuiti in Italia da Buena Vista.
In questo momento la stereoscopia sembra essere la nuova rivoluzione per molti registi. I grandi del cinema si stanno infatti confrontando con il 3D stereoscopico, adattandolo sia all’animazione che al live-action. Dall’ultimo capolavoro Pixar, Up di Peter Docter, ad Avatar di James Cameron di prossima uscita. Ospite d’onore del FFF2010 sarà Joe Letteri, cofondatore della casa di produzione di vfx Weta Digital e visual effects supervisor di Avatar, che presenterà al pubblico in anteprima assoluta il dietro le quinte dell’attesissima opera. ole Hole
 
Gli incontri e i workshop
Caratteristica da sempre del Festival sono i panel con i professionisti del cinema d’animazione e degli effetti speciali come quello attesissimo con il cofondatore di Weta Digital, Joe Letteri (Visual Effects Supervisor di Avatar di James Cameron). La manifestazione proporrà inoltre una selezione dei migliori e più significativi making of delle ultime produzioni cinematografiche.
 
Evento speciale del Future Film Festival sarà l’anteprima assoluta del nuovo corto di Stefano Ricci, pittore, illustratore, fumettista e animatore. L'artista sarà presente al FFF e presenterà al pubblico la lavorazione dell'opera dal titolo Febbre suina, Gallina evasa, da un testo di Marco Baliani prodotto dal centro di produzione teatrale L'Arboreto Teatro dimora di Mondaino. Per l'occasione si terrà la mostra presso la Galleria Stamperia Squadro (Via Nazario Sauro 27/b, Bologna) con i disegni originali del cortometraggio. La mostra sarà inaugurata con il Future Film Festival (26 gennaio) e si terrà fino al 20 febbraio. 
 
I protagonisti del FFF metteranno a disposizione le proprie competenze in workshop rivolti agli addetti ai lavori: Rob Chiu e Mischa Rozema realizzeranno dei workshop dedicati alla Motion Graphics. In collaborazione con l’UK Council, sono previsti panel discussion e laboratori sulla stop-motion, tenuti dai vari artisti presenti. Digital Video realizzerà un workshop speciale sul nuovo software StoryPlanner.
 
I concorsi di Future Film Festival
 
Platinum Grand Prize
Il Platinum Grand Prize è il concorso per lungometraggi d’animazione e/o con effetti speciali. Per il terzo anno consecutivo una giuria di esperti assegnerà il premio al miglior lungometraggio.
 
Future Film Short
Future Film Short è la sezione del Future Film Festival dedicata ai cortometraggi provenienti da tutto il mondo, realizzati con tecniche di animazione tradizionale e digitale, o live con effetti speciali. Come nelle scorse edizioni, il pubblico del festival eleggerà i corti migliori e, novità presente dalla scorsa edizione, sarà istituita anche una giuria di esperti, grazie alla collaborazione con la Provincia di Bologna. Partner del concorso Groupama Assicurazioni.
 
Gli showcase di Future Film Festival
 
SeriesMania
Torna la sezione dedicata alle novità più interessanti nel mondo delle serie TV animate, provenienti dall’Oriente e dall’Occidente. In anteprima assoluta le nuove produzioni che dal piccolo schermo conquisteranno gli appassionati di anime e di cartoons.
 
Festival Showcase
Numerosi festival dislocati in tutto il mondo che si occupano di animazione e digitale, come Expotoons (Argentina) e Red Stick International Animation Festival (USA), presenteranno al Future Film Festival 2010 un programma speciale selezionato tra le opere di maggior successo e qualità delle ultime edizioni.
 
I bandi per i concorsi del Future Film Festival sono disponibili all’indirizzo http://www.futurefilmfestival.org/it/festival/2010/bandi/
 
È possibile inoltre accreditarsi al Festival entro il 31 dicembre 2009
 
Novità di quest’anno, speciali Pacchetti Studenti per pernottamento e accredito. Per info: segreteria2@futurefilmkids.org, tel 051 2960672.
 
Il Future Film Festival gode del sostegno della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Bologna, del Comune di Bologna, della Emilia-Romagna Film Commission e del patrocinio della Cineteca di Bologna e dell’Università di Bologna.
Official sponsor: Gruppo Hera, Groupama Assicurazioni
Sponsor per le tecnologie digitali: Digima con i marchi Christie, Doremi, XpanD e Sim2
Supporter: Biopoint
 
 
Ufficio Stampa:
Studio Sottocorno – Lorena Borghi, Leonard Catacchio
via Plinio 33, 20129 Milano
Tel. +39 02 20402142
Fax +39 02 2049681
studio@sottocorno.it
Mobile 348 5834403

Organizzazione:

Associazione Amici del Future Film Festival
Via del Pratello 21/2 – 40122 Bologna
Tel: +39 051 2960664 Fax: +39 051 6567133
ffinfo@futurefilmfestival.org
Ufficio Stampa locale: Eleonora Boscolo
press@futurefilmfestival.org
 
 
www.futurefilmfestival.org

FUTURE FILM FESTIVAL

Speciale Nam June Paik



Speciale FFF


Scopri l'opera di Nam June Paik con il nuovo special che Future Film Festival dedica al grande artista di recente scomparso: http://www.futurefilmfestival.org/Nam%20June%20Paik.html
Nam June Paik fu uno dei primi artisti a lavorare con i media elettronici manipolandoli come sculture vere e proprie o parti di esse. Pailk ha riformulato e reinterpretato la percezione dell'immagine nella contemporaneità attraverso un grande numero di installazioni, produzioni video e performance, portando le sue sperimentazioni vicine al pubblico sempre col gioco e l'ironia.


Lo special di Future Film Festival: http://www.futurefilmfestival.org/Nam%20June%20Paik.html
Il sito ufficiale di Nam June Paik: http://www.paikst udios.com/






E' il videoclip il protagonista del nuovo concorso proposto da FFF!


Ideato e organizzato dalle società Mit, Voice e Movimage in collaborazione con l'Associazione Amici del Future Film Festival, Videoclip PhoneFestival è la nuova occasione per giovani videomaker che questa volta sono chiamati a mettersi alla prova con la realizzazione di un videoclip.
Il concorso invita infatti alla realizzazione di videoclip che avranno come soggetto il brano musicale "Solo lei mi dà" che il gruppo Sugarfree eseguirà in occasione della 56esima edizione del Festival di San Remo (27 febbraio – 6 marzo 2006).
Le opere in concorso verranno votate da una Giuria di esperti del settore ed inoltre il Comitato di selezione del concorso selezionerà 5 opere che verranno votate da una Giuria popolare . Gli estratti dei 5 filmati selezionati dal Comitato di selezione verranno infatti programmati all'interno dei negozi di telefonia mobile Mit, Voice e Movimage, che potranno essere visti tramite videofonino e votati dal pubblico tramite sms. Gli stessi videoclip in versione integrale saranno messi on-line.


Scarica qui il bando di concorso: http://www.cliphonefest.com/2006/pdf/videophonefest.pdf e iscriviti a Videoclip PhoneFestival entro il 17 marzo. Se passerai la preselezione avrai tempo fino al 20 aprile per realizzare la tua opera.


Sono in palio i premi:
Primo premio della Giuria per il miglior videoclip: Panasonic – Ag-dvc30e ;
Primo premio del Pubblico per il miglior videoclip: Software Adobe After Effects 7.0 Pofessional edition;
Secondo premio della Giuria per il miglior videoclip: Ec Proiettore Home Theater ;
Secondo premio del Pubb lico per il miglior videoclip: Software Macromedia Studio 8.


Inoltre tra i votanti del vincitore del Primo premio del pubblico, verranno estratti a sorte 130 nominativi che potranno vincere accessori e prodotti di telefonica mobile o il CD "Cleptomanie" degli Sugarfree.


il bando di concorso:http://www.cliphonefest.com/2006/pdf/videophonefest.pdf
il sito ufficiale: http://www.cliphonefest.com/






Enel Digital Contest: vota e vinci!


Fino al 31 marzo 2006 puoi essere uno dei giurati della seconda edizione del concorso Enel Digital Contest. Visiona e vota i cortometraggi in concorso (55 opere dal tema "L'Energia che ti ascolta") al sito http://www.enel.it/digitalcontest2005/, puoi vincere uno dei numerosi premi in palio (palma ri, lettori mp3, pen drive)!


Inoltre dal sito http://www.enel.it/digitalcontest2005/ puoi accedere ai numerosi contenuti curati da Future Film Festival come la Breve storia del cinema digitale, Il glossario degli effetti speciali e I film dell'anno, approfondimenti sui film usciti di recente più interessanti per quando riguarda l'animazione e gli effetti speciali.


http://www.enel.it/digitalcontest2005/






Pollicino al Future Film Kids


Il sedicesimo appuntamento della rassegna cinematografica per bambini Future Film Kids propone domani Pollicino di Olivier Dahan.
Versione cinematografica della fiaba di Charles Perrault, Pollicino narra le vicende di Pollicino e dei suoi fratelli che, abbandonati nel bosco dai genitori, ritrovano la strada per tornar e a casa, dopo aver attraversato numerose e pericolose avventure.
Film dalla forte impronta onirica, Pollicino è stato girato quasi totalmente in studio grazie all'ausilio della tecnologia digitale qui al servizio di una narrazione carica di suoni e colori dal forte impatto emotivo.


Sabato 18 febbraio 2006
ore 16
Cinema Chaplin
P.zza di Porta Saragozza 5, Bologna


Il programma completo di Future Film Kids: http://www.futurefilmfestival.org/ffkids_cinema2005_programma.html



http://www.futurefilmfestival.org/

FUTURE FILM FESTIVAL

Il Future Film Festival, la prima e più importante manifestazione dedicata alle nuove tecnologie applicate al cinema diretta da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, torna per l¹ottavo anno con un¹edizione ricca di novità ed eventi speciali. Future Film Festival continua la promozione del cinema d¹animazione e della cultura del digitale presentando in anteprima le novità provenienti da tutto il mondo.

Il Future Film Festival 2006 si realizza grazie al contributo del Comune di Bologna, della Provincia di Bologna, della Regione Emilia-Romagna della Emilia-Romagna Film Commission, della Fondazione del Monte di Bologna e di Ravenna, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del patrocinio della Rappresentanza in Italia del Parlamento Europeo, del Ministero per l¹Innovazione e le Tecnologie, della Cineteca di Bologna e dell¹Università di Bologna. Il Future Film Festival è membro del Coordinamento Europeo dei Festival del Cinema.


³Arrivati ormai all¹ottava edizione del Future Film Festival crediamo che la forza di questa manifestazione stia nella sua capacità di rispondere alle esigenze del pubblico d¹oggi: confrontarsi con il panorama internazionale per quanto riguarda le forme di comunicazione visiva più moderne, farsi stimolare dalle immagini più incredibili, sognare davanti allo schermo ma allo stesso tempo scoprire i segreti della lavorazione dei film, delle animazioni, dei clip, dei videogames. L¹opportunità crediamo più straordinaria per il pubblico del Future Film Festival è quella di incontrare di persona i protagonisti dei film, i registi, i doppiatori, i tecnici degli effetti speciali, gli animatori. Il festival è una vera e propria festa, in cui incontrarsi e condividere le proprie passioni con gli altri² dichiarano i direttori del Future Film Festival Giulietta Fara e Oscar Cusulich.
Dal Giappone alla Danimarca, dagli Stati Uniti alla Francia, il Future Film Festival 2006 porta a Bologna il meglio della produzione internazionale.

Ma il Future Film Festival non è solo l¹occasione di vedere le produzioni del cinema contemporaneo più innovativo ma anche un momento di riflessione su di esso  e sulla storia del cinema di effetti speciali e animazione. Il Future Film Festival propone così importanti retrospettive tra le quali Macchine del Tempo, un percorso intorno al tema del  viaggio nel tempo e di come esso sia stato interpretato dal cinema di fantascienza, Storie di fantasmi giapponesi, un omaggio alla tradizione giapponese del cinema di fantasmi e spiriti, Omaggio a Jiri Trnka,  con l¹opera omnia del grande maestro dell¹animazione di pupazzi, omaggio a Jannik Hastrup con tutti i lungometraggi e una vasta selezione di cortometraggi e la straordinaria partecipazione al FFF dell¹autore danese.
Inoltre il pubblico del Future Film Festival potrà incontrare importanti registi, direttori artistici e creativi, quali: Andrew Jimenez, regista e sceneggiatore dell'ultimo cortometraggio d'animazione di Pixar Animation Studios One Man Band che sarà presentato in anteprima al Future Film Festival 2006; Tom Cardone di Blue Sky Studios che presenterà le prime immagini dell'ultimo attesissimo lungometraggio Ice Age 2 per il quale ha lavorato come art director.
Come ogni anno inoltre il Future Film Festival dedica ampio spazio alla creatività giovanile e alle realtà produttive emergenti. Sono oltre 100 i cortometraggi provenienti dal tutto il mondo in gara per il Future Film Short; le opere più votate dal pubblico si aggiudicheranno il Premio del Pubblico GAN.

FUTURE FILM FESTIVAL 2006
Quando l¹animazione in stop-motion incontra le nuove frontiere del digitale

Il Future Film Festival 2006 ospita quest¹anno numerose opere realizzate con la tradizionale tecnica d¹animazione della stop-motion (a passo uno con pupazzi)  fusa a numerosi interventi in animazione digitale.
Opere con queste caratteristiche sono La Sposa Cadavere ultimo capolavoro di Tim Burton del quale il character designer Carlos Grangel, ci mostrerà il making of al FFF (giovedì 19, Capitol Multisala) e Wallace & Gromit- the curse of the were rabbit di S. Box e N. Park, evento d¹apertura in anteprima italiana del FFF (18 gennaio, Capitol Multisala).
Inoltre lo spazio speciale dedicato all¹animazione indipendente sarà quest¹anno dedicato a Pic Pic Andrè Productions degli animatori Vincent Patar e Stéphane Aubier che sperimentano varie  tecniche d¹animazione tra le quali l¹animazione in stop-motion di oggetti (come nella serie Panique au Village, mercoledì 18, Capitol Multisala).
Uno degli eventi speciali più attesi è la visione di Team America: World Police di Trey Parker proposto da FFF in lingua originale e senza censura con sottotitoli in italiano (21 gennaio, Capitol Multisala). Protagonisti dell¹irriverente ed ironico film sono anche questa volta pupazzi animati con la tecnica della stop-motion. Il film inoltre prevede un utilizzo massiccio della computergrafica.
Per la sezione Futuro dei Toons, spazio dedicato alle novità più interessanti nel panorama delle serie TV animate, la serie francese Panet Grabo narra le vicende di buffi alieti, pupazzi animati a passo uno, così come in animazione di pupazzi sono numerosi cortometraggi in gara nella sezione Future Film Short, il concorso che FFF dedica ai cortometraggi provenienti da tutto il mondo.
A testimoniare la validità e le importanti origini storiche della tecnica d¹animazione a passo uno, e per approfondirne le origini Future Film Festival propone la retrospettiva completa dell'opera di Jiri Trnka, uno dei massimi pionieri del cinema d¹animazione a pupazzi, maestro riconosciuto a livello internazionale.
Al Future Film Festival 2006 scopriremo quindi un ritorno dell¹utilizzo di una delle più antiche tecniche d¹animazione che non è stata ³superata² dal digitale ma integrata ad esso in un risultato di grande poeticità e impatto visivo.



EVENTO D¹APERTURA DEL FUTURE FILM FESTIVAL
18 gennaio 2006


Il Future Film Festival apre la sua ottava edizione con una prestigiosa e attesa anteprima nazionale: Wallace & Gromit ­ the Curse of the Were Rabbit di Steve Box e Nick Park. Il giorno d¹apertura 18 gennaio 2006, ore 21:00, Capitol Mulisala 1,  Future Film Festival ospiterà l¹ultima fatica di Aardman Animation Studios, nota casa di produzione inglese specializzata nell¹animazione in stop motion, che torna sul grande schermo dopo il grande successo del 2000 con Galline in fuga.
A presentare il film ospite d¹eccezione Ian Whitlock, key-animator di Aardman Animation Studios.
L¹evento prosegue giovedì 19 gennaio nel pomeriggio, quando Ian Whitlock terrà due workshop per imparare ad usare la plastilina, uno per adulti e uno per bambini.

Realizzato in stop motion, Wallace & Gromit ­ The Curse of the WereRabbit è il primo lungometraggio interamente dedicato a Wallace & Gromit, i geniali personaggi in plastilina già protagonisti di numerosi corti vincitori di Oscar (Wallace & Gromit. I Pantaloni sbagliati, 1993 e Wallace & Gromit. Una Tosatura Perfetta, 1995).
Si avvicina la Fiera dell¹Ortaggio Gigante nel quartiere di Wallace e  del suo fedele cane Gromit. A rovinare la festa arriva però una  misteriosa bestia devastatrice di ortaggi che getta il terrore e rovina  i preziosi appezzamenti del circondario. Wallace e Gromit  cercheranno di dare la caccia alla misteriosa bestia con il sistema  ³Anti Pesto² da loro escogitato per proteggere i giardini dalle  incursioni dei conigli.

LE ANTEPRIME DEL FUTURE FILM FESTIVAL
Che cosa ci aspetta nel Futuro del Cinema

L¹edizione 2006 di Future Film Festival propone all¹interno del proprio programma un gran numero di anteprime dedicate agli appassionati del cinema di animazione, di fantascienza e delle ultime novità nel mondo degli effetti speciali.
Si comincia con l¹evento d¹apertura del festival: l¹anteprima italiana di Wallace & Gromit ­ the Curse of the Were Rabbit di Steve Box e Nick Park (18 gennaio, Capitol Multisala): ultima fatica di Aardman Animation Studios, la casa di produzione specializza nell¹animazione in stop-motion che torna sul grande schermo dopo il grande successo del 2000 con
Galline in fuga.
Future Film Festival dedica, come sempre, ampio spazio alle nuove proposte in arrivo dal Giappone. Mind Game di Yuasa Masaaki (21 gennaio, Capitol Multisala) tratto dal manga underground di Robin Nishi il film è un viaggio onirico e pischedelico dopo la morte, a metà tra lo stile di Bill Plympton e di Quentin Tarantino, sperimentale ed innovativo nella narrazione e nelle sorprendenti soluzioni visuali.
Sabato 20 gennaio l¹appuntamento a Future Film Festival è con Inuayasha, il mezzo demone protagonista del manga di Rumiko Takahashi che ha già all¹attivo cinque serie televisive e quattro lungometraggi per il grande schermo. Al FFF sarà presentata l¹anteprima dell¹ultimo lungometraggio diretto da Shinohara Toshiya Inuyasha The Movie ­ L¹Isola Del Fuoco Scarlatto, all¹interno di una intera giornata dedicata a questa serie: l¹Inuyasha Day.
Dal giappone arrivano anche Kyashan ­ la rinascita di Kiriya  Kazuaki (18 gennaio, Capitol Multisala) film visionario, tratto dall¹omonimo anime, dalle ambientazioni retro-futuristiche e Nitaboh di Nishizawa  Akio (19 gennaio, Capitol Multisala) film dalla portata pedagogica, che narra del percorso spirituale e artistico di un giovane musicista in grado di rivoluzionare lo studio e l¹esecuzione dello Shamisen, strumento tradizionale giapponese.
E ancora Yokai Daisenso di Miike Takashi (22 gennaio, Capitol Multisala), prima incursione dell¹iconoclasta e feroce Miike Takashi nel cinema ad alto budget e per famiglie, una fiaba nera e al tempo stesso gioiosa ed anarchica.
A rappresentare una importante e nuova cooperazione culturale tra Giappone e Corea, FFF propone l¹anteprima di Shin Angyo Onshi di Shimura Joji (18 gennaio, Capitol Multisala), il primo lungometraggio prodotto in egual misura da Giappone e Corea tratto dal fumetto degli autori coreani Youn In-wan  e Yang Kyung-II e portato sul grande schermo dal regista giapponese Shimura Joji.
Cinese è invece Mc Dull, Prince de la Bun di Toe Yuen (18 gennaio, Capitol Multisala). Seguito di My Life as Mc Dull, il nuovo film di Toe Yuen narra ancora le vicende del maialino tutto rosa e un po¹ tonto Mc Dull e della madre, sovrapponendo disegni ad immagini 3D così da ottenere un risultato visuale davvero suggestivo.
Dall¹Europa altre produzioni originali ed insolite; il danese Terkel di K. V. Andersen, T. Christoffersen (20 gennaio, Capitol Multisala), commedia dai toni decisamente poco politically correct: pestaggi, omicidi e suicidi per un film d¹animazione estremo e divertente. La versione italiana è stata doppiata da Elio e le storie tese che saranno presenti al festival per la presentazione del film; l¹ungherese Nyócker! (The District) di Áron Gauder (19 gennaio, Capitol Multisala), film che scandisce al ritmo di rap una vicenda insolita e interessante che prevede salti indietro nel tempo e un utlizzo originale di diverse tecniche di animazione ben integrate tra di loro; lo spagnolo Gisaku di Baltasar Pedrosa (19 gennaio, Capitol Multisala), epica riedizione animata della lotta tra il bene e il male.
Italiano è invece Yo-Rahd – Un amico dallo spazio di Camillo Teti e Victor Rambaldi (22 gennaio, Capitol Multisala), storia di un baby extra-terrestre in cerca di un nuovo pianeta da abitare. Il character design, riconiscibile nelle fattezze del piccolo Yo-Rahd, è stato curato da Carlo Rambaldi. Saranno presenti i registi assieme a Carlo Rambaldi.
E ancora, dagli USA: il film di chiusura di FFF Aeon Flux di Karyn Kusama (22 gennaio, Capitol Multisala), sconvolgente visione di un futuro in continua trasformazione, e Zathura di Jon Favreau (18 gennaio, Capitol Multisala) tratto dal romanzo omonimo dell¹autore di Jumanji che mette in scena una storia incentrata su di un apparentemente innocuo gioco da tavola che obbliga una intera famiglia ad un viaggio intergalattico. Frutto di una coproduzione tra USA e Gran Bretagna è Mirrormask di Dave McKean (18 gennaio, Capitol Multisala), un fantastico viaggio dell¹immaginazione alla ricerca della salvifica MirrorMask.



GLI EVENTI DEL FUTURE FILM FESTIVAL 2006


Inuyasha Day
. Sabato 21 gennaio. Una intera giornata di Future Film Festival dedicata all¹anime piu¹ visto degli ultimi tempi, Inuyasha: l'essere per metà umano e per metà demone già protagonista del manga di Rumiko Takahashi e di cinque stagioni televisive e quattro lungometraggi per il cinema. Focus sui personaggi comprimari della serie, anteprima della quinta serie, anteprima di Inuyasha The Movie – L'Isola Del Fuoco Scarlatto, gli speciali su Inuyasha e altro ancora. In collaborazione con Dynit e MTV.

Storie di fantasmi giapponesi: spettri e spiriti del folklore nipponico. Omaggio alla  ricchissima tradizione giapponese del cinema di fantasmi e spiriti. Dagli albori del cinema horror nipponico, alla tradizione meno nota dei racconti sugli Yokai, gli spiri delle cose e della natura, fino al presente con film quali Yokai Daisensou, fiaba nera e al tempo stesso gioiosa e anarchiaca del regista di culto Miike Takashi. A cura di Luca delle Casa e Carlo Tagliazucca.

Macchine del tempo. Un omaggio ai film che hanno interpretato nelle maniere più originali l¹affascinante tema del viaggio nel tempo. La retrospettiva sarà completata da una tavola rotonda intorno al tema del viaggio nel tempo nella letteratura di fantascienza. Parteciperanno Darko Suvin, professore emerito alla Mc Gill University, Carlo Pagetti, professore ordinario di letteratura inglese all'Università di Milano e Franco La Polla, professore ordinario di Letteratura Angloamericana all'Università di Bologna, curatore della rassegna.

Omaggio ad Jannik Hastrup: per la prima volta in Italia Future Film Festival propone un omaggio all¹autore danese con la sua straordinaria partecipazione. La retrospettiva prevede tutti i lungometraggi e una vasta selezione di cortometraggi  di Jannik Hastrup che incontrerà il pubblico del festival domenica 22 gennaio e parlerà della sua carriera e dei temi che lo hanno ispirato per le sue opere. A cura di Angela Mastrolonardo e Olga Durano dell'Associazione Gli anni in tasca.

Omaggio all¹animazione cecoslovacca: Jiri Trnka e la Film Shool Famu di Praga. Per la prima volta in Italia FFF organizza una retrospettiva dedicata al grande maestro d¹animazione di pupazzi, Jiri Trnka con l¹opera omnia dell¹autore. Trnka, considerato il Walt Disney dell¹Est, è stato uno dei massimi pionieri del cinema d¹animazione in stop-motion. La retrospettiva prevede anche un omaggio alla celeberrima scuola di cinema Famu di Praga, attraverso la proiezione di una selezione delle migliori opere degli ultimi anni.

Omaggio all¹animazione indipendente: lo spazio speciale all¹animazione indipendente quest¹anno è dedicato alla società Pic Pic Productions degli animatori belgi Vincent Patar e Stéphane Aubier che si sono fatti conoscere nel panorama internazionale per il loro stile apparentemente grossolano e infantile  per il quale l¹imperfezione è una precisa scelta stilistica.

Born in UK: retrospettiva dedicata a cinque società di produzione che in Gran Bretagna negli ultimi anni hanno saputo reinventare l'utilizzo dell'animazione in tutte le sue forme grazie alle molteplici applicazioni della computer grafica: Nexus Production, Passion Picture, Slinky Pictures, Studio Aka e Tandem Film. A cura di Susanna Corchia.


Il futuro dei Toons:  
è la sezione del FFF dedicata alle novità più interessanti nel mondo delle serie TV animate. Al Future Film Festival vedremo le serie più interessanti del panorama internazionale tra le quali Ghost in the Shell: Stand Alone Complex dello studio Production I.G, Beck degli studi Mad House e i nuovi episodi di
Spongebob Squarepants.

Italiani@FFF-2. Una tavola rotonda per fare il punto sulla produzione digitale italiana ed in particolare sulla produzione di effetti speciali per lungometraggi.
Giovedì 19 gennaio parteciperanno all¹incontro le società italiane più importanti del settore: Franco Valenziano di Ubik, Francesco Grisi di Edi e Marcello Buffa di Lumiq.

Flash goes to cinema. La tecnica Flash e le sue applicazioni in animazione, tv e cinema.
Questo il tema della tavola rotonda Flash goes to cinema che si terrà sabato 21 gennaio  All'incontro parteciperanno gli animatori e registi Bruno Bozzetto e Silvia Pompei. Anteprima assoluta del documentario Flash goes to Hollywood di Silvia Pompei.  

Il web e le trasformazioni del linguaggio televisivo. La televisione del futuro con molta probabilità sarà su internet. Ma come sarà? FFF2006 propone una tavola rotonda per riflettere sul tema sabato 21 gennaio. Ospiti dell¹incontro web designer ed esperti di comunicazione multimediale che operano del panorama internazionale: l'esperto di tecnologia e nuovi media Craig Swann, il webdesigner Alberto Cecchi, il vlogger Massimiliano "strelnik" Bianchi e l'amministratore delegato di My-Tv Benedetto Habib. A seguire, un workshop tutto dedicato alle nuove frontiere della comunicazione web tenuto da Craig Swann.

Future Film Game. Venerdì 20 gennaio l¹appuntamento con il mondo dei videogame quest¹anno prevede l¹incontro con David Nadal, co-fondatore della francese Eden Games  che presenterà in anteprima l¹ultimo capitolo di Alone in the Dark, gioco capostipite dei cosiddetti survival horror. Presenta Jaime D¹Alessandro.

Production lab: la corsa del digitale. Sabato 21 gennaio 2006 FFF propone una riflessione su come il digitale ha modificato le tecniche produttive nel cinema e nella tv. All¹incontro interverranno: i produttori Massimo Cristaldi e Aurelio De Laurentis, lo scenografo Osvaldo Desideri, il regista Alexis Sweet e l'assessore alla cultura del Comune di Bologna Angelo Guglielmi.

Cliptoons. Come l¹animazione incontra il mondo del videoclip. Al FFF domenica 22 una rassegna dei più importanti clip animati della storia, dalle Silly Simponies degli studi Disney fino ai giorni nostri con i Gorillaz, la prima band animata della storia. Con Gianluca Constantini, Marco Corona, Giuseppe Palumbo, Squaz, David Vecchiato. Presenta
Luca Valtorta.
In collaborazione con XL e All Music

Come si crea un cortometraggio d'animazione. Venerdì 20 gennaio incontro con la scuola d¹animazione Gobelins, Ecole de l¹Image. Frédéric Nagorny, docente della prestigiosa scuola d'animazione illustrerà le attività della scuola Gobelins e mostrerà le opere realizzate dagli stessi studenti della scuola.

Aardman Animation Studios: la famosa casa di produzione inglese specializzata nell¹animazione in stop-motion oltre a presentare in anteprima al FFF l¹ultimo attesissimo lungometraggio Wallace&Gromit ­ the Curse of the Were Rabbit sarà presente con Ian Whitlock, key animator di Aardman, che incontrerà il pubblico di FFF in 2 workshop, uno per bambini (19 gennaio, palazzo Re Enzo) e uno per adulti (19 gennaio, Capitol Multisala). Per mettere mano alla costruzione dei conigli mannari in plastilina e capire come funziona l'animazione in stop-motion.

Evento Sposa Cadavere: Giovedì 19 incontrerà il pubblico del Future Film Festival Carlos Grangel, character design di film quali Shrek, Balto e Il Principe d'Egitto e  dell¹ultimo capolavoro di Tim Burton La Sposa Cadavere del quale svelerà i segreti.

Moving Picture Company: Per la prima volta al Future Film Festival sabato 21 gennaio sarà presente la società Moving Picture Company con Nicolas Aithaddi  e Stuart Lashley che presentano gli effetti speciali dell'ultimo spettacolare Harry Potter e il calice di fuoco e di
Wallace and Gromit ­ the Curse of the Were Rabbit.

Pixar Animation Studios: l¹attivissimo e famoso studio statunitense mostrerà in anteprima l¹ultimo cortometraggio d¹animazione One Man Band. Ospite dell¹incontro venerdì 20 Andrew Jimenez regista e sceneggiatore di One Man Band.

Weta Digital: ritorna al Future Film Festival la prestigiosa casa di produzione neozelandese di effetti speciali Weta Digital, famosa per aver lavorato a  Il Signore degli Anelli. A raccontarci i segreti del making of dell¹ultimo film di P. Jackson, King Kong, sarà presente al FFF mercoledì 18 Matt Aitken, digital modeling supervisor di Weta Digital.

Blue Sky Studios: In anteprima mondiale un assaggio dell¹ultimo attesissimo lungometraggio Blue Sky Ice Age 2. Tom Cardone, art director di Ice Age 2 ne presenterà i primi 20 minuti sabato 21 gennaio.

Industrial Light & Magic: domenica 22 gennaio, Andrea Maiolo di Industrial Light & Magic, la società fondata da George Lucas, presenterà il making of di una delle più interessanti produzioni dell'ultimo anno:
Le Cronache di Narnia – Il leone, la strega e l'armadio.

Incontro con Kyle Cooper: Kyle Cooper, fondatore della Prologue Films e Imaginary Forces, presenterà venerdì 20 gennaio i suoi famosi titoli di testa per film quali Seven, Spider Man, Mission Impossible, Mimic, Men in Black, The Legend of Zorro, Donnie Brasco,
Spawn.

GLI APPUNTAMENTI DEL FUTURE VILLAGE
A Palazzo Re Enzo incontri e workshop


La splendida cornice di Palazzo Re Enzo ospita anche quest¹anno il Future Village che sarà il luogo di incontro per tutto il pubblico del Future Film Festival. Il Future Village sarà animato da incontri, tavole rotonde e workshop.
Tutti i giorni alle ore 12:00 conferenza stampa con gli ospiti del Future Film Festival.

Mercoledì 18
Ore 15:00. Future Film Festival e Scriptblog presentano: Scriptblog – Scrivocinema Produzione Condivisa. Analisi della produzione del film Effetto Arancio dalla sceneggiatura alla realizzazione degli effetti speciali.
Con Cristiana Rumori, Max Czertok, Joseph Pelliccia, Francesco Massari, Natasha Czertok, Andrea Amaducci, Salvo Severino.

Giovedì 19
Ore 16.30. Aardman Animation Studios Workshop. Ian Whitloch, key-animator di Aardman Animation Studios, insegna ai bambini a costruire i conigli mannari in plastilina e imparare a realizzare le animazioni di Wallace & Gromit ­ La maledizione del coniglio mannaro.

Venerdì 20
15.30 Presentazione di Abracamovie, il cinema d¹animazione in Biblioteca Sala Borsa Ragazzi un volume con testi di Carlo Mauro, Luca Della Casa, Laura Zardi.
Ore 19.30. Premiazione ufficiale del concorso Film & Phone Festival organizzato e promosso dall¹Associazione Amici del Future Film Festival in collaborazione con Mit/Voice, H3G, Motorola, Cellular Line. Alla presenza dei vincitori, di Federico Gironi (Duellanti), di Marco Massarotto (Art Director Club), di Matteo Forte (H3G), di Luigi Musci (Motorola) e di Liliana Cavani, presidente di Giuria. Segue cocktail.

Sabato 21
Una giornata dedicata a Future Web Festival
Ore 10.00. Future Web Festival: Il web e le trasformazioni del linguaggio televisivo. Una tavola rotonda per riflettere sul tema dei cambiamenti alla quale interverranno  Alberto Cecchi (flasher.it) Craig Swann (crashmedia.com), Massimiliano ³Strelnik² Bianchi (strelnik.it/blog), Benedetto Habib (My-TV). Coordina Luca Vaglio.
14.30
Future Web Festival: Workshop con Craig Swann
Craig Swann esperto e divulgatore di tecnologie di nuovi media è il fondatore della pluripremiata agenzia interattiva CRASH!MEDIA.
19:00 Aperitivo con proiezione dei titoli di testa di Kyle Cooper: proiezioni e aperitivo per tutti.

Domenica 22
Ore 12.00 Presentazione del concorso Enel Digital Contest e avvio ufficiale delle votazioni on line. Saranno presenti Carlo Scirocchi (Enel), Fabio Cioffi (Enel) e il regista Mario Monicelli.
Ore 15.30 Macchine del tempo: incontro con Darko Suvin, Carlo Pagetti, Franco La Polla. Tavola rotonda sul tema del viaggionel tempo nella letteratura.

A seguire Roy Menarini e Claudio Leonardi presentano il libro Il Futuro Imperfetto, il cinema di fantascienza nell'era digitale di Matt Hanson edito da Atlante Libri.  Il testo ripercorre il cammino del cinema di fantascienza attraverso l'analisi dei capolavori degli ultimi vent'anni.

FUTURE FILM KIDS
Più corposo l¹appuntamento per i giovanissimi al Future Film Festival

Future Film Festival, l¹evento bolognese dedicato al cinema d¹animazione e alle nuove tecnologie applicati all¹immagini  (18-22 gennaio 2006) dedica quest¹anno un grande spazio all¹interno della programmazione dedicato ai più piccoli: Future Film Kids.

Future Film Kids si compone di una sezione di laboratori e di proiezioni.

I laboratori
I laboratori si svolgono in collaborazione con La Casa delle Arti e del Gioco  e con Aardman Animation Studios il pomeriggio presso il Future Village (Palazzo Re Enzo, ingresso P.zza Re Enzo).

La Casa delle Arti e del Gioco, cooperativa fondata dal noto pedagogo Mario Lodi per promuovere lo sviluppo delle capacità espressive logiche e creative dei bambini e degli adulti, proporrà i laboratori:

Il Castello errante di Tim: storie e immagini di Tim Burton
(Mercoledì 18 Gennaio 2006, dallle ore 16,30 alle 18,30)
I bambini potranno vedere immagini e ascoltare suoni dai film di Tim Burton, leggere le sue poesie e interpretare creativamente le emozioni attraverso la costruzione di taumatropi burtoniani.
Caccia al Tesoro
(Venerdì 20 e sabato 21 Gennaio 2006, dalle ore 16,30 alle 18,30)
C'è un tesoro nascosto al Future Film Festival 2006! Per due pomeriggi i bambini cercheranno insieme il tesoro attraverso un percorso a tema cinematografico.
Diamo un titolo alla pace: le Favole di Pace di Mario Lodi
(Domenica 22 Gennaio 2006, dalle ore 16,30 alle 18,30)
I bambini ascolteranno alcune delle Favole di Pace, un libro scritto da Mario Lodi in collaborazione con i bambini delle scuole elementari e medie che, sotto forma di favola, parlano del mondo concreto di oggi. Inoltre potranno costruire piccoli corti e titoli di testa di un film di animazione tratto dalle Favole di Pace.
Aardman Workshop
(Giovedì 19 Gennaio 2006, dallle ore 16,30 alle 18,30)
Ospite speciale di Future Film Festival Ian Whitlock, key-animator di Aardman Animation Studios la nota casa di produzione inglese specializzata nell¹animazione in stop motion, insegnerà ai bambini  a costruire i noti personaggi in plastilina, e ad imparare a realizzare le animazioni del film!


Le proiezioni

Samson e Sally – Le avventure della piccola balena bianca/Samson og Sally di
Jannik Hastrup
(18 gennaio, ore 10:00, Capitol Multisala)
Affascinato dalla leggenda di Moby Dick che un giorno tornerà per proteggere tutte le balene, la giovane balena Samson decide di partire per un lungo viaggioŠ.

Mc Dull, Prince de la Bun di Toe Yuen (anteprima italiana)
(19 gennaio, ore 10:00, Capitol Multisala)
Mc Dull, Prince de la Bun  narra la storia d McDull, un maialino rosa, paffutello e un pò tonto, che vive insieme alla madre in una grande metropoli, trasposizione fantastica di Hong Kong.

L¹usignolo di Nightingale / The Emperor¹s Nightingale di Jiri Trnka
(20 gennaio, ore 10:00, Capitol Multisala)
La storia, adattatamento della fiaba di H.Ch. Andersen, narra la vicenda di un bambino solo i cui giocattoli prendono vita in sogno. Il film irradia, con humour sensibile, un¹ atmosfera sognante: le scenografie sono paesaggi minuti e colorati, intensamente fiabeschi fino al limite della fantasia onirica.

Cortometraggi Kids
(21 gennaio, ore 16:00 Capitol Multisala)
Una selezione di cortometraggi inediti per bambini

Yo-Rhad. Un Amico dallo spazio di Camillo Teti e Victor Rambaldi (anteprima italiana)
(22 gennaio, ore 16:00, Capitol Multisala)
Il protagonista, Yo-Rhad, è un simpaticissimo baby extraterrestre che, sopravvissuto insieme ai suoi amici all¹antica civiltà di Klat-uh sul meteorite Glen-darh, è in cerca di asilo e di un nuovo pianeta su cui vivere.
Saranno presenti i registi e Carlo Rambaldi (l¹inventore di E.T. e del personaggio di Yo-Rhad).


FUTURE FILM FESTIVAL 2006
Informazioni generali

L¹edizione 2006 del Future Film Festival si svolgerà a Bologna dal 18 al 22 gennaio.

I luoghi del Future Film Festival 2006
Capitol Multisala
­ Via Milazzo 1.
Future Village ­ Palazzo Re Enzo, entrata Piazza Re Enzo. Il Village ospita conferenze stampa, ufficio accrediti, ufficio stampa, sala stampa, ufficio ospitalità, sala interviste TV, area relax.

Accrediti
Gli accrediti si possono ritirare al Future Village il 17 gennaio 2006 dale ore 16.00 alle ore 18:00 e nei giorni della manifestazione dale 9:00 alle 19:00.

Ingressi singoli e abbonamenti
Biglietto singolo: euro 7
Biglietto ridotto: euro 1
Biglietto ridotto FFKids: euro 4 (riservata ai minori di 14 anni)
Biglietto Inuyasha Day: euro 20
Biglietto Maratona Haibane Renmei: euro 15
Future Film Card Five: euro 25
Con la card sarà possibile seguire 5 proiezioni a scelta all¹interno del programma del Festival.
Il titolare dovrà ritirare giornalmente un biglietto corrispondente alle proiezioni e agli incontri che vorrà seguire. L¹accesso in sala sarà consentito solo fino ad esaurimento posti e previa esibizione dell¹accredito e del singolo biglietto.

La biglietteria del Future Film Festival si trova presso il Capitol Multisala in Via Milazzo 1, ed è aperta dalle ore 9,30 fino all¹inizio dell¹ultimo spettacolo, per tutti i giorni di programmazione.

L¹ingresso in sala avverrà a partire da 10 minuti prima dell¹inizio della proiezione.
Per informazioni: tel. 051 2967581


Ufficio Stampa:
Studio Sottocorno ­ Lorena Borghi
via Nino Bixio 38 20129 Milano – ITALY
Tel. +39 02 20402142
Fax +39 02 2049681
e-mail:info@sottocorno.191.it
lorenaborghi@email.it

Ufficio Stampa Regionale:
Eleonora Boscolo
Tel. +39 051 2960664
e-mail:press@futurefilmkids.org
e_boscolo@futurefilmkids.org

Organizzazione:
Associazione Amici del Future Film Festival
Via del Pratello 21/2 – 40122 Bologna – ITALY
Tel: +39 051 2960664 Fax: +39 051 6567133
e -mail:future@futurefilmfestival.org


www.futurefilmfestival.org

I_CORSI_DI_CINEMA_DI_SENTIERI_SELVAGGI

FUTURE FILM FESTIVAL

FUTURE FILM FESTIVAL

Bologna

18-22 gennaio 2006

www.futurefilmfestival.org



Si terrà a Bologna, dal 18 al 22 gennaio 2006, l' ottava edizione del Future Film Festival. Da sette anni, l' evento bolognese dedicato all'animazione e agli effetti speciali promuove in Italia la cultura delle nuove tecnologie a servizio dell' arte. Il programma del Future Film Festival 2006, diretto da Giulietta Fara e Oscar Cosulich, è in preparazione in questi mesi e si annuncia più ricco che mai, con più incontri, più retrospettive e più eventi speciali dedicati all' universo dell'animazione e degli effetti speciali.



ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA



L' edizione 2006 del Future Film Festival apre i battenti con una preziosa anteprima nazionale: Wallace & Gromit ­ The Curse of the WereRabbit di Ste ve Box e Nick Park.Il giorno d' apertura, 18 gennaio 2006, Future Film Festival ospiterà l¹ultima fatica di Aardman Animation Studios, nota casa di produzione inglese specializzata nell' animazione in stop motion, che torna sul grande schermo dopo il grande successo del 2000 con Galline in fuga.

Realizzato in stop motion, Wallace & Gromit ­ The Curse of the
WereRabbit è

il primo lungometraggio interamente dedicato a Wallace e Gromit, i
geniali

personaggi in plastilina già protagonisti di numerosi corti vincitori
di

Oscar (Wallace & Gromit. I Pantaloni sbagliati, 1993 e Wallace &
Gromit.
Una

Tosatura Perfetta, 1995).



Future Film Festival ospiterà inoltre all' interno della propria

programmazione un incontro e un workshop con gli animatori della
Aardman,

per far "toccare con mano" e costruire i conigli e gli altri pupazzi
del

film al pubblico in sala, e scoprire il dietro le quinte e gli aneddoti
più

curiosi della lavorazione del film.



Gli omaggi



Omaggio al cinema di fantasmi giapponese: spettri e spiriti del
folklore

nipponico

Il Future Film Festival rende quest' anno omaggio alla ricchissima
tradizione giapponese del cinema di fantasmi e spiriti, alla ricerca
delle radici di film contemporanei celeberrimi come Ring, Dark Water o
La Città Incantata.

Il Future Film Festival guarderà da un lato agli albori del cinema
horror

nipponico, con film come Jigoku di Nagakawa Nobuo, dall' altro
esplorerà
la

tradizione meno nota dei racconti orali sugli Yokai, gli spiriti delle
cose

e della natura. Non mancherà uno sguardo al presente, con il recente
Kairo

di Kurosawa Kiyoshi, capolavoro assoluto del new horror, e i nuovissimi

Operetta Tanukigoten, dell¹anziano maestro Suzuki Seijun, e Yokai
Daisenso

del regista cult Miike Takashi, remake dell' omonimo film degli anni

Sessanta.

La retrospettiva è a cura di Luca della Casa e Carlo Tagliazucca.



Time Travel

Il Future Film Festival 2006 vi invita quest'anno ad un "viaggio nel
tempo"

con la retrospettiva Time Travel. Il tema, che da sempre ha affascinato

l'immaginario umano, ha trovato nella cinematografia fantascientifica
una

sua specifica declinazione basata sull'idea di un tempo percorribile
alla

stessa stregua dello spazio. "A tutt'oggi ci sono due modi di viaggiare
nel

tempo: uno fantastico e uno fantasioso. Il primo non richiede nulla se
non

una botta in testa, un sogno, un incantesimo; il secondo richiede una

macchina che attivi lo scarto cronologico trasportandoci attraverso di
esso.

" F. La Polla

La retrospettiva sarà completata da un incontro sul tema del viaggio
nel

tempo nella letteratura di fantascienza, al quale parteciperanno Darko

Suvin, professore emerito alla Mc Gill University, e Carlo Pagelli,

professore ordinario di letteratura inglese all' Università di Milano.

La retrospettiva è a cura di Franco La Polla.



Omaggio a Jannik Hastrup

Per la prima volta in Italia verranno proposti tutti i lungometraggi e
una

vasta selezione di cortometraggi dell¹autore danese, prolifico nel
campo
del

cinema d' animazione diretto ad ogni tipo di pubblico. In tutti i suoi
film,

molto conosciuti in Europa e quasi sconosciuti in Italia, sono evidenti
temi

di grande importanza come l' ecologia, la crudeltà dell' uomo verso gli

animali, la paura della guerra e delle devastazioni da essa portate.
Alla

profondità dei temi si aggiunge una grande conoscenza delle tecniche di

realizzazione, volte a narrare al meglio le storie e arricchirle di
poesia

visiva. L' autore sarà presente al Future Film Festival per
confrontarsi
con

il pubblico.

L' omaggio è in collaborazione con l' associazione Gli anni in tasca.



Omaggio all' animazione made in UK

Il Future Film Festival 2006 dedicherà un' intera sezione della

programmazione ad alcune importanti case di produzione che in Gran
Bretagna

si occupano di animazione e di effetti digitali applicati all'
immagine.
Da

ormai qualche anno queste società di produzione sono divenute
importanti
a

livello internazionale grazie ad accattivanti e fantasiosi videoclip,
come

quelli dei Gorillaz e dei Franz Ferdinand, a provocatorie serie
televisive,

ad ingegnosi titoli di testa per lungometraggi e divertenti intermezzi

televisivi. Passion Pictures, Tandem Films e altre società d'
avanguardia

presenteranno al pubblico le migliori selezioni delle loro opere tra

pubblicità, cortometraggi, videoclip e titoli di testa per film.

L¹omaggio è a cura di Susanna Corchia.

Omaggio all' animazione cecoslovacca: Jiri Trnka e la Film School Famu
di

Praga

Dopo l' omaggio al cinema sovietico e alla scuola di Zagabria, il
Future

Film Festival continua ad aprire una finestra sul mondo dell'
animazione

nell' Est Europa. L' edizione 2006 dedicherà una retrospettiva al
grande

maestro dell' animazione di pupazzi, Jiri Trnka con la proposta dell'
opera

omnia dell' autore e alla celeberrima scuola di cinema Famu di Praga,

attraverso la proiezione di una selezione delle migliori opere degli
ultimi

anni.



Gli incontri



Aardman Animation Studios

La casa di produzione inglese specializzata nell' animazione in stop
motion, dopo Galline in fuga del 2000, sta per tornare sul grande
schermo con Wallace and Gromit ­ Curse of the WereRabbit. In programma
al Future Film Festival 2006 un incontro e un workshop con un animatore
dello studio.

Grangel Studio

Incontro con il character designer Carlos Grangel, che ha lavorato su

successi come Shrek, Balto e Il Principe d' Egitto. L¹ultima sua

collaborazione è con Tim Burton per il film d' animazione The Corpse
Bride.

Moving Picture Company

L' omaggio alla creatività del regista Tim Burton prosegue nell'
incontro con Moving Picture Company che ha curato gli effetti speciali
di The Corpse

Bride e La Fabbrica di Cioccolata. Per la prima volta al Future Film

Festival, lo studio ha lavorato anche su alcuni dei blockbusters
dell¹ultima

stagione cinematografica, dall' epico Le Crociate al tenebroso Batman
Begins.

Pixar Animation Studios

Dopo il successo de Gli Incredibili, grande attesa per le prossime

produzioni dello studio d¹animazione di San Francisco, tra cui Cars,

lungometraggio diretto da John Lasseter che vede come protagoniste
delle

automobili da corsa in uscita la prossima estate. Al Future Film
Festival

2006 verrà presentato in anteprima il nuovo cortometraggio targato
Pixar.

Weta Digital

Dopo la saga de Il Signore degli Anelli, lo studio di effetti speciali

australiano torna con King Kong, il nuovo film di Peter Jackson. A

raccontarci i segreti del making of del film ci sarà Matt Aitken,
digital

modeling supervisor di Weta Digital.

Incontro con Kyle Cooper

Fondatore della Prologue Films e Imaginary Forces, Kyle Cooper è uno
dei più prolifici e fantasiosi grafici e produttori di titoli di testa
per

lungometraggi quali: Seven, SpiderMan, Mission Impossible, Mimic, Dream

Catcher, Men in Black, The Legend of Zorro, Donnie Brasco, Spawn. Erede

dell' arte di Saul Bass, Cooper incontrerà il pubblico del festival e
saranno proiettati i suoi lavori più belli.



Le sezioni



Future Film Festival Digital Award

Settima edizione del concorso che premia le opere italiane che
contengono

elaborazioni in digitale 3D e che contribuiscono al rinnovamento
tecnico
ed

espressivo del panorama produttivo del settore. Digital Award è
promosso
dal

Future Film Festival in collaborazione con Alias.

Future Film Short

È la sezione del Future Film Festival dedicata ai cortometraggi
provenienti

da tutto il mondo, realizzati con tecniche di animazione tradizionale e

digitale, o live con effetti speciali. Come nelle scorse edizioni sarà
il

pubblico del festival a eleggere i corti migliori. In collaborazione
con
GAN

Assicurazioni.

Future Web Festival

La sezione dedicata al Web bandisce anche quest' anno un concorso
dedicato

ai siti più innovativi e originali, per la prima volta con il sostegno
di

Bayer, in cui verrà premiata l' opera più creativa nelle due categorie:
siti

amatoriali e siti realizzati per scopi commerciali pubblicitari. La
sezione

comprenderà anche un incontro con l¹animatore-grafico Graig Swan, a cui

parteciperanno altri ospiti italiani e internazionali per discutere e
fare

dimostrazioni di interazione telefonino-webtv, e di flash design.

Il Futuro dei Toons

Torna la sezione dedicata alle novità più interessanti nel mondo delle

serie TV animate. In anteprima assoluta le nuove produzioni che dal
piccolo

schermo conquisteranno gli appassionati di anime e di cartoons, tra le

quali: Ghost in the Shell: Stand Alone Complex,  Haibane Renmei – La

Federazione delle Piume Cineree, Texhnolyze, Godannar, Basilisk e
alcune

puntate inedite dell' ormai celeberrimo Sponge Bob Square Pants.

Future Film Game

Come ogni anno si rinnova l' appuntamento dedicato al mondo dei
videogame.

Un viaggio alla scoperta delle produzioni più recenti nell' arte che
riesce a rendere interattiva l¹animazione.

Come si crea un cortometraggio d¹animazione

Dopo il successo dello scorso anno, Future Film Festival propone un
nuovo

incontro con una scuola d' animazione europea per dare la possibilità
ai

giovani creativi residenti in Italia di allargare le prospettive
relative

alla propria formazione artistica nel campo dell' animazione,
attraverso

incontri con i docenti e proiezioni delle opere prodotte dagli
studenti.

Reciprocamente i docenti avranno la possibilità di far conoscere la

struttura in cui operano, favorendo uno scambio culturale tra i diversi

paesi.



I bandi per i concorsi del Future Film Festival sono disponibili all' indirizzo:
http://www.futurefilmfestival.org/bandi2006.html



I moduli per la richiesta di accredito per la prossima edizione di Future Film Festival sono disponibili all' indirizzo:

http://www.futurefilmfestival.org/form2006.html

La deadline per la richiesta d¹accredito è il 31 dicembre 2005.





Ufficio Stampa:

Studio Sottocorno ­ Lorena Borghi

via Nino Bixio 38 20129 Milano – ITALY

Tel. +39 02 76006111/4 Fax +39 02 76028759

Cell: +39 348 5834403

e-mail:
info@sottocorno.191.it

lorenaborghi@email.it



Ufficio Stampa Regionale:

Eleonora Boscolo

Tel. +39 051 2960664

e-mail:
press@futurefilmkids.org

e_boscolo@futurefilmkids.org



Organizzazione:

Associazione Amici del Future Film Festival

Via del Pratello 21/2 – 40122 Bologna – ITALY

Tel: +39 051 2960664 Fax: +39 051 6567133

e -mail:
future@futurefilmfestival.org









www.futurefilmfestival.org