#41TFF – Il programma del Torino Film Festival 2023

Al cinema Quattro Fontane di Roma il direttore artistico Steve Della Casa ha incontrato la stampa per presentare proiezioni e ospiti della 41esima edizione del TFF, dal 24 novembre al 2 dicembre

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

Fondato da Gianni Rondolino e Ansano Giannarelli nel 1982 con il nome di Festival internazionale Cinema giovani, il Torino Film Festival torna ad animare il capoluogo piemontese dal 24 novembre al 2 dicembre.

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Anche quest’anno, come sottolinea il Direttore del Museo Nazionale del Cinema Domenico De Gaetano, la lente di ingrandimento della manifestazione è posta sulle nuove generazioni perché “è importante riuscire a dare ai giovani non solo la possibilità di accedere al Museo per conoscere la Storia del Cinema, ma anche consentire loro di vedere i nuovi film che ogni anno vengono proiettati al TFF”.

A presentare le principali attrazioni della 41esima edizione è stato il Direttore Artistico Steve Della Casa, il quale, lungi dal proporre un lungo elenco degli eventi e incontri previsti, ha invece preferito offrire alcune chiavi di lettura per individuare i fil rouge del Festival.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Il TFF, la cui serata inaugurale – dedicata a Pupi Avati – avrà luogo all’interno della suggestiva cornice della Reggia di Venaria, avrà infatti un occhio di riguardo per alcune importanti problematiche sociali. Sabato 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Monica Guerritore, interprete del film Girasoli diretto dalla madrina Catrinel Marlon, terrà un intervento sul tema. Mentre Laura Morante, parte del cast di La poetessa dei navigli – film tv di Roberto Faenza – interverrà nel corso della Giornata mondiale contro l’AIDS (1 dicembre).

Composta dalle abituali categorie di competizione, tra cui  Concorso Lungometraggi (Birth di Jiyoung Yoo, Non riattaccare di Manfredi Lucibello), Concorso Documentari Internazionali (Notre Corps di Claire Simon, Clorindo Testa di Mariano Llinàs) e Fuori Concorso (The holdovers di Alexander Payne, Kubi di Takeshi Kitano) – all’interno della quale è previsto un focus sul cinema argentino – la manifestazione vedrà un aumento del numero di opere nella sezione dedicata ai Documentari Italiani (da 8 a 10, tra cui Tempo di attesa di Claudia Brignone). Tornano poi Spazio Italia, Crazies (dedicata all’horror), Nuovimondi e Back To Life – che propone anche Vorrei che volo di Ettore Scola e Uomini si nasce, poliziotti si muore, di Ruggero Deodato. Oltre a una Retrospettiva su Sergio Citti e alla rassegna Mezzogiorno di Fuoco, dedicata ad alcuni film con John Wayne (tra cui I tre della croce sud di John Ford).

Molti anche gli ospiti, nazionali e internazionali, cinematografici e non: da Mario Martone a Fabrizio Gifuni, da Kyle Eastwood a Paolo Conte, da Drusilla Foer a Oliver Stone, il quale terrà una speciale masterclass e riceverà il Premio Stella della Mole per l’Innovazione Artistica.

Per un Festival che, come ricorda Steve Della Casa e come dimostra l’immagine guida realizzata da Ugo Nespolo, “deve essere una sorta di minestrone, cioè saper tenere insieme elementi che apparentemente hanno poco a che fare l’uno con l’altro”.

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative