11/2/2008 – Caos al cinema

Un “caos previsto”. Così il ‘Giornale dello Spettacolo’ definisce l’affollarsi di film in uscita in questi giorni nelle sale italiane, con conseguente “effetto cannibalismo”.

 “Spiace ricordarlo – dice Paolo Protti, presidente dell’Anec, associazione esercenti cinema – ma lo avevamo detto già a novembre, alle Giornate Professionali di Cinema. L’endemico problema del mercato italiano dell'affollamento dei listini nei mesi invernali era stato fin da allora da noi evidenziato. La necessità di smontare film, nel momento in cui attirano ancora tanto pubblico, compromette l'equilibrata crescita del mercato e, insieme al conseguente diradarsi di blockbuster sin dalla tarda primavera, limita la possibilità di colmare il divario che separa l'Italia dai principali paesi europei. Siamo ancora in tempo a contenere i danni – conclude Protti – ma dobbiamo farlo subito. Colgo anzi l’occasione per ringraziare la Warner Bros per avere deciso l’uscita del prossimo Batman il 23 luglio”.

“Già qualche mese fa – conferma Gianluigi Della Casa, delegato nazionale del Gruppo Multicinema dell’Anec – avevamo anticipato alle distribuzioni che i titoli in uscita in questo periodo sarebbero stati troppi. Qualcuno ha seguito la nostra indicazione e ha spostato le date, qualcun altro non lo ha fatto inseguendo l’idea che i multiplex siano in grado di assorbire tutte le uscite, ma non è così. Questo è un fenomeno che si è sempre verificato, ma adesso occorre che nella pianificazione delle uscite si tenga conto anche del grande successo dei film italiani. Noi chiediamo che le uscite dei film seguano in Italia l’andamento degli altri paesi europei e, di conseguenza, che si distribuiscano meglio nell’intero arco dell’anno, con l’obiettivo di sfruttare al massimo le potenzialità di un mercato in crescita”.