MILANO 22 – “Bad Weather”, di Giovanni Giommi (Concorso Extra)


Banishanta è un'isola-bordello, una lingua di terra a sud del Bangladesh ed è il luogo in cui Giovanni Giommi ci fa scoprire le speranze, i desideri, le paure e gli amori delle donne lavoratrici del sesso che vivono in questo luogo. Con una narrazione trasparente e una forza evocativa inusuale, l’autore ci accompagna in questa ricerca verso il cuore di tenebra della nostra contemporaneità, dentro la labilità del presente e la fragile consistenza di queste vite.

Bad weatherLa macchina da presa di Giovanni Giommi, già collaboratore di Massimo Coppola, scruta i volti e i confini visibili di Banishanta, isola-bordello a sud del Bangladesh. Qui vivono le lavoratrici del sesso, qui si danno appuntamento gli uomini che vengono dal Vietnam e dai vicini Paesi quando le loro navi passano da quelle parti, qui, su questa lingua di terra così fragile, fatta d’argilla e acqua, vivono le speranze, i desideri, le paure e gli amori di queste donne, alcune in età, altre molto giovani che coltivano i loro desideri e il loro lavoro, ben sapendo che il piacere dell’amore è differente da quello che da il cliente. Il cliente ti squarcia, dice una giovane donna, lui è il cliente e può fare ciò che vuole, il tuo uomo ti da il piacere. Conciliare il sesso a pagamento con l’amore, con i figli, con il futuro e la famiglia d’origine da mantenere, è questo il compito che si sono assegnate queste donne che Giommi scruta con discrezione, ma a viso aperto, raccontando il dolore dell’uomo compagno della prostituta e quello della donna alle prese con le cattiverie degli uomini, attraverso le perfette forme di una narrazione trasparente, di una documentazione impeccabile.

 

 

Il documentario di Giommi si distingue per forza evocativa davvero inusuale, per il valore aggiunto che mostrano i suoi primi piani, nel sapere assorbire dal grigiore del paesaggio la minaccia del presente, l’incertezza del futuro, ma anche la labilità di un quotidiano sempre da inventare e la fragile consistenza di queste vite che sembrano navigare su una zattera alla deriva. Banishanta diventa, attraverso gli occhi di Giommi, la ricerca del cuore di tenebra della nostra contemporaneità, l’incredibile universo parallelo che scorre accanto, l’infernale deposito di ogni disillusione, luogo indefinito e finisterrae dell‘anima. Complice, in questa ricerca dell’oscuro volto che Banishanta rappresenta è la composizione narrativa di Giommi che, lavorando su lunghe e controllate carrellate, coglie la velatura nebbiosa della terra che osserva, rievocando nello spettatore la lenta scoperta della terra di Kurtz in Apocalypse now. D’altra parte, non era quel Kurtz che ripeteva: l’orrore, l’orrore…., anche qui le donne lo dicono, ma lo lasciano raccontare da altre parole, con i loro sorrisi che tornano a dirci che il mondo nasconde molte verità e non sempre quelle evidenti sono quelle vere, quelle sulle quali fare affidamento.

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Incasso "favoloso" per il film su Leopardi di Mario Martone
Il giovane favoloso di Elio Germano sfiora i 100 mila euro di incassi
Fine riprese per Un Natale stupefacente
Le riprese della commedia di Natale di Lillo e Greg, in uscita il 18 dicembre
NInfomaniac di Umberto Baccolo al BP FilmFest di Berlino
per un dibattito sul sesso esplicito nel cinema d'autore
FESTIVAL DI ROMA 2014 - Jean-Pierre Jeunet critico verso la sala Sinopoli
Ieri, prima della proiezione delle 11.30
Maleficent arriva in Blu-Ray
Dopo un incasso di 740 milioni di dollari, approda in home video
Christian Bale sarà Steve Jobs nel nuovo biopic
Nuovo protagonista per il film di Boyle dopo il rifiuto di Di Caprio
Parte la rassegna The B-Side of the Movie
Tre appuntamenti a San Giovanni Valdano a partire da stasera
Oscar 2015: condurrà l'attore Neil Harris
 Ha già condotto 4 volte i Tony Awards 
In arrivo Diplomacy - Una notte per salvare Parigi
In sala dal 21 novembre
Sasha Grey ospite al TRIESTE SCIENCE+FICTION 2014
Presenterà Open Windows di Nacho Vigalondo
Omar Sy e Charlotte Gainsbourg per Samba
Diretto dalla coppia Nakache-Toledano, ora nelle sale francesi
Daredevil: le novità dal NYCC 2014 per la serie Netflix
Nel cast arriverà anche Rosario Dawson
Festival di Roma - 18 ottobre: CineCocktail si fa in tre
incontro pubblico con Andrea Bosca, Paola Minaccioni e Giorgio Colangeli
Il collettivo pratese Snellinberg a Pechino per Sogni di gloria
Unico film italiano selezionato all'European Union Film Festival.
Jeffery Deaver riceverà il Raymond Chandler Award al Courmayeur Noir in Festival
Premio alla carriera per il celebrato scrittore americano
Good Short Films con Huffington Post per il "cinema breve"
 I migliori cortometraggi dei Festival direttamente sul web
Saviano, anche ZeroZeroZero diventa una serie Tv
Mantenuto lo stesso team creativo di Gomorra-La serie
FESTIVAL DI ROMA 2014 - Salta il cinese Dead End
Il film di Cao Baoping non ha passato il visto della censura
I guardiani della galassia su Film Tv
Interviste a Mario Martone, Marco Müller e Richard Gere
Jennifer Jason Leigh nel prossimo Tarantino
Primo nome ufficiale nel cast di The Hateful Eight.
Spostato l'Inferno di Ron Howard
Il film uscirà nel 2016, con quasi un anno di ritardo.
Léa Seydoux al fianco di James Bond.
L’attrice francese protagonista di Bond 24.
Ultimi 3 giorni per la campagna di crowdfunding per Audrey
Diretto da Ferruccio Gibellini
Liberate Oleg Sentsov!
L’appello di oltre 300 professionisti del mondo del cinema.
Last Summer in uscita il 30 ottobre
Bolero Film lo distribuisce dopo l’anteprima al Festival di Roma.