Ryan Gosling, tra tuono e vendetta

Ryan Gosling in Come un tuono e Only God Forgives

 

Ryan Gosling (il nostro profilo): lo Steve McQueen reincarnato, dice qualcuno. Di sicuro l'attore canadese ci sta consegnando personaggi destinati a rimanere: poliedrico al punto tale da concedersi una puntata nel gangster movie all'acqua di rose di Ruben Fleischer (Gangster Squad), ma contemporaneamente arruolato da Terrence Malick e già pronto a dirigere il suo primo lungometraggio (How to Catch a Monster)

Coinvolto in diverse cause umanitarie (tra cui Raise Hope for Congo, che getta luce sulle sanguinose guerre intestine legate anche alle risorse minerarie che foraggiano l'hi-tech di tutto il mondo), da Jimmy Kimmel parla del suo impegno, ma mostra anche altri due talenti (di musicista e di comico) suonando l' ukulele come in una scena di Blue Valentine.

Ryan Gosling con Eva Mendes in Come un tuonoDa un meme popolare tra le fan di Gosling (alle quali di recente un sito di film in streaming ha dedicato la Gosline, un numero verde destinato a consolarle dopo l'annuncio dell'attore di volersi tenere per un po' lontano dalla rete, e pare non sia uno scherzo) è nato un esperimento web lanciato da una dottoranda di gender studies dell'università del Wisconsin: Ryan è diventato suo malgrado testimonial di FeministRyanGosling, tumblr dallo straordinario successo che gioca con l'immagine dell'attore attribuendogli motti di grandi teorici e teoriche degli studi di genere, ma anche dichiarazioni semplificate, del tipo "i generi sono un costrutto sociale" o "intendo fare a pezzi il patriarcato". Nato come un gioco, il blog è diventato un libro.

Al quale è seguito un esilarante musical (vedere per credere) realizzato da studenti e docenti dell'Università di Portland. Uno di loro, con indosso una maschera che riproduce il viso di Gosling, si aggira per la facoltà, imperturbabile, leggendo Foucault (anche al bagno) mentre donne e uomini di ogni età lo rincorrono e lo adorano come un idolo (oltre a sculacciarlo) cantando la hit per teenager Call Me Maybe. Alla fine, sarà un barbuto ammiratore a conquistarlo.

Ryan Gosling con Vithaya Pansringarm e Nicolas Winding Refn sul setIn questo 2013 sono due i titoli più attesi con Gosling protagonista: The Place Beyond the Pines, storia di paternità e di vendetta di Derek Cianfrance (la recensione di Sentieri Selvaggi) e il crime movie ambientato a Bangkok Only God Forgives di Nicolas Winding Refn. Per entrambi i registi, tanto diversi tra loro, Ryan è diventato una musa.

"Il mio personaggio è un insieme di clichè sulla mascolinità. Muscoli, tatuaggi, moto, pistole, coltelli, lui è in una specie di boy band carnevalesca di motociclisti anni 90, non c'è niente di peggio" racconta Gosling a ThePlaylist., riferendosi al suo alterego Luke nel film di Cianfrance. Del film di Refn invece dice soltanto che è "molto estremo" e che è una sorta di incubo.

Vedremo The Place Beyond the Pines (tutto sul progetto, foto e poster, Derek Cianfrance parla del film, immagini e anteprima soundtrack, clip e foto dietro le quinte) nelle nostre sale a partire dal 4 aprile con il titolo Come un tuono.


Sul canale ufficiale Lucky Red, tutti i materiali in italiano, tra cui clip e spot tv). Il film, già presentato a Toronto 2012, è già uscito in Francia il 20 marzo, e il 29 marzo in alcune città degli Stati Uniti. (VIDEO: i primi cinque minuti).

L'uscita di Only God Forgives per ora è fissata al 23 maggio nelle sale danesi (ma è molto probabile l'anteprima a Cannes 66).

Nella nostra gallery, tutte le nuove foto dei due film.