BERLINALE 64 – Incontro con George Clooney e il cast di "The Monuments Men"

george clooney con john goodman e jean dujardin sul set di the monuments men

Preceduto dalla pioggia di critiche negative che ha investito il suo quinto film da regista, George Clooney difende The Monuments Men, che gli è costato tre anni di lavoro, alla conferenza stampa berlinese: "speriamo che l'Europa reagisca in maniera diversa da come è andata a casa. Berlino è la prima città fuori dagli USA in cui presentiamo il film, ci aspettiamo cose buone da oggi". Al suo fianco Matt Damon, John Goodman, Bill Murray, Bob Balaban, Jean Dujardin.

 

Quanto è difficile essere una parte così importante dello star system contemporaneo?

George Clooney: ad esempio, è una fatica avere a che fare con questo cast! (indica i presenti)

John Goodman: ah, pensavo avresti risposto che la parte più difficile è quella in cui ti metti a contare i soldi che fai…

George Clooney: grazie John per il tuo aiuto! in realtà chiunque di noi a questo tavolo risulterebbe sul serio fastidioso e irritante se rispondesse lamentandosi della propria posizione odierna nell'industria. Ho una gran bella vita.

 

La colonna sonora di Alexandre Desplat sembra una citazione dal tema del gatto di Pierino e il Lupo…come mai proprio Prokofiev?



Matt Damon: sono piacevolmente sorpreso che qualcuno possa citare Pierino e il Lupo nella conferenza stampa di un film come questo!

George Clooney: tra l'altro siamo proprio noi a fischiettare il tema della colonna sonora…l'abbiamo registrata a Abbey Road (tutto il cast improvvisa un'esecuzione fischiettata in coro del tema del film)

John Goodman (notando la grande prova al fischio di Matt Damon): Matt, sembri in gran forma oggi, per uno della tua età!

Matt Damon: quello che anni fa ha venduto l'anima al diavolo in realtà è chiaramente George. Ma anche Bill si è divertito a girare questo film in mezzo alle montagne, vero Bill?

Bill Murray: io e Bob Balaban siamo stati aggrediti, di notte, su quelle montagne, da un gruppo di streghe…aspetta, forse non erano streghe per davvero…

 

Cosa ne pensa dei tesori artistici di Atene in qualche modo "rubati" dall'Inghilterra e lì rimasti tutt'oggi, nonostante continue e ritornanti polemiche al riguardo…

George Clooney: non sarebbe una cattiva idea se quei pezzi d'arte tornassero alla Grecia, certo. Sarebbe la cosa più giusta e corretta da fare. D'altra parte la storia che raccontiamo nel film è ancora attuale perché negli scantinati dei collezionisti continuano a riaffiorare grandi opere d'arte scomparse decenni addietro…