MILANO 22 – “Bad Weather”, di Giovanni Giommi (Concorso Extra)


Banishanta è un'isola-bordello, una lingua di terra a sud del Bangladesh ed è il luogo in cui Giovanni Giommi ci fa scoprire le speranze, i desideri, le paure e gli amori delle donne lavoratrici del sesso che vivono in questo luogo. Con una narrazione trasparente e una forza evocativa inusuale, l’autore ci accompagna in questa ricerca verso il cuore di tenebra della nostra contemporaneità, dentro la labilità del presente e la fragile consistenza di queste vite.

Bad weatherLa macchina da presa di Giovanni Giommi, già collaboratore di Massimo Coppola, scruta i volti e i confini visibili di Banishanta, isola-bordello a sud del Bangladesh. Qui vivono le lavoratrici del sesso, qui si danno appuntamento gli uomini che vengono dal Vietnam e dai vicini Paesi quando le loro navi passano da quelle parti, qui, su questa lingua di terra così fragile, fatta d’argilla e acqua, vivono le speranze, i desideri, le paure e gli amori di queste donne, alcune in età, altre molto giovani che coltivano i loro desideri e il loro lavoro, ben sapendo che il piacere dell’amore è differente da quello che da il cliente. Il cliente ti squarcia, dice una giovane donna, lui è il cliente e può fare ciò che vuole, il tuo uomo ti da il piacere. Conciliare il sesso a pagamento con l’amore, con i figli, con il futuro e la famiglia d’origine da mantenere, è questo il compito che si sono assegnate queste donne che Giommi scruta con discrezione, ma a viso aperto, raccontando il dolore dell’uomo compagno della prostituta e quello della donna alle prese con le cattiverie degli uomini, attraverso le perfette forme di una narrazione trasparente, di una documentazione impeccabile.

 

 

Il documentario di Giommi si distingue per forza evocativa davvero inusuale, per il valore aggiunto che mostrano i suoi primi piani, nel sapere assorbire dal grigiore del paesaggio la minaccia del presente, l’incertezza del futuro, ma anche la labilità di un quotidiano sempre da inventare e la fragile consistenza di queste vite che sembrano navigare su una zattera alla deriva. Banishanta diventa, attraverso gli occhi di Giommi, la ricerca del cuore di tenebra della nostra contemporaneità, l’incredibile universo parallelo che scorre accanto, l’infernale deposito di ogni disillusione, luogo indefinito e finisterrae dell‘anima. Complice, in questa ricerca dell’oscuro volto che Banishanta rappresenta è la composizione narrativa di Giommi che, lavorando su lunghe e controllate carrellate, coglie la velatura nebbiosa della terra che osserva, rievocando nello spettatore la lenta scoperta della terra di Kurtz in Apocalypse now. D’altra parte, non era quel Kurtz che ripeteva: l’orrore, l’orrore…., anche qui le donne lo dicono, ma lo lasciano raccontare da altre parole, con i loro sorrisi che tornano a dirci che il mondo nasconde molte verità e non sempre quelle evidenti sono quelle vere, quelle sulle quali fare affidamento.

Scrivi un commento
Captcha

Segnala un commento
Captcha

Sono presenti 0 commenti
 
 

Cerca nel sito

Cerca nel sito



News

Magic in the Moonlight in sala il 4 dicembre
Nuovo film di Woody Allen con Emma Stone
Apes Revolution sul nuovo Film Tv
Interviste a Matt Reevs e Andy Serkis, speciale sul cinema Palestinese
Addio a Giorgio Gaslini
sue le colonne sonore de La notte di Antonioni e Profondo rosso    
Esce a settembre Frances Ha
Il film di Noah Baumbach amato da Tarantino
Sin City – Una donna per uccidere da ottobre al cinema
Il ritorno della coppia Robert Rodriguez/Frank Miller  
Point Break 2 in Alto Adige
Le riprese si sono svolte a Bolzano e Brunico
I vincitori del Concorso Paranormal Stories
le t-shirt messe in palio da Explorer Entertainment 
Venezia 71: la Calabria di Francesco Munzi
Nella sua trasposizione di Anime Nere
Step Up All In: prima clip e spot
il film uscirà il 20 agosto  
LOCARNO 67 - Arriva Roman Polanski
Terrà una lezione di cinema aperta al pubblico il 15 agosto
CinemaèDanza parte oggi da Cortona
Prossimi appuntamenti ad Arezzo e Terranova Bracciolini
Tutti i premi del 44° Giffoni Film Festival
Ornella Muti e Paolo Conticini ospiti speciali
Julia Roberts e Vincent Cassel in Toscana
Lei per Calzedonia, lui per Garrone
Chuck Palahniuk annuncia un comic book per Fight Club 2
il fumetto sarà edito da Dark Horse
I vincitori di Bimbi Belli 2014
Pif miglior film
Amazing Spider-Man 3 rimandato al 2018
La precedenza a ‘I Sinistri Sei’
L'Osservatore Romano esalta Il vangelo secondo Matteo
Quella di Pasolini "forse la migliore opera su Gesù nella storia del cinema".
La sceneggiatura de ‘Il giovane favoloso’ in libreria
Martone su Leopardi: dal 16 ottobre
Laurea honoris causa a Bertolucci
Il conferimento sarà il 16 dicembre  
Naomi Watts per Jean-Marc Vallée?
In trattative per il suo Demolition
Il Premio Bresson va a Verdone
L'attore e regista romano verrà insignito del premio
Bloccato il nuovo film di Scimeca
Stop per motivi burocratici 
Gagosian Gallery ospita le foto di Dennis Hopper
In autunno l'altra faccia dell'attore.
VENEZIA 71: La giuria della sezione Orizzonti
Presieduta da Ann Hui
VENEZIA 71: Carlo Verdone in giuria
Presieduta dal musicista Alexandre Desplat