Le uscite al cinema del weekend

La seconda settimana di febbraio è iniziata da lunedì scorso con il ritorno in sala di uno dei capisaldi dell’Espressionismo tedesco, Nosferatu il vampiro (la scheda, la recensione) di Friedrich Wilhelm Murnau, nella versione restaurata della Cineteca di Bologna. Il giorno dopo è statra la volta del nuovo film dello Studio Ghibli La ricompensa del gatto (la scheda, la recensione).

Tra i titoli più attesi ci sono Zoolander 2 (la scheda, la recensione) ritorno di Ben Stiller dopo 14 anni dal primo film dove il protagonista deve tornare nel mondo dell’alta moda per salvare le popstar del mondo e il biopic su Dalton Trumbo L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo (la scheda, la recensione) di Jay Roach con Bryan Cranston (nomination all’Oscar 2016 come miglior attore protagonista) nei panni del celebre sceneggiatore. Le altre due ‘new entry’ statunitensi sono The End of the Tour (la scheda, la recensione) di James Ponsoldt sui cinque giorni di intervista tra il giornalista di Rolling Stone David Lipsky e l’acclamato scrittore David Foster Wallace rispettivamente interpretati da Jesse Eisenberg e Jason Segel e la commedia sentimentale Single ma non troppo (la scheda, la recensione) di Christian Ditter tratta dal romanzo È bello farsi inseguire di Liz Tuccillo.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Due le novità italiane. La prima è Perfetti sconosciuti (la scheda, la recensione) di Paolo Genovese con un cast che vede protagonisti Giuseppe Battiston, Anna Foglietta, Marco Giallini, Edoardo Leo, Valerio Mastandrea, Alba Rohrwacher e Kasia Smutniak. L’altra è Milionari (la scheda, la recensione) di Alessandro Piva, con Francesco Scianna e Valentina Lodovini, ascesa e caduta di un clan criminale napoletano attraverso il racconto di un boss e della sua famiglia. Chiude il cartellone Mózes, il pesce e la colomba (la scheda, la recensione), esordio della trentenne ungherese Virág Zomborácz.

Da vedere Nosferatu il vampiro e L’ultima parola. La vera storia di dalton Trumbo

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Da evitare nessuno