IP MAN: arrivano il 4° capitolo e un nuovo spin-off

A tenere compagnia a Jackie Chan e alla sua variopinta presenza nel Marché di Cannes 2017 non poteva mancare un’altra leggenda delle arti marziali: l’attore hongkonghese Donnie Yen, la cui figura è inscindibile da quella del personaggio leggendario Ip Man. La saga del maestro di Wing Chun iniziata nel 2008 e firmata Wilson Yip non è ancora finita. Da tempo le voci su un quarto capitolo giravano all’impazzata e se un giorno venivano confermate, il giorno dopo erano subito smentite.  Adesso che sono ormai certe, le aspettative sono state addirittura superate. Infatti a Le Marché non solo era presente  Ip Man 4 ma anche una novità, lo spin off Ip Man: Cheung Tin Chi di Woo-Ping Yuen  con il wrestler de I Guardiani della Galassia Dave Bautista.

Se fermare Jackie Chan è impossibile anche Donnie Yen non è intenzionato a lasciarci orfani dei suoi insegnamenti. Lo abbiamo visto recentemente in xXx – The return of Xander Cage, e soprattutto in Rogue One dove interpretava il monaco cieco Chirrut Îmwe, colui che negli anni bui non ha mai smesso di credere nel potere della Forza. Nessuno meglio di Donnie Yen poteva incarnare la saggezza nello spin off di Star Wars, poiché l’attore negli ultimi 9 anni ha rappresentato alla perfezione la sapienza e l’equilibrio trasferendoli nei suoi eleganti combattimenti della saga Ip Man.

ipman4

Sappiamo bene che la figura del combattente di Wilson Yip è ispirata a quella realmente esistita di Yip Man, famoso maestro di Wing Chun, primo ad insegnare apertamente lo stile di kung fu del Sud della Cina. Colui che ebbe fra i suoi tanti allievi un giovane ragazzo di nome Bruce Lee. Questa figura del ‘900 oltre ad aver ispirato la saga dei quattro Ip Man, ha fortemente influenzato il cinema delle arti marziali. Basti pensare a The Grandmaster di Wong Kar-wai e a Ip Man – The Legend Is Born e Ip Man – The Final Fight dove il regista Herman Yau racconta infanzia, giovinezza e vecchiaia del grande maestro.

L’uscita del quarto capitolo della saga è prevista nel 2018 e le nuove avventure di Ip Man lo vedranno correre in aiuto dell’allievo Bruce Lee. Infatti mentre Ip Man conduce tranquillamente la sua vita insegnando il Whin Chung, Bruce Lee decide di aprire una scuola negli Stati Uniti. Ma questo non piace al locale maestro di Kung Fu e Ip Man si recherà negli Usa per combattere al fianco del suo famosissimo discepolo.

 

E se attendiamo con ansia il continuo della saga, siamo al contempo molto incuriositi dallo spin off del regista e coreografo di arti marziali cinese Woo-Ping Yuen. Sebbene alcune immagini siano già trapelate le notizie sul film sono poche. La storia sarà incentrata su Cheung Tin Chi, il combattente clandestino che in Ip Man 3 era al soldo del mafioso Mike Tyson.  Rivale di Ip Man in quanto grande esperto di Wing Chun, Cheung Tin Chi è interpretato dall’attore hongkonghese Jin Zang.
cheung
Dopo essere stato sconfitto da Ip Man, Tin Chin conduce una vita solitaria. Un giorno offende Kit, il fratello del famoso boss mafioso Sis ha. Per Tin Chin sarà l’inizio di una serie di guai che lo porteranno a battersi in continui combattimenti, fra cui quello con lo straniero Davidson, interpretato dal wrestler Dave Bautista.

Le notizie su un possibile cameo di Donnie Yen sono ancora incerte. E chissà se riusciremo a vedere sui grandi schermi italiani il quarto capitolo della saga e l’attesissimo spin off sul rivale di Ip Man. Il terzo capitolo del 2016 non trovò la distribuzione. In ogni caso aspettiamo intrepidi e ci riguardiamo il combattimento finale fra i due protagonisti dei film che ci attendono: