MILANO 22 – “Bad Weather”, di Giovanni Giommi (Concorso Extra)


Banishanta è un'isola-bordello, una lingua di terra a sud del Bangladesh ed è il luogo in cui Giovanni Giommi ci fa scoprire le speranze, i desideri, le paure e gli amori delle donne lavoratrici del sesso che vivono in questo luogo. Con una narrazione trasparente e una forza evocativa inusuale, l’autore ci accompagna in questa ricerca verso il cuore di tenebra della nostra contemporaneità, dentro la labilità del presente e la fragile consistenza di queste vite.

Bad weatherLa macchina da presa di Giovanni Giommi, già collaboratore di Massimo Coppola, scruta i volti e i confini visibili di Banishanta, isola-bordello a sud del Bangladesh. Qui vivono le lavoratrici del sesso, qui si danno appuntamento gli uomini che vengono dal Vietnam e dai vicini Paesi quando le loro navi passano da quelle parti, qui, su questa lingua di terra così fragile, fatta d’argilla e acqua, vivono le speranze, i desideri, le paure e gli amori di queste donne, alcune in età, altre molto giovani che coltivano i loro desideri e il loro lavoro, ben sapendo che il piacere dell’amore è differente da quello che da il cliente. Il cliente ti squarcia, dice una giovane donna, lui è il cliente e può fare ciò che vuole, il tuo uomo ti da il piacere. Conciliare il sesso a pagamento con l’amore, con i figli, con il futuro e la famiglia d’origine da mantenere, è questo il compito che si sono assegnate queste donne che Giommi scruta con discrezione, ma a viso aperto, raccontando il dolore dell’uomo compagno della prostituta e quello della donna alle prese con le cattiverie degli uomini, attraverso le perfette forme di una narrazione trasparente, di una documentazione impeccabile.

 

 

Il documentario di Giommi si distingue per forza evocativa davvero inusuale, per il valore aggiunto che mostrano i suoi primi piani, nel sapere assorbire dal grigiore del paesaggio la minaccia del presente, l’incertezza del futuro, ma anche la labilità di un quotidiano sempre da inventare e la fragile consistenza di queste vite che sembrano navigare su una zattera alla deriva. Banishanta diventa, attraverso gli occhi di Giommi, la ricerca del cuore di tenebra della nostra contemporaneità, l’incredibile universo parallelo che scorre accanto, l’infernale deposito di ogni disillusione, luogo indefinito e finisterrae dell‘anima. Complice, in questa ricerca dell’oscuro volto che Banishanta rappresenta è la composizione narrativa di Giommi che, lavorando su lunghe e controllate carrellate, coglie la velatura nebbiosa della terra che osserva, rievocando nello spettatore la lenta scoperta della terra di Kurtz in Apocalypse now. D’altra parte, non era quel Kurtz che ripeteva: l’orrore, l’orrore…., anche qui le donne lo dicono, ma lo lasciano raccontare da altre parole, con i loro sorrisi che tornano a dirci che il mondo nasconde molte verità e non sempre quelle evidenti sono quelle vere, quelle sulle quali fare affidamento.

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Di Caprio protagonista di The Revenant
L'attore nella pellicola diretta da Inarritu
Diminuisce l'investimento ma aumenta la produzione di film italiani
Dal rapporto MIBACT e Anica sui numeri del cinema italiano 
Un sequel per Mrs. Doubtfire
Robin Williams ancora protagonista
Nuove rivelazioni su Batman Vs. Superman
Ne parla Zack Snyder
Un Focus sul cinema italiano al Festival di Pechino
Presentati i film di Toni Trupia, Daniele Gaglianone, Francesco Bruni e Matteo Oleotto
Torna Cronenberg con Maps To The Stars
Il film sarà a Cannes ed esce in Italia il 21 maggio
Festival di Cannes. I film di "Un certain regard"
19 titoli in gara
Il film di Alice Rohrwacher corre per la Palma d'Oro
Le meraviglie a Cannes
Jacques Tati in mostra!
un'esposizione fotografica con le migliori scene dei suoi film
Noah non passa in Medio Oriente
 il film di Aronofsky vietato per ragioni culturali
James Franco avrà un cameo in Dawn of the Planet of the Apes
Ma l'attore non ne era a conoscenza
Locke nelle sale dal 30 aprile
la seconda opera di Steven Knight
Festival di Cannes: annunciati i titoli dei corti e Cinéfondation
C'è l'italiano A passo d'uomo di Aloi
David Fincher dice no al biopic su Steve Jobs
Avrebbe avanzato richieste esose alla casa di produzione
Philomena in DVD e Blu Ray
Uscito il 15 aprile  
Tilda Swinton non si considera un'attrice
Ne spiega le ragioni in un'intervista su Variety 
I mattatori del cinema italiano, dal 16 aprile in home video
Una collana dvd Warner Bros sui grandi volti della storia del cinema italiano
The Revenant di Iñárritu previsto per il 2015
Il protagonista sarà Leonardo Di Caprio
Rio 2 in copertina su Film Tv
Interviste a Carlos Saldanha e i Manetti Bros.
J.D. Salinger al cinema
Il film-documentario nelle sale solo il 20 maggio
James Cameron sui suoi Avatar
"Il secondo, terzo e quarto film saranno prodotti contemporaneamente"
Previsto il sesto capitolo della serie Die Hard
Di nuovo insieme Bruce Willis e Samuel L. Jackson?
Incassi record per Grand Budapest Hotel
Oltre 100 milioni di dollari in tutto il mondo
Scrivi una canzone per Salvatores
Via al bando per giovani musicisti  
I Beatles in sala con A Hard Day’s Night
Il 9, 10 e 11 giugno