All Your Covid – cronache dalla VIRUSFERA #1

Da qualche parte tra l’esorcismo, la precognizione e le narrazioni “alternative” di epidemia e quarantena. È il nostro folle Tempo, da decriptare, raccontare e pre-vedere. E se non riusciamo a pensare ad altro…leggiamo!

Buon “proseguimento” con i link (in ordine cronologico o quasi…) dalla virusfera. Si salvi chi può…

 

#1 – Il sottoscritto al giorno sette della quarantena stabilita dal decreto “Io resto a casa” ha rivisto e ripensato Contagion di Soderbergh. La parola d’ordine è iperstizione.

#2 – Giulio Sangiorgio su FilmTv elabora una proposta di visioni eccentriche per i lettori e una richiesta tra il serio e il faceto ai tanti, tantissimi cineasti possibili in quarantena.

#3 – Microchip per tutti! Marcello Pamio sul suo sito ci dice che Big Pharma sta ufficialmente collaborando con l’industria tecnologica per accoppiare “l’immunizzazione” con la biometria digitale.

#4 – ARIRANG è l’episodio 0 del nostro format live. Oltre un’ora e mezza di conversazione su industria e linguaggio del cinema sotto l’emergenza, con Mimmo Calopresti, Alessandro Pesci, Gianluca Arcopinto, Giulio Casadei, Ivan Frenguelli e Giacomo Caldarelli.

#5 – Il sito ufficiale dell’OMS ha pubblicato alcune linee guida per aiutarci a combattere il virus. Leggetele che è interessante. Alcuni punti sembrano quasi confliggere con i recenti decreti italiani.

#6 – La nostra mappa in costante aggiornamento delle iniziative intraprese in Italia da festival, distribuzioni e attività per trasmettere il contagio del cinema durante questi giorni di isolamento.

#7 – Pensare di non riuscire a pensare. Graziano Graziani su Mimina et moralia affronta il tema del nuovo ambiente psichico che si è venuto a creare con la crisi del Covid-19.

#8 – L’alba del Sole Nero. Pandemia, delirio e contagio dal buco di culo della Storia. Valerio Mattioli su Not Nero.

#9 – Si moltiplicano le narrazioni, seriali e non, di chi cerca di raccontare la quarantena al tempo dei social. Dal Tg Casa di Maccio all’Uomo mascherato di Nanni Moretti, al progetto Instant Corona.

#10 – Cronache dalla quarantena. Anche il più distratto “neorealista” oggi avrebbe materiale sufficiente per scrivere e girare un buon horror.

#11 – Nuovo vocabolario del virus: andrà tutto bene. Ma dove stiamo andando tutti quanti? E che cos’è il bene?

#12 – Chi ha saputo usare la tecnologia per combattere l’epidemia? Pierre Haski su Internazionale.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *