Luciano Emmer, l'eccentricità ritrovata

luciano emmer

cinEmmer

 

Per lungo tempo e ancora oggi trafitto dalla definizione di ‘neorealista rosa'’, Luciano Emmer (nato nel 1918) resta una delle figure più limpidamente isolate e ‘a sé’ del cinema italiano, una delle più singolari e eccentriche. Eccentricità non (ri)cercata, ma (ri)trovata infine grazie o a causa delle sue orgogliose qualità. Nella sua biofilmografia si condensano e insieme si scompaginano in modo lampante tutte le ambiguità e i paradossi e le approssimazioni del cinema italiano. Otto lungometraggi nei dieci anni dal 1950 al 1960, un’età aurea del cinema italiano, quella in cui si affermano i ‘maestri’ Fellini Antonioni Visconti, in cui si mettono a fuoco i motivi corrosivi o corrivi della commedia all’italiana, in cui assistiamo allo ‘svilupparsi lento’ dell’improvvisa polaroid che è il ‘boom’ (o ‘miracolo economico’). Il cinema di Emmer appare quindi inserito in modo forte nella ‘società cinematografica’ che lo circonda. Eppure, già la definizione bizzarra e ossimorica di ‘neoreaiismo rosa’ indica un’inclassificabilità assoluta. Da Domenica d'agosto  (1950) a La ragazza in vetrina (1960, uno dei suoi capolavori, insieme con Camilla e Parigi è sempre Parigi), parve a suo tempo di poter leggere uno scurirsi dello sguardo emmeriano, ma solo un cieco oggi potrebbe non restare colpito dalla lancinante malinconia che già nel film d’esordio vela il sorriso e mostra il carnaio della società di massa che consuma la ‘vacanza’ della vita. E, cineasta di ribadita e proclamata ‘semplicità’ e di fedeltà alla narrazione, Emmer risulta in effetti uno dei più moderni tra i registi europei (di marca non ‘iper-autoriale’) del dopoguerra. I suoi film si compongono con un puntinismo dedrammatizzante, con un’attenzione leggera all’intensità della ‘durata’ (di una scena o di uno sguardo) e all’attesa dell’istante. Il ‘colore’ di Emmer è se mai il ‘nero’ evocato dall’oscurità della notte: perché Emmer è cineasta ‘notturno’ per eccellenza (citiamo in particolare La ragazza in vetrina e il recente bellissimo Una lunga lunga lunga notte d'amore, che predilige il ‘vuoto’ e la sospensione della notte come ‘frame’ e ambiente e situazione ideale.

Prima e dopo il ‘decennio’ del suo cinema (e del ritorno recente al lungometraggio) Emmer ha praticato intensamente generi ‘corti’. Già dal 1938, decine di cortometraggi su grandi cicli pittorici e vari momenti della storia dell’arte (da Giotto a Bosch a Piero della Francesca a Goya a Hogarth a Picasso collaborando con personaggi come Cocteau o lo stesso Picasso), fino ai due recentissimi Bella di notte, viaggio notturno tra i capolavori del museo di Villa Borghese, e il quasi testamentario Con aura senz'aura,Viaggio ai confini dell'arte, filmtv del 2003. Dal 1960 Emmer diventa uno dei più prolifici registi della storia della pubblicità italiana. Centinaia e centinaia di spot (spesso magnifici), in particolare per la celebre rubrica Carosello, pietra miliare della televisione. E per la televisione realizza serie come la interessantissima Io e…, e il sublime tenero e acido pamphlet del 1966 La distrazione. Davvero, nella sua ‘aritmia filmografica’, il cinema di Emmer è uno degli esempi più completi e estremi della automatica ‘attenta distrazione’ incarnata nella macchina soffice dell’oscuro ‘cinema-lumière’ in tutte le sue diramazioni e milleocchi tentacolari.

 

(e.gh.)

 

FILM

 

RACCONTO DA UN AFFRESCO (Italia, 1938, 35mm, 11’) Realizzato con Enrico Gras.

PARADISO TERRESTRE (Italia, 1939, 35mm, 11’) Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

ROMANZO DI UN’EPOCA (Italia, 1941, 35mm, 11’)

DESTINO D’AMORE OVVERO PICCOLO MONDO AL PLATINO (Italia, 1941, 35mm, 14’)

LA SUA TERRA (Italia, 1941, video da 35mm, 11’) Realizzato con Enrico Gras.

GUERRIERI (Italia, 1943, 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

IL CANTICO DELLE CREATURE (Italia, 1943, 35mm, 12’)

LA CITTÀ HA SETE (Italia, 1943, video da 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

BIANCHI PASCOLI (Italia, 1947, 35mm, 13’)

TERRA DEL MELODRAMMA (Italia, 1947, 35mm, 8’)

SULLE ORME DI VERDI (Italia, 1947, 35mm, 9’)

SULLA VIA DI DAMASCO (Italia, 1947, 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras.

ISOLE NELLA LAGUNA (Italia, 1948, 35mm, 13’) Realizzato con Enrico Gras.

VENISE ET SES AMANTS (Romantici a Venezia, Italia, 1948, 35mm, 11’) v. francese

LA LEGGENDA DI SANT’ORSOLA (Italia, 1948, 35mm, 9’) Realizzato con Enrico Gras.

L’INVENZIONE DELLA CROCE (Italia, 1948, 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras.

I FRATELLI MIRACOLOSI (Italia, 1948, 35mm, 9’)Realizzato con Enrico Gras.

L’ALLEGORIA DELLA PRIMAVERA (Italia, 1948, 35mm, 9’) Realizzato con Enrico Gras.

PROVINO PER UN FILM MAI REALIZZATO DALA MADRE” DI GRAZIA DELEDDA (Italia, 1948, 35mm, 7’) anteprima

GOYA. I DISASTRI DELLA GUERRA e LA FESTA DI SANT’ISIDORO (Italia, 1950, 35mm, 18’)

DOMENICA D’AGOSTO (Italia, 1950, 35mm, 79’)

PARIGI È SEMPRE PARIGI (Italia, 1951, 35mm, 99’)

LEONARDO DA VINCI (Italia, 1952, 35mm, 45’)

LE RAGAZZE DI PIAZZA DI SPAGNA (Italia, 1952, 35mm, 97’)

LA CARRIERA DI UN LIBERTINO. MATRIMONIO ALLA MODA e LA CARRIERA DI UNA CORTIGIANA (Italia, 1953, 35mm, 19’)

PICASSO (Italia, 1953, 35mm, 41’)

CAMILLA (Italia, 1954, 35mm, 86’)

EROI DELL’ARTIDE (Italia, 1954, 35mm, 59’) v. inglese

TERZA LICEO (Italia, 1954, 35mm, 104’)

IL BIGAMO (Italia, 1955, 35mm, 99’)

IL MOMENTO PIÙ BELLO (Italia, 1957, 35mm, 96’)

PARADISO TERRESTRE (Italia, 1957, 35mm, 87’)

SETTE PITTORI (Italia, 1957, video da 16mm, 13’)

LA RAGAZZA IN VETRINA (Italia, 1961, 35mm, 92’)

BIANCO ROSSO E CELESTE. CRONACA DEI GIORNI DEL PALIO DI SIENA (Italia, 1962, video da 16mm, 65’)

NOI E L’AUTOMOBILE (Italia, 1962, video da 16mm, in cinque puntate: 38’; 33’; 37’; 37’; 35’)

BOLOGNA-FIRENZE KM 84,700 (Italia, 1964, video da 16mm, 18’)

EIN TRAUM IS EINE STADT (Italia, 1964, video da 16mm, 11’)

LA DISTRAZIONE (Italia, 1965, video da 16mm, 48’)

LA SUBLIME FATICA (Italia, 1966, 35mm, 11’)

IL LIBRO DELL’ARTE (Italia, 1967, video da 35mm, 27’)

GEMINUS (Italia, 1969, video da 16mm, in sei puntate: 54’, 41’, 52’, 49’, 58’, 63’)

K2 PIÙ 1 (Italia, 1971, video da 35mm, in sei puntate. In programma Il furto del Raffaello e Gli occhi di Siva)

IO E… (Italia, 1972, video da 16mm, 14 puntate)

AIMEZ-VOUS L’ITALIE? (1976, video da 16mm, serie in 13 puntate, 195’)

 

CAROSELLO CHE PASSIONE! (Italia, 1978, video da 16mm, in 2 puntate, 100’)

LA TERRA DEI NAIFS JUGOSLAVI (Italia, 1979, video da 16mm, 49’)

CHIMICA E AGRICOLTURA. DOCUMENTARI PER ENEA (Italia, 1984, video da 16mm, durate varie)

LA BELLEZZA DEL DIAVOLO. VIAGGIO NEI  CASTELLI TRENTINI (Italia, 1989, video da 16mm, 46’)

BASTA! CI FACCIO UN FILM (Italia, 1990, 35mm, 101’)

L’ORSO DELLA VAL DI NON (Italia, 1990, video, 10’)

CINEMA ITALIA (Italia, 1990, video, 22’)

CINEMA EUROPA (Italia, 1990, video, 18’)

IL DRAMMA DI CRISTO NARRATO DA GIOTTO (Italia, 1992, video, 25’)

FOGGIA…NON DIRLE MAI ADDIO (Italia, 1996, video, 32’)

BELLA DI NOTTE (Italia, 1997, 35mm, 28’)

INCONTRARE PICASSO (Italia, 2000, video, 42’)

L’ISTANTANEA (Italia, 2000, video, 16’)

UNA LUNGA, LUNGA, LUNGA NOTTE D’AMORE (Italia, 2001, 35mm, 99’)

IMPRESSIONI AL TERMINE DELLE RIPRESE DI UNA LUNGA, LUNGA, LUNGA NOTTE D’AMORE (Italia, 2001, video, 6’)

NOSTALGIE (Italia, 2001, video, 7’)

ORE 9: LEZIONE DI CINEMA (Italia, 2002 video, 60’)

L’ACQUA… IL FUOCO (Italia, 2003, 35mm, 94’)

CON AURA…SENZ’AURA. VIAGGIO AI CONFINI DELL’ARTE (Italia, 2003, video, 58’)

I MAGICI COLORI DI NAPOLI (Italia, 2004, video, 18’) anteprima

L’INVENZIONE DEL DR. EMMER: CAROSELLO (Italia, video, 90’+90’) 

BELLE DI NOTTE di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2001, 35mm, 47’)

L’ACQUA… IL FUOCO di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2002, video, 40’)

LA CONVERSAZIONE AMOROSA di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2002, video, 40’)

CI CONOSCIAMO? di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2003, video, 30’) anteprima

L’OLANDESE VOLANTE. LUCIANO EMMER A PASSEGGIO PER ROMA E L’EUROPA di Paolo Luciani (Italia, 2004, video, 30’)

DIS(E)TRAZIONI (riprese e montaggio di enrico ghezzi)

 

 

RACCONTO DA UN AFFRESCO (Italia, 1938, 35mm, 11’) Realizzato con Enrico Gras.

Semplice davvero come una O di Giotto, il gesto di Emmer sceglie le fotografie Alinari degli affreschi di Giotto della Cappella degli Scrovegni e libera la pittura dalla propria fissità e dal finto rispetto accademico di essa. Sa anzi che non la si potrà mai scuotere abbastanza. La voglia di fare del cinema nel modo più facile, filmando fotografie di visioni, ‘animandole’, mette in gioco tutta la complessità la ricchezza l’ambiguità dell’immagine. Trova nei (già) dipinti una stratificazione di cinemi già ‘girati’ e di sensi e direzioni, rossellinianamente. Essi fuggono da sè, incrociano diversi presenti, quando non è Emmer a insertarli con sguardi estranei. (Alain Resnais riconosce di dovergli ‘tutto’).

Sab. 13, 14.00 Massimo2 – Dom. 14, 18.00 Romano2 – Gio. 18, 16.00 Massimo2– Sab. 20, 16.00 Massimo2

 

PARADISO TERRESTRE (Italia, 1939, 35mm, 11’) Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

La cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre, a partire dalle fotografie Alinari del trittico del Giardino delle delizie di Bosch.

Sab. 13, 14.00 Massimo2 – Dom. 14, 18.00 Romano2 – Gio. 18, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 16.00 Massimo2

 

ROMANZO DI UN’EPOCA (Italia, 1941, 35mm, 11’)

Descrizione delle trasformazioni nella società tra ‘800 e ‘900, per mezzo di illustrazioni, fotografie e stampe pubblicitarie.

Sab. 13, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 16.00 Massimo2

 

DESTINO D’AMORE OVVERO PICCOLO MONDO AL PLATINO (Italia, 1941, 35mm, 14’)

Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

Una storia d’amore raccontata con le cartoline illustrate “al platino”.

Sab. 13, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 16.00 Massimo2

 

LA SUA TERRA (Italia, 1941, video da 35mm, 11’) Realizzato con Enrico Gras.

Ritenuto perso fino a pochi anni fa perché condannato alla distruzione dall’ira scaramantico-superstiziosa del Duce. In effetti, il luogo natale di Mussolini (Predappio) non appare culla ma camposanto, luogo di sepoltura, occasione di visioni spettrali

 

 

dreyeriane. Il set reale, come una pittura filmata in fotografia, si scompone in frammenti mai italico-bucolici, dove ogni luce sa di temporale.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 18.15 Massimo2 – Sab. 20, 14.00 Massimo2

 

GUERRIERI (Italia, 1943, 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

Ricostruzione di una battaglia medioevale attraverso le opere di Simone Martini, Paolo Uccello, Piero della Francesca, Domenico Morone, Spinello Aretino.

Sab. 13, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 16.00 Massimo2

 

IL CANTICO DELLE CREATURE (Italia, 1943, 35mm, 12’)

Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

Episodi della vita di San Francesco, attraverso gli affreschi di Giotto nella Basilica Superiore di Assisi.

Sab. 13, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 16.00 Massimo2

 

LA CITTÀ HA SETE (Italia, 1943, video da 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras e Tatiana Grauding.

L’acquedotto di Bergamo, l’importanza della sua efficienza per la vita degli abitanti e per le attività economiche.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 18.15 Massimo2 – Sab. 20, 14.00 Massimo2

 

BIANCHI PASCOLI (Italia, 1947, 35mm, 13’)

Stupendo poemetto pascoliano, un percorso attraverso i cimiteri di guerra alleati. Scogliere incantate, paesaggi sereni. Film ‘di guerra’ a battaglie finite, dove le corse improvvise dei bambini a abbracciare e vivificare le croci, a negarle e oltrepassarle correndo verso la macchina da presa, sono ancor più emanazione fantomatica dei morti irriconciliati che speranza di pace.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 18.15 Massimo2 – Sab. 20, 14.00 Massimo2

 

TERRA DEL MELODRAMMA (Italia, 1947, 35mm, 8’)

Alcuni episodi della vita di Giuseppe Verdi  nel corso di un viaggio a Roncole di Busseto.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 18.15 Massimo2 – Sab. 20, 14.00 Massimo2

 

SULLE ORME DI VERDI (Italia, 1947, 35mm, 9’)

Viaggio in una giornata a Roncole di Busseto, paese natale di Verdi, ricercando le tracce della personalità dell’artista.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 18.15 Massimo2 – Sab. 20, 14.00 Massimo2

 

SULLA VIA DI DAMASCO (Italia, 1947, 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras.

Il cammino di San Paolo attraverso le opere d’arte dei Musei Vaticani.

Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00 Massimo2

 

ISOLE NELLA LAGUNA (Italia, 1948, 35mm, 13’) Realizzato con Enrico Gras.

Le terre della laguna veneta, destinate a scomparire a causa dell’alta marea.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 18.15 Massimo2 – Sab. 20, 14.00 Massimo2

 

VENISE ET SES AMANTS (Romantici a Venezia, Italia, 1948, 35mm, 11’) v. francese Realizzato con Enrico Gras.

Evocazione delle atmosfere tipiche del clima romantico, attraverso gli occhi di Lord Byron, Alfred De Musset, Gabriele D’Annunzio, Gorge Sand e Richard Wagner. Nell’edizione francese del film un nuovo testo scritto e letto personalmente da Jean Cocteau.

Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00 Massimo2

 

LA LEGGENDA DI SANT’ORSOLA (Italia, 1948, 35mm, 9’) Realizzato con Enrico Gras.

La storia di Sant’Orsola, la principessa di Bretagna andata in sposa al re d’Inghilterra, che la volle convertire alla religione del suo popolo.

Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00  Massimo2

 

L’INVENZIONE DELLA CROCE (Italia, 1948, 35mm, 10’) Realizzato con Enrico Gras.

Altra dolce ammirata violenza su un pittore assoluto, il Piero della Leggenda della Croce. Mai vista dal vero la Cappella con i suoi dipinti. Foto Alinari, al solito. Quando due anni fa il film è stato ritrovato e ristampato, Emmer fingeva di non ricordarsene affatto. Oppure non fingeva. La sua visione della storia dell’arte sembra infatti un dinamico unico rotolo in cui tutti i quadri e le pitture abitano lo stesso spazio si rincorrono rotolano mutano l’una nell’altra.

Dom. 14, 18.00 Romano2 – Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00 Massimo2

 

I FRATELLI MIRACOLOSI (Italia, 1948, 35mm, 9’) Realizzato con Enrico Gras.

La storia dei Santi Cosma e Damiano, raccontata  da Beato Angelico nella Pala di San Marco.

Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00 Massimo2

 

L’ALLEGORIA DELLA PRIMAVERA (Italia, 1948, 35mm, 9’) Realizzato con Enrico Gras.

Nelle raffinate allegorie delle opere di Botticelli, si osserva un universo in cui misticismo e paganesimo si incontrano.

Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00 Massimo2

 

 

 

 

PROVINO PER UN FILM MAI REALIZZATO DALA MADRE” DI GRAZIA DELEDDA (Italia, 1948, 35mm, 7’) anteprima

Il provino del primo film di fiction di Emmer con Lucia Bosè e Marcello Mastroianni agli inizi della loro carriera. Due scene dalla sceneggiatura scritta con Amidei dal romanzo della scrittrice sarda. La lavorazione del film fu interrotta per il parere negativo del Vaticano.

Sab. 13, 19.45 Massimo2 – Mar. 16, 22.15 Massimo2 – Ven. 19, 9.00 Massimo2

 

GOYA. I DISASTRI DELLA GUERRA e LA FESTA DI SANT’ISIDORO (Italia, 1950, 35mm, 18’)

A partire dall’opera grafica e pittorica di Goya, una riflessione sul “sonno della ragione” e alcuni schizzi della vita madrilena dell’epoca dell’’800.

Lun. 15, 14.00 Massimo2 – Ven. 19, 16.00 Massimo2 – Sab. 20, 18.00 Massimo2

 

DOMENICA D’AGOSTO (Italia, 1950, 35mm, 79’)

Una domenica d’estate del dopoguerra, tra le comitive di romani che hanno lasciato la città in massa per raggiungere le spiagge di Ostia. Storia di una giornata attraverso alcuni episodi che tracciano uno schizzo di questa folla eterogenea. Nella spiaggia gremita di gente le vicende di alcuni di questi personaggi si incrociano.

Il primo lungometraggio di Emmer. Tenerezza delle speranze del dopoguerra nella crudeltà della luce d’agosto. Altro che neorealismo rosa! (a meno che non si intenda la dolcezza della putrefazione). Non c’è pace tra gli ombrelloni. “La pubblicità avvertiva: “è un film al quale avete collaborato anche voi”. Non si poteva davvero essere più spietati”, Ennio Flaiano. Nel tipico melange emmeriano di attori e non-attori, il vero avvio della storia di cinema di Mastroianni e del suo sodalizio col regista.

Ven. 12, 18.00 Massimo2 – Mar. 16, 15.00 LUX – Ven. 19, 11.00 Massimo2

 

PARIGI È SEMPRE PARIGI (Italia, 1951, 35mm, 99’)

Una compagnia di italiani a Parigi per ventiquattro ore, per vedere la partita Italia-Francia. Tutti approfittano della trasferta per scoprire la città, alla ricerca dalle sue rinomate attrazioni. Ma non tutte le grandi aspettative sono soddisfatte, e l’incontro più piacevole capita proprio a chi non lo va a cercare.

Uno dei film più sottovalutati di Emmer e Amidei. Amatissimo dal regista. Geniale ‘trasferta parigina di uno spaccato di cinema italiano. La Bosè luminosa ombrosa, la più internazionale e estranea delle bellezze italiane’. Nelle maglie del reticolo di piccole storie uguali e inani, l’individuazione perfetta della deriva spettacolare di massa: il calcio, il museo. E anche, per caso o allucinazione (le bottiglie umane, réclame ambulanti), del futuro destino ‘pubblicitario’ emmeriano.

Sab. 13, 19.45 Massimo2 – Mar. 16, 22.15 Massimo2 – Ven. 19, 9.00 Massimo2

 

LEONARDO DA VINCI (Italia, 1952, 35mm, 45’)

Un’immersione nell’opera grafica di Leonardo attraverso una fantasiosa animazione dei quaderni conservati al Louvre.

Lun. 15, 11.00 Massimo2 – Mer. 17, 16.00 Massimo2

 

LE RAGAZZE DI PIAZZA DI SPAGNA (Italia, 1952, 35mm, 97’)

Le storie di tre ragazze che lavorano in una sartoria di Piazza di Spagna, sullo sfondo del contrasto fra il mondo proletario delle periferie cui appartengono e l’ambiente raffinato del centro della città. Le vicende sentimentali, i sogni  e le delusioni delle protagoniste, raccontate nella cornice della scalinata di Trinità dei Monti.

Pre-soap di successo. Film forse meno personale di altri, ma proprio la relativa distanza dalle sue ossessioni mette a fuoco le sue qualità di (im)puro autore di cinema. Ancor più che l’orchestrazione di un cast stupefacente che include estremi come Eduardo De Filippo e lo scrittore Giorgio Bassani, l’articolarsi di un sistema di campi medi e lunghi che scompongono e ricompongono il ‘dipinto’ fermo in moto della vita quotidiana.

Ven. 12, 22.00 Massimo2 – Mer. 17, 20.00 Massimo2 – Gio. 18, 11.00 Massimo2

 

LA CARRIERA DI UN LIBERTINO. MATRIMONIO ALLA MODA e LA CARRIERA DI UNA CORTIGIANA (Italia, 1953, 35mm, 19’)

Episodi tratti dalle incisioni di William Hogarth, che ricostruiscono le caratteristiche di quella società settecentesca verso cui il pittore rivolgeva la sua satira.

Lun. 15, 11.00 Massimo2 – Mer. 17, 16.00 Massimo2

 

PICASSO (Italia, 1953, 35mm, 41’)

Documentario realizzato in occasione della prima mostra di Picasso in Italia. L’artista è ripreso  al lavoro nel suo studio  e mentre disegna in tempo reale  un’allegoria di pace nella Cappella di Vallauris.

Si vede il processo di creazione dell'artista: lo si vede riflettere e si capisce che sa esattamente quello che vuole trovare. Lo vediamo muoversi in modo naturale, elegante, come un ballerino (Diana Picasso).

Lun. 15, 11.00 Massimo2 – Mer. 17, 16.00 Massimo2

 

CAMILLA (Italia, 1954, 35mm, 86’)

Camilla, una donna veneta semplice e salda, si trasferisce a Roma per prestare servizio come domestica presso una famiglia della media borghesia. Mario, il padre, si lancia avventatamente in un’impresa che si rivela una catastrofe e mette in crisi anche la sua vita coniugale. In questi momenti difficili, la saggezza genuina di Camilla diventa un sostegno per tutta la famiglia.

Forse oggi il film preferito da Emmer. Cosi’ dolcemente (piccolo) borghese fin dal titolo, non è meno eccentrico degli altri suoi. L’intensità con cui risente e racchiude l’aria del tempo in quel caseggiato e nell’appartamento ricostruito a Cinecittà non occulta la presenza flagrante del fantasma della famiglia dello stesso Emmer (due dei suoi figli bambini ne sono protagonisti,

 

rendendo vertiginosa la complicazione e sottigliezza di ruoli e statuti degli ‘attori’ emmeriani), e il fuoco nitidissimo di bulino della fotografia di Gábor Pogány danna brucia salva conserva eterna la collezione di istanti infernali di vita quotidiana economica affettiva governata da nulla se non da una ‘governante’.

Sab. 13, 17.45 Massimo2 – Mer. 17, 22.00 Massimo2 – Gio. 18, 17.45 LUX

 

EROI DELL’ARTIDE (Italia, 1954, 35mm, 59’) v. inglese

La storia delle imprese nelle regioni artiche e un reportage su quelle terre, attraverso il montaggio di documenti provenienti da diversi archivi europei e materiali girati durante una spedizione del giornalista Manuel Lualdi al Polo Nord.

Mar. 16, 18.00 Massimo2 – Mer. 17, 14.00 Massimo2

 

TERZA LICEO (Italia, 1954, 35mm, 104’)

Episodi di vita degli studenti di un liceo di Roma nel corso di un intero anno scolastico: i rapporti con la famiglia, gli amori e le amicizie di alcuni ragazzi al passaggio all’età adulta. Le loro vicende private, tanto diverse quanto eterogenei sono i loro retroterra culturali, sono vissute anche nella dimensione collettiva della classe.

Tipica missione impossibile emmeriana, un film polifonico adolescenziale. Decine e decine di giovani (non)protagonisti, e ancora più spinto del solito l’effetto di bassorilievo sfalsato dato dal cast misto e perfettamente integrato di professionisti e non. Il bozzettismo apparente ci riconsegna affettuosamente e crudelmente l’abbozzarsi approssimato delle nostre/loro ‘vite’ sempre dilettanti (spicca nel cast una giovanissima e rara Ilaria Occhini; e vi si può scoprire una ‘uncredited’ Valeria Moriconi).

Dom. 14, 20.00 Massimo2 – Mer. 17, 11.00 Massimo2 – Gio. 18, 20.30 Massimo2

 

IL BIGAMO (Italia, 1955, 35mm, 99’)

Mario De Santis, un agente di commercio sposato e padre di un bambino, viene denunciato per bigamia. Un caso di omonimia, ma nessuno crede nella sua innocenza e viene arrestato. Ritrovatosi ad affrontare la questione da solo, Mario potrà sperare soltanto nell’aiuto del suo compagno di cella, Guerrino.

La presenza degli sceneggiatori principi della ‘commedia all’italiana’, Age e Scarpelli, mostra invece  la diversità emmeriana. Manca –del genere-l’eccitazione infine glorificante. La situazione piccoloborghese è attraversata nella sua ramificazione infernalmente mediocre. Tra il protagonista Mastroianni quasi spento, di pezza o di pannolenci e l’estremismo lunare farsesco di De Sica, passa una corrente che folgora l’istantanea di una vita evanescente. Forse per questo Paolo Virzì trova che nel film: “si respira una specie di sollievo, l’allegria di esser sopravvissuti alla tragedia della guerra, il desiderio innocente di vita, di svago, di sentimenti lievi, di dolce democratico tran tran.”

Dom. 14, 9.00 Massimo2 – Mar. 16, 11.00 Massimo2 – Gio. 18, 22.30 Massimo2

 

IL MOMENTO PIÙ BELLO (Italia, 1957, 35mm, 96’)

Pietro, un giovane medico ostetrico, cerca di applicare il metodo del parto indolore nel suo reparto, nonostante lo scetticismo dei suoi colleghi. Quando la sua fidanzata, gli comunica di aspettare un bambino, le fa capire di essere troppo preso dal suo lavoro, sperando che rinunci al figlio. Ma sarà solo grazie alla tenacia di Luisa che Piero riuscirà a realizzare le sue aspirazioni professionali.

Il film forse meno amato dal regista. Di sicuro il più eccentrico (nel nostro paese lo sarebbe ancora il soggetto: il parto indolore). Ma anche la più segreta affascinante, precisa (fin dal titolo) dichiarazione di poetica. Mastroianni, di nuovo con la Ralli, porta al limite il suo passaggio fantomatico attraverso i fotogrammi, pronto alle trasognate assenze felliniane. Di bellezza visiva raggelata e quasi fantascientifica: nessuno sguardo alla vetrina del cinema è indolore.

Sab. 13, 22.00 Massimo2 – Mar. 16, 9.00 Massimo2 – Ven. 19, 18.00 Massimo2

 

PARADISO TERRESTRE (Italia, 1957, 35mm, 87’)

Documentario realizzato con il montaggio di materiali girati nel corso di diverse spedizioni in luoghi lontani incontaminati, dall’Antartide all’Africa, dall’America del Sud alla Nuova Guinea.

Mer. 17, 18.00 Massimo2 – Gio. 18, 14.00 Massimo2

 

SETTE PITTORI (Italia, 1957, video da 16mm, 13’)

Un carosello degli esordi dedicato a sette pittori: Giuseppe Capogrossi, Carlo Levi, Franco Gentilini, Corrado Cagli, Anna Salvatore, Renato Guttuso, Amerigo Bartoli.

Sab. 13, 20.00 Romano3 – Sab. 20, 18.00 Romano3

 

LA RAGAZZA IN VETRINA (Italia, 1961, 35mm, 92’)

Vincenzo emigra ad Amsterdam per guadagnarsi il pane in miniera, ma scioccato da una frana durante il primo giorno di lavoro decide di tornare indietro. Un compagno lo convince a ritardare la partenza, per passare il fine settimana con lui. L'incontro con Corry, una ragazza del quartiere delle vetrine, renderà difficile il suo ritorno in Italia.

Sublime malinconicissimo addio agli anni Cinquanta di Emmer (tornerà ‘regista di film’ quasi quarantanni dopo!) e del cinema italiano. Film ultimo, totalmente eccentrico, censurato, mal capito, in effetti non italiano ma europeo (Flaiano e Pasolini sceneggiatori in gita premio a Amsterdam, ma il film Emmer lo scrive con due prostitute locali). Capolavoro apolide il cui territorio è la notte del cinema (altro che rosa!) e della paura d’amare,  acutissimo nel percepire il circuito globale di lavoro e desiderio.in cui sprofondano soggetti e corpi (si tratti del buio di miniera o della luce delle vetrine in cui si vendono), e noi a guardare, e il sospetto che ogni immagine sia come la  luminosa e offuscata Marina Vlady.

Dom. 14, 14.00 Massimo2 – Lun. 15, 16.00 Massimo2 – Ven. 19, 22.30 Massimo2

 

 

BIANCO ROSSO E CELESTE. CRONACA DEI GIORNI DEL PALIO DI SIENA (Italia, 1962, video da 16mm, 65’)

Il Palio visto da vicino, attraverso un’inchiesta che mette in luce gli aspetti più autentici della manifestazione senese.

Mer. 17, 16.00 Romano3 – Sab. 20, 9.00 Massimo2

 

NOI E L’AUTOMOBILE (Italia, 1962, video da 16mm, in cinque puntate: 38’; 33’; 37’; 37’; 35’)

Un’indagine sui  cambiamenti introdotti dall’automobile al suo ingresso nella vita degli italiani. Nelle interviste e nelle situazioni riprese dal vero, come una candid-camera, emergono le emozioni, le remore o le perplessità nei confronti del nuovo mezzo di locomozione.

Prima parte: Sab. 13, 18.00 Romano3 – Mer. 17, 18.00 Romano3

Seconda parte: Dom. 14, 16.00 Romano3 – Gio. 18, 18.00 Romano3

 

BOLOGNA-FIRENZE KM 84,700 (Italia, 1964, video da 16mm, 18’)

Una giornata con una ragazza milanese in gita a Bologna. Accompagnandola nelle sue avventure, si attraversano i luoghi caratteristici e i monumenti della città.

Mer. 17, 16.00 Romano3 – Sab. 20, 9.00 Massimo2

 

EIN TRAUM IS EINE STADT (Italia, 1964, video da 16mm, 11’)

A Venezia, non per un tour dei monumenti ma per una visita agli ambienti, per cogliere gli aspetti più autentici della città.

Mar. 16, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Romano3

 

LA DISTRAZIONE (Italia, 1965, video da 16mm, 48’)

Inchiesta sul tema del tempo libero, che indaga tra gli aspetti più segreti e curiosi della vita in una grande città e sugli svaghi dell’uomo moderno.

La ‘cosa’ più indefinibile di tutto il cinema emmeriano. A immagine dell’autore, svelta e dinoccolata, divagante e diretta, onestamente dissimulata. L’intervento italiano più inatteso e originale (paragonabile solo al miglior Olmi, e ancor più libero e meno programmatico) sullo stallo della società dei consumi e sulla sua frenetica vigliaccheria, sguardo di (im)precisione quasi fantascientifica dall’interno delle illusioni anni sessanta. Titolo di moralismo pascalianmontaigniano, profondamente emmeriano. (La ‘cosa da un altro mondo’ di Emmer?)

Sab. 13, 24.00 Massimo2 – Dom. 14, 17.00 Massimo2 – Mar. 16, 20.00 Romano3

 

LA SUBLIME FATICA (Italia, 1966, 35mm, 11’)

Ricostruzione della personalità di Michelangelo attraverso i suoi scritti e le sue opere.

Lun. 15, 11.00 Massimo2 – Mer. 17, 16.00 Massimo2

 

IL LIBRO DELL’ARTE (Italia, 1967, video da 35mm, 27’)

Un avvicinamento a Giotto e agli aspetti più caratteristici della sua personalità di artista e artigiano.

Sab. 13, 20.00 Romano3 – Sab. 20, 18.00 Romano3

 

GEMINUS (Italia, 1969, video da 16mm, in sei puntate: 54’, 41’, 52’, 49’, 58’, 63’)

Alberto, un giovane reporter, assiste a  un furto dalla finestra del suo appartamento nei pressi dell’arco di Giano. Pensando di avere fra le mani uno scoop, si lascia coinvolgere in una vicenda che si rivela presto complicata e misteriosa, un giallo a più tratti surreale ambientato nei sotterranei di Roma.

Prima parte: Sab. 13, 14.00 Romano3 – Gio. 18, 18.00 Massimo2

Seconda parte: Dom. 14, 14.00 Romano3 – Ven. 19, 16.00 Romano3

Terza parte: Lun. 15, 14.00 Romano3 – Ven. 19, 22.00 Romano3

 

K2 PIÙ 1 (Italia, 1971, video da 35mm, in sei puntate. In programma Il furto del Raffaello e Gli occhi di Siva)

Le sorelle Kessler e Jonny Dorelli formano il trio affiatato (K2 più 1) intorno a cui ruotano le storie di questo telefilm. Sette episodi autonomi, lievi intrighi sul filo del giallo animati dalle due diaboliche gemelle, scortate e spesso salvate dal loro buon amico Alberto.

Sab. 20, 22.15 Romano3

 

IO E… (Italia, 1972, video da 16mm, 14 puntate)

PARISE E PIAZZA SAN MARCO (14’), GASSMAN E IL PALAZZO DELLO SPORT DI PIERLUIGI NERVI (13’), GAVAZZENI  E BERGAMO ALTA (15’), FELLINI E L’EUR (12’), LAMA E UN AFFRESCO DI BEN SHAHN (14’), BACCHELLI  E IL PAESAGGIO 1913 DI MORANDI (13’), BIANCHI BANDINELLI E LA COLONNA TRAIANA (17’), FANFANI E LA MADONNA DEL PARTO DI PIERO DELLA FRANCESCA (13’), PIOVENE E IL BATTESIMO DI CRISTO DI GIOVANNI BELLINI (12’), ZAVATTINI E IL CAMPO DI GRANO CON CORVI DI VAN GOGH (14’), GAZZELLONI E L’ADORAZIONE DEI MAGI DEL SASSETTA (14’), GUTTUSO E IL MARAT MORTO DI DAVID (22’), ZEFFIRELLI E LE STORIE DI SAN FRANCESCO DI GIOTTO (14’), MORAVIA E LA CORTIGIANA ROMANA DI SCIPIONE (12’)

Le puntate del programma televisivo di Anna Zanoli realizzate da Emmer: personaggi della cultura e dello spettacolo commentano l’opera d’arte a cui sono più legati.

 

AIMEZ-VOUS L’ITALIE? (1976, video da 16mm, serie in 13 puntate, 195’)

Inchiesta sulle particolarità della penisola, che la rendono meta privilegiata degli stranieri. Città, monumenti e opere d’arte sono osservati in compagnia di turisti d’eccezione, tra cui Dustin Hoffman, Burt Lancaster, Walter Matthau, Michael Caine, Gore Vidal, Liv Ullman, Leroy Jones e Anthony Queen.

 

 

CAROSELLO CHE PASSIONE! (Italia, 1978, video da 16mm, in 2 puntate, 100’)

La trasformazione di Carosello da programma amato a specchio del consumismo della nostra società.  L’evoluzione del suo linguaggio e le nuove strategie dettate dalle esigenze del mercato sono analizzati da registi, produttori e industriali che ne hanno fatto la storia.

Mer. 17, 20.00 Romano3 – Ven. 19, 18.15 Romano3

 

LA TERRA DEI NAIFS JUGOSLAVI (Italia, 1979, video da 16mm, 49’)

Un viaggio fra i villaggi sulle sponde della Drava  per conoscere l’arte dei pittori naifs.

Lun. 15, 20.00 Romano3 – Mar. 16, 18.00 Romano3

 

CHIMICA E AGRICOLTURA. DOCUMENTARI PER ENEA (Italia, 1984, video da 16mm, durate varie)

Una selezione di documentari scientifici, realizzati per la Rai e per Enea, dedicati ai rapporti tra chimica e agricoltura.

Lun. 15, 18.00 Romano3

 

LA BELLEZZA DEL DIAVOLO. VIAGGIO NEI  CASTELLI TRENTINI (Italia, 1989, video da 16mm, 46’)

La storia dei castelli del Trentino si intreccia alle leggende di cavalieri e principesse, evocate con effetti sonori e animazioni.

Lun. 15, 20.00 Romano3 – Mar. 16, 18.00 Romano3

 

BASTA! CI FACCIO UN FILM (Italia, 1990, 35mm, 101’)

Dadi, Andrea, Carlo, Corrado e Federica sono dei ragazzi al termine del liceo, che si trovano nel momento difficile della ricerca di una propria collocazione nel mondo adulto. In questo passaggio non vorrebbero perderle la loro dimensione collettiva, ma ognuno di loro deve fare le proprie scelte e il gruppo sembra destinato a disgregarsi.

Un salto mortale appassionante. Dopo quasi quarantanni Emmer torna a dirigere un film. Insofferente il titolo. Insofferenti i giovani che insanguinano di pomodori lo schermo di Terza Liceo. Ancora un figlio del regista, interprete assoluto, a confronto con un attrice come Anna Buonaiuto, la più anticamente intensa di un cinema italiano che peraltro non esiste più. Tra intensità e anomia, tra inerzia e urgenza, un film di ‘esordio’ di chi, dopo aver anche contribuito a formare (la pubblicità…) quel paesaggio umano e civile, non può e non vuole riconoscerlo.

Dom. 14, 22.15 Massimo2 – Lun. 15, 9.00 Massimo2 – Sab. 20, 11.00 Massimo2

 

L’ORSO DELLA VAL DI NON (Italia, 1990, video, 10’)

Una rivisitazione della leggenda di San Romedio nel piccolo paese di San Zeno.

Lun. 15, 20.00 Romano3 – Mar. 16, 18.00 Romano3

 

CINEMA ITALIA (Italia, 1990, video, 22’)

Digressione sul tema della qualità della vita italiana attraverso il montaggio di spezzoni televisivi.

Mar. 16, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Romano3

 

CINEMA EUROPA (Italia, 1990, video, 18’)

Il volto dell’Europa attraverso il montaggio di materiali televisivi e cinematografici.

Mar. 16, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Romano3

 

IL DRAMMA DI CRISTO NARRATO DA GIOTTO (Italia, 1992, video, 25’)

Presentazione della personalità e dell’arte di Giotto attraverso i racconti della sua vita, tramandati da Cennino Cennino, Dante e Vasari.

Sab. 13, 20.00 Romano3 – Sab. 20, 18.00 Romano3

 

FOGGIA…NON DIRLE MAI ADDIO (Italia, 1996, video, 32’)

Viaggio nella Capitanata in compagnia di Federico II, ricercando gli aspetti più autentici di questa terra.

Mar. 16, 14.00 Massimo2 – Gio. 18, 16.00 Romano3

 

BELLA DI NOTTE (Italia, 1997, 35mm, 28’)

Infine, la voce di Emmer entra nel suo cinema. Restandone fuori(campo). Come lui si chiude una notte dentro il museo restaurato di Villa Borghese e sublime  percorre  statue dipinti e oggetti con l’occhio inevitabilmente fuoricampo, con lo struggimento del non toccare, con la certezza di non possedere. Il cinema e l’arte, sguardi reciproci nel buio dell’altro.

“La bellezza che c’è intorno a noi ha bisogno della tua torcia per far emergere dall’oblio e dal buio opere capaci di darci gioia” (Otar Ioseliani)

Dom. 14, 18.00 Romano2 – Mar. 16, 20.15 Massimo2 – Ven. 19, 14.00 Massimo2

 

INCONTRARE PICASSO (Italia, 2000, video, 42’)

Una riedizione del documentario Picasso (1953) realizzata in occasione del restauro della pellicola del film: in essa viene ripresa la forma originaria, precedente alla divisione in sei episodi.

Sab. 13, 20.00 Romano3 – Sab. 20, 18.00 Romano3

 

L’ISTANTANEA (Italia, 2000, video, 16’)

A partire dalle fotografie dell’Istituto Centrale del Catalogo e della Documentazione, una divagazione sui cambiamenti della società nel corso del ventesimo secolo.

Sab. 13, 22.30 Romano3 – Mar. 16, 16.00 Romano3

 

 

UNA LUNGA, LUNGA, LUNGA NOTTE D’AMORE (Italia, 2001, 35mm, 99’)

Durante la notte del 21 dicembre, la più lunga dell’anno, gli incontri, le attese e le fughe di donne che si trovano ad una svolta nelle loro vite. Dei tranche de vie che scorrono paralleli, ritratti di donne accomunate dalla ricerca di conforto e comunicazione.

Tornando al ‘cinema’ dopo un altro iato, Emmer identifica con semplicità emmeriana e con ambiguità antonioniana in un ‘tutto in una notte’ sorprendente le coordinate del suo cinema e le derive del ‘suo’ (?) desiderio. I molti volti femminili delineano una donna senza volto,e il film vaga nell’oscurità del desiderio. Quel che crediamo di vedere e di sapere, non è in effetti visto né saputo. La cecità radiofonica è infine lo schermo più grande. Un cast femminile all-star per un film di dongiovannismo truffautiano quieto che riconosce nel cinema l’inferno del molteplice.

Sab. 13, 9.00 Massimo2– Lun. 15, 20.00 Massimo2 – Sab. 20, 20.00 Massimo2

 

IMPRESSIONI AL TERMINE DELLE RIPRESE DI UNA LUNGA, LUNGA, LUNGA NOTTE D’AMORE  (Italia, 2001, video, 6’)

Le interpreti del film raccontano la loro esperienza sul set e il loro incontro con il regista.

Sab. 13, 9.00 Massimo2 – Lun. 15, 20.00 Massimo2 – Sab. 20, 20.00 Massimo2

 

NOSTALGIE (Italia, 2001, video, 7’)

Una riflessione su Venezia attraverso le  opere di Balthus, montate in sovrimpressione con le immagini dei suoi precedenti cortometraggi.

Mar. 16, 20.15 Massimo2 – Ven. 19, 14.00 Massimo2

 

ORE 9: LEZIONE DI CINEMA (Italia, 2002 video, 60’)

Durante le sue lezioni di cinema, Emmer invita i ragazzi a raccontare le loro storie davanti alla telecamera. I loro racconti saranno i  soggetti da realizzare con la sua guida.

Sab. 13, 22.30 Romano3 – Mar. 16, 16.00 Romano3

 

L’ACQUA… IL FUOCO (Italia, 2003, 35mm, 94’)

Nelle diverse cornici di Torino, Parigi e Bruxelles, la giornata di tre donne che vivono condizioni diverse, ma le cui vicende riconducono a una simile solitudine delle loro esistenze. Stefania vorrebbe ricominciare una nuova vita dopo che il marito l’ha abbandonata, Elena ha tentato il suicidio ma viene salvata da un clochard, Stella ha un compagno alcolizzato e la vita le chiede di farsi coraggio.

acqua il fuoco sempre più onesti e disarmati i titoli emmeriani. Film e l e m e n t a r e, come sempre affidato apparentemente alla narratività più automatica. Bastano poche scene a ricordare invece quanto Emmer sia ormai un angelo estraneo a qualunque drammaturgia, capace -davanti a un’icona tv come la Ferilli- di dissolvere le certezze dell’ininterrotta soap che avvolge e forma lo sguardo contemporaneo, per deviare verso un’essenzialità astratta antica lunare (si veda il duetto Kaprinski-Ferilli) magica e senza più trucchi.

Ven. 12, 16.00 Massimo2 – Lun. 15, 22.00 Massimo2 – Sab. 20, 22.00 Massimo2

 

CON AURA…SENZ’AURA. VIAGGIO AI CONFINI DELL’ARTE (Italia, 2003, video, 58’)

Nel buio di una caverna, fantasmi di grandi visioni artistiche  (da Giotto a Bosch, da Botticelli a Hokusai, da Leonardo a Picasso) ..) e di sublimi eccentricità (da Hogarth ai naif jugoslavi) si manifestano al regista. Sono, al tempo stesso, pezzi rivisti –e brandelli di ‘pelle’- della sua ‘autobiografia’ di autore di alcuni dei più noti e acuti ‘registi’ di ‘film sull’arte’, dove l’opera  diventa giacimento insospettato di un cinema in attesa di farsi, o enciclopedia di un cinema ‘già fatto’ che viene ‘rimesso in scena’ davanti ai nostri occhi. E la sacralità stessa dell’opera d’arte diventa ironico e insieme malinconico e inane anticipo, nel suo stesso durare, da Lascaux al quadrato nero di Malevic, della propria fine (del mondo).

Dom. 14, 20.00 Romano3 – Mar. 16, 20.00 Romano3

 

I MAGICI COLORI DI NAPOLI (Italia, 2004, video, 18’) anteprima

Una fantasia su Napoli, attraverso le immagini degli acquarelli napoletani e ispirato dai pensieri degli scrittori che hanno vissuto nella città.

Mar. 16, 20.15 Massimo2 – Ven. 19, 14.00 Massimo2 – Sab. 20, 22.00 Massimo2

 

L’INVENZIONE DEL DR. EMMER: CAROSELLO (Italia, video, 90’+90’) 

Emmer non sa quante migliaia di caroselli ha personalmente realizzato. Di sicuro, oltre che inventore della sigla, allegra e insieme angosciosamente ‘vuotà, è (stato) e resta automaticamente l’autore dei semi di fiction e di desiderio erotico dei corpi e delle merci, e del tenero sconcerto di fronte alla pluralità moderna e al rianagrammarsi continuo del gioco delle cose dei volti dei corpi dei luoghi, di milioni di bambini in Italia. Non è solo il professionismo, o lo stile ‘maestoso’ (Paolo Villaggio) ricordato da uno dei divi (con Dario Fo, tra gli altri) da lui incontrati e filmati sui set pubblicitari, a essere in gioco. Si risente, oggi, la disseminazione intensa, spesso gioiosa e quasi sempre ‘tristè di una voglia compresa di cinema, che per decenni si riversa , si disperde o concentra sulla crema di uno yogurt, sulla scenetta di un comico improvvisata o con sceneggiatura di ferro, sulle esigenze d’acciaio di un cliente, sulla saga infinita di un caffé. Nell’allegro martirologio che è la  lunghissima epopea  carosellescopubblcitaria di Emmer giace il segreto di un cinema bruscamente interrotto eppure mai inaridito, ostinatamente carsico. ‘incontentabile?’  ‘se non è cinema, che piacere è.

Programma 1: Sab. 13, 11.00 Massimo2 – Gio. 18, 9.00 Massimo2

Programma 2: VEN. 19, 20.00 Massimo2 – Sab. 20, 20.15 Romano3

 

 

 

BELLE DI NOTTE di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2001, 35mm, 47’)

“Nel mio film Belle di notte ho voluto rivolgere un omaggio a Emmer, ricreando dal mio punto di vista l’atmosfera e i modi che caratterizzavano la sua avventura alla Galleria Borghese.

Dom. 14, 11.00 Massimo2 – Mar. 16, 16.00 Massimo2

 

L’ACQUA… IL FUOCO di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2002, video, 40’)

Sul set dell’ultimo lungometraggio di Emmer lo sguardo di Elisabetta Sgarbi corre tra acqua e fuoco, regista e attori, centri commerciali e studi di Telecittà di San Giorgio Canavese.

Ven. 12, 18.00 Romano3 – Sab. 20, 16.00 Romano3

 

LA CONVERSAZIONE AMOROSA di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2002, video, 40’)

Un regista italiano e una scrittrice francese, Alice Ferney, nota in Italia soprattutto per il romanzo La conversazione amorosa. Un maestro di immagini e un talento letterario.

Ven. 19, 14.00 Massimo2

 

CI CONOSCIAMO? di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2003, video, 30’) anteprima

Prosegue il confronto di Luciano Emmer con la scrittura e lo sguardo femminile. Emmer si avvicina a Erica Jong, le siede accanto, le parla dei suoi film e la interroga sui suoi libri.

Dom. 14, 11.00 Massimo2 – Mar. 16, 16.00 Massimo2

 

L’OLANDESE VOLANTE. LUCIANO EMMER A PASSEGGIO PER ROMA E L’EUROPA di Paolo Luciani

(Italia, 2004, video, 30’)

Le riproposizioni dei film di Emmer nei luoghi dove sono stati girati, da Roma ad Amsterdam, nell’ambito della manifestazione Passeggiate romane e di altri eventi ideati dall’amico Paolo Luciani.

Ven. 12, 18.00 Romano3 – Sab. 20, 16.00 Romano3

 

DIS(E)TRAZIONI

Istanti minimi e banali dei set ultimi. Visite ai ‘luoghi pittorici’ (il Giotto degli Scrovegni, il Piero della Francesca di Arezzo) che aveva filmato o visitato solo da fotografie in bianco e nero più di sessantenni fa. Trasalimenti di spettatore. E schegge di saggezza altissima e quasi inattesa, guardando e ricordando a occhi chiusi immagini del ‘presente’ già passato, dal G8 di Genova alle twintowers vanishing della manhattan dell’undicisettembre. (riprese e montaggio di enrico ghezzi)

Gio. 18, 20.00 Romano3 – Ven. 19, 22.00 Romano3 – Sab. 20, 22.15 Romano3