LE NUOVE RASSEGNE DEL CINECLUB "KAMIKAZEN"

MARZO, APRILE E MAGGIO 2005: LE NUOVE RASSEGNE DEL CINECLUB KAMIKAZEN

 

Tre date per tre rassegne  

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
8 Marzo, 25 Aprile 1945, 6 agosto 1945: sono queste le tre date che stanno alla base delle tre nuove rassegne cinematografiche che il Cineclub Kamikazen propone, sempre presso la "Sala d'essai" Cinema Gulliver di Alfonsine, a partire da GIOVEDI 10 MARZO 2005, fino a VENERDI 20 MAGGIO, serata in cui è prevista, oltre alla proiezione del film, anche la festa di fine stagione del Cineclub, il KAMIKAZEN PARTY.

Si tratta di date particolarmente significative, importanti, evocative, che rimandano a eventi di lotta per la libertà e la giustizia o a eventi tragici che non possono essere dimenticati.

Procedendo in ordine:

8 Marzo, Giornata della Donna. Il Cineclub Kamikazen ripropone un appuntamento fisso della propria programmazione di marzo, dedicato al rapporto tra cinema e donne.

"Donne con la macchina da presa" presenta in particolare tre opere di recente produzione con regia femminile. Della serie: quando il Cinema d'Autore diventa Cinema d'Autrice. Effettivamente, nella storia della Settima Arte non sono molte le donne che hanno avuto la possibilità di cimentarsi dietro la macchina da presa, ma i dati del cinema di oggi dimostrano che la regia al femminile è una realtà indiscussa, in grado di portare nuove istanze, nuovi punti di vista, nuove suggestioni.

Le registe che hanno firmato le opere della rassegna provengono da esperienze culturali molto diverse: si va dall'iraniana Marziyeh Meshkini, moglie del maestro Mohsen Makhmalbaf, il regista di "Viaggio a Kandahar", alla italo-francese Valeria Bruni Tedeschi, attrice di qualità alla sua opera prima, alla giovane ma già stimata argentina Lucrecia Martel, per la quale si è scomodato, in qualità di produttore del suo secondo film, il grandissimo Pedro Almodovar.

25 Aprile 1945, Giornata di definitiva liberazione dell'Italia dal regime nazi-fascista. Anche in questo caso si tratta per il Cineclub di un appuntamento annuale ribadito nel corso di diversi anni, che parte dalle istanze di libertà e giustizia alla base della lotta di liberazione e della democrazia italiana per abbracciare un cinema di impegno civile e sociale che, tra poesia e denuncia, emozione e riflessione, possa diventare concreto manifesto a favore della pace e della speranza.

"Piovono film 2005: Muri e case in Terra Santa" comprende tre opere accomunate non solo dal tema, la difficile coesistenza tra i popoli israeliani e palestinesi, ma anche dal fatto di imbastire il proprio racconto partendo da una "metafora architettonica", da una costruzione, da un edificio, che diventano metafora di una realtà ben più ampia. Il muro" del documentario di Simone Bitton ( altra regia femminile… ) è quello che il Governo di Israele sta costruendo per sancire in maniera definitiva e perentoria i confini tra gli Stati di Israele e Palestina; "PRIVATE" è ambientato all'interno di una casa palestinese occupata dall'esercito israeliano, mentre "ALILA" racconta i destini incrociati degli inquilini di un condominio di Tel Aviv.

6 Agosto 1945, data del bombardamento atomico americano della città giapponese di Hiroshima. A sessant'anni dal tragico evento, ma anche nell'anno, il 2005, dedicato ai rapporti di Amicizia tra cittadini giapponesi e dell'Unione Europea, il Cineclub ha deciso di raccogliere in un ciclo di cinema di retrospettiva, quindi legato alla storia della Settima Arte, cinque film che affrontano, direttamente o indirettamente, il tema del bombardamento atomico del '45 e dei suoi effetti.

"Hiroshima nel cinema", che significativamente ha ricevuto il Patrocinio dell'Ambasciata del Giappone in Italia, è una rassegna divisa idealmente in due parti. Nella prima, "Resnais e Kurosawa", vengono presentati i punti di vista di due grandissimi autori come il francese Alain Resnais ( che firma la regia di "HIROSHIMA MON AMOUR", da un romanzo di Marguerite Duras ) e il giapponese Akira Kurosawa ( "SOGNI" è un film a episodi intriso di poesia e pacifismo ). La seconda parte invece, "La fantascienza nipponica", intende mostrare come molti prodotti del genere fantascientifico giapponese siano elaborazioni metaforiche del trauma del bombardamento atomico che ha posto fine alla Seconda Guerra Mondiale. 

 

Non solo film:

VENERDI 1 APRILE, prima di "Il muro", l'associazione Donne in Nero di Ravenna presenterà il video "Jenin-Palestina Aprile 2002", realizzato dalle Donne in nero di Roma a sostegno del progetto "Donne di Jenin", immagini e testimonianze sul raid dell'esercito israeliano nel campo profughi di Jenin avvenuto il 3 aprile 2002, con testi a cura del Human Right Watch.

VENERDI 29 APRILE, prima del film "Sogni", intervento a cura del Dott. Marco Del Bene ( Università Ca´ Foscari Venezia ) sul tema "L'incubo dell'atomica – La bomba atomica come trauma nel tessuto sociale e culturale del Giappone. Gli incubi e i mostri che ha generato, la difficile rielaborazione del passato".

                 

 





 

Proiezione unica ore 21:00  Ingresso € 5,00 riservato ai soci del Cineclub Kamikazen


Tessera soci Cineclub Kamikazen anno 2005 euro 3,00 disponibile presso la cassa

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------

"Sala d´essai" Cinema Gulliver Piazza della Resistenza, 2 Alfonsine (RA) Tel. 333 49 56 397


 





 

"Donne con la macchina da presa" dal 10 marzo

---------------------------------------------------------------------
IL PRIMO NUMERO DI SENTIERI SELVAGGI IN OFFERTA AL 50% NEL MESE DI APRILE

---------------------------------------------------------------------


In collaborazione con: Comune di Alfonsine – Assessorato Pari Opportunità, UDI, CIF, AGIS rassegna comune "Festival!"


 


Gio 10 Ven 11 Marzo ore 21


PICCOLI LADRI


di Marziyeh Meshkini


Iran 2004, 90 min., colore, pellicola 35mm


Festival di Venezia 2004



 


Gio 17 Ven 18 Marzo ore 21


E´ PIU´ FACILE PER UN CAMMELLO …


di Valeria Bruni Tedeschi


Italia-Francia 2003, 100 min., colore, pellicola 35mm


Tribeca Film Festival 2003 – Miglior regista esordiente


 


Gio 24 Ven 25 Marzo ore 21


LA NIÑA SANTA


di Lucrecia Martel


Argentina 2004, 106 min., colore, pellicola 35mm


Festival di Cannes 2004


 

 





 


"Piovono film 2005: Muri e case in Terra Santa" dal 1 aprile


Con il Patrocinio di: Comune di Alfonsine


In collaborazione con: Comitato Africa-Alfonsine, Donne in Nero-Ravenna,  AGIS rassegna comune "Festival!"


 


Ven 1 Aprile ore 21


IL MURO


di Simone Bitton


Francia/Israele 2004, 100 min., colore, pellicola 35mm


Festival di Cannes 2004


Prima del film: l'associazione Donne in Nero di Ravenna presenterà il video "JENIN-PALESTINA APRILE 2002" 


 


Gio 7 Ven 8 Aprile ore 21


PRIVATE


di Saverio Costanzo


Italia 2004, 90 min., colore,  pellicola 35mm


Festival di Locarno 2004 – Miglior film e miglior attore protagonista


 



Mer 13 Gio 14 Aprile ore 21


ALILA


di Amos Gitai

Israele 2003, 120 min., colore,  pellicola 35mm

Festival di Venezia 2003

 

 





 

"Hiroshima nel cinema" dal 21 aprile


Con il Patrocinio di: Ambasciata del Giappone in Italia, IsIAO-Emilia-Romagna, Comune di Alfonsine – Assessorato Cultura


In collaborazione con: Associazione per gli Scambi fra Italia e Giappone ( A.S.C.I.G. )-Ravenna,  Cineteca D. W. Griffith-Genova, Cineteca Lucana, Rarovideo – Visioni underground


 


"Parte prima: Resnais e Kurosawa"


 


Gio 21 Aprile ore 21


HIROSHIMA MON AMOUR


di Alain Resnais


Francia/Giappone 1959, 90 min., b/n, pellicola 16mm


 


Ven 29 Aprile ore 21


SOGNI


di Akira Kurosawa


Giappone 1990, 120 min., colore., pellicola 35mm


Prima del film: intervento a cura del Dott. Marco Del Bene ( Università Ca´ Foscari Venezia ) sul tema "L'incubo dell'atomica – La bomba atomica come trauma nel tessuto sociale e culturale del Giappone. Gli incubi e i mostri che ha generato, la difficile rielaborazione del passato" 


 



"Parte seconda: La fantascienza nipponica"



 


Gio 5 Maggio ore 21


GODZILLA


di Ishiro Honda e Terry Morse


 


Gio 12 Maggio ore 21


AKIRA


di Katsuhiro Otomo


Giappone 1989, film di animazione a colori, pellicola 35mm


 


Ven 20 Maggio ore 21


L´AVVENTURA DEL RAGAZZO DEL PALO ELETTRICO


di Shinya Tsukamoto


Giappone 1987, 45 min., colore, dvd edizione Rarovideo, v. o. con sottotitoli in italiano


 








 


VENERDI´ 20 MAGGIO DOPO IL FILM: KAMIKAZEN PARTY festa di fine stagione del Cineclub: buffet, dj set, sorteggio a premi, votazione dei "kamikazen movies" 04-05

 





 

TRAME E SEGNALAZIONI


 


PICCOLI LADRI


Due bambini di Kabul, fratello e sorella, hanno i genitori in galera. All'inizio, come "prigionieri di notte", possono dormire nella cella con la madre, ma dopo il divieto del secondino sono costretti a vagare per la città devastata dalla guerra. Nell'illusione di ricongiungersi alla madre, pensano a un modo per farsi arrestare. Sarà un film, "Ladri di biciclette", a fornir loro l´idea giusta… Omaggio doveroso al neorealismo italiano per un film iraniano ispirato a situazioni reali e girato con interpreti non professionisti.


 


E' PIU' FACILE PER UN CAMMELLO…


Federica è ricca… troppo ricca. Questo privilegio la imprigiona, le impedisce di vivere una normale vita da adulta. Schiacciata da un'eredità in arrivo, dai rapporti complicati con le persone che la circondano e da un senso di colpa lancinante, Federica cerca conforto in un mondo immaginario in cui la realtà diventa perfetta e meravigliosa… La bella e brava attrice italo-francese Valeria Bruni Tedeschi, per la prima volta dietro la macchina da presa, decide di raccontare la propria vita, "con un po´ di ironia e di fantasia".


 


LA NINA SANTA


Nell'inverno argentino, Amalia e Josefina, due ragazze sedicenni, si recano in chiesa per discutere di fede e di vocazione, ma non fanno che parlare di baci. Le adolescenti provengono da famiglie diverse, quella di Josefina è molto tradizionalista mentre quella di Amalia le lascia maggior libertà. L´incontro improvviso e fulminante con un uomo più grande di lei  segna la vita di quest'ultima e le fa capire la forza della sua vocazione… Diretto con particolare sensibilità, il film vede Pedro Almodovar in qualità di produttore.


 


IL MURO


Il muro in questione è quello che il Governo di Israele sta costruendo per sancire in maniera netta e perentoria i confini con la Palestina: 640 Km di cemento e filo spinato, un progetto da due milioni di dollari al Km. La regista compie un´indagine sul campo, sul cantiere si potrebbe dire, che coinvolge palestinesi e israeliani. Confrontarsi con quel muro significa ovviamente riflettere sulla drammatica situazione attuale, pensando al futuro, con lucidità, ma anche con speranza.


 


PRIVATE


Protagonista della storia è la Famiglia B., la cui casa si trova tra gli insediamenti israeliani e i territori arabi. Quando il capofamiglia, Mohamed, si rifiuta di consegnare la casa all'esercito israeliano che vuole espropriarla per ragioni di sicurezza, la famiglia si trova a convivere forzatamente con il manipolo di soldati che ha occupato il piano superiore dell'abitazione…. Straordinaria allegoria del dramma mediorientale che si consuma tra quattro pareti domestiche. Saverio Costanzo, figlio di Maurizio, è andato in Palestina per un documentario ed è tornato con una storia esemplare.


 


ALILA


In un condominio alla periferia di Tel Aviv, vicino al confine con Jaffa, si incrociano i destini dei personaggi che vi abitano. Dalle pagine del romanzo "Ripristinando antichi amori" di Yehoshua Kenaz e dallo sguardo lucido e critico di Amos Gitai, una storia di uomini e di donne nella Israele di oggi.


 


HIROSHIMA MON AMOUR


Un´attrice francese vive una breve ma intensa passione con un architetto giapponese durante il suo soggiorno ad Hiroshima. Tratto da un romanzo di Marguerite Duras e sceneggiato dalla stessa autrice, il film è un´opera chiave della nouvelle vague francese, capace di utilizzare con grande libertà immagini e parole.


 


SOGNI


Otto episodi che ripercorrono momenti significativi della vita di un uomo attraverso il linguaggio dei sogni e della metafora. Temi come il rapporto con la natura, la magia di questa, la guerra, l´esplosione atomica, sono filtrati dallo sguardo poetico e visionario del grande maestro giapponese. Collaborazioni d´eccezione: Steven Spielberg per la produzione, George Lucas per gli effetti speciali, Ishiro Honda, il creatore di Godzilla, per la consulenza artistica.


 


GODZILLA


Un mostro preistorico, riportato in vita dal lancio della Bomba H sull´atollo di Bikini, mette a ferro e fuoco la città di Tokyo… Nato come risposta nipponica a King Kong, alimentato dagli incubi della Seconda Guerra Mondiale, "Gojira" uscì in Giappone nel 1954, riscuotendo un enorme successo di pubblico. Nel ´57 uscì sul mercato occidentale l´edizione americana del film, "Godzilla". Più corta di 15 minuti, questa versione aggiunge nuove sequenze introducendo il personaggio di un giornalista americano interpretato da Raymond Burr.


Sarà eccezionalmente proiettata la versione italiana in pellicola 35mm curata da Luigi Cozzi ( storico collaboratore di Dario Argento ) uscita al cinema nel 1977. Si tratta di una vera e propria nuova versione, con la colorizzazione dei fotogrammi originari del `57, l´aggiunta di nuove musiche composte dal mitico Vice Tempera ( quello di "Ufo Robot, Ufo Robot…" ), e l´inserimento di nuove immagini, tratte dai documentari di guerra ( Seconda Guerra Mondiale, Vietnam, esplosioni nucleari.


 


AKIRA


In una Tokyo del futuro, devastata dalla Terza Guerra Mondiale e dalle armi nucleari, l´esistenza è segnata dal caos e dalla violenza. Tetsuo, giovane teppista, viene coinvolto nel piano militare "Akira Project" che tenta di utilizzare a scopi bellici alcuni bambini dotati di poteri psico-cinetici. Gli esperimenti lo trasformeranno in mostruoso essere mutante… Pietra miliare dell´animazione giapponese, dal potente fascino visionario.


Sarà eccezionalmente proiettata la versione integrale, con nuove scene all´inizio e alla fine del film.


 


L'AVVENTURA DEL RAGAZZO DEL PALO ELETTRICO


Imperdibile appuntamento con l´opera folle e geniale del regista di "Tetsuo" e "A snake of June". Un ragazzo, Hikari, viene proiettato da una macchina del tempo nel futuro, dove un gruppo di vampiri Shinsegumi minaccia di togliere definitivamente dal mondo la luce grazie alla costruzione di una bomba alimentata dalla vita di una giovane donna. Una anziana maestra, Momo Sariba, lo aiuta a combattere i mostri e a compiere il suo destino, accendere una luce alla fine di un´epoca perché la successiva non si ritrovi nell´oscurità.


 


 






 








 

Per informazioni: tel. 333 49 56 397 – www.kamikazen.com