Box Office USA 18 giugno 2013

L'attesa per l'uscita di Man of Steel era direttamente proporzionale alla preoccupazione di una disastrosa debacle. La riconoscibilità universale del personaggio non ha mai assicurato la salvezza dal flop: il precedente di Superman Returns di Bryan Singer era ancora vivido e la Warner ha aspettato molti anni prima di cancellare quella disavventura. L'esordio del supereroe ha fugato tutti i dubbi con un exploit da quasi centotrenta milioni di dollari: Man of Steel non ha superato il record annuale di Iron Man 3 ma è diventato la migliore apertura della storia del mese di giugno. L'accoppiata tra Christopher Nolan e Zack Snyder ha fatto centro e il film si è involato verso un finale interno da almeno trecento milioni: le sue ambizioni worldwide puntano ad una conclusione da un miliardo. L'impatto di Superman sul mercato è stato in linea con le attese e il titolo ha ridotto al silenzio tutti i concorrenti: il calo più vistoso è stato quello di The Purge e lo sci-fi horror di James DiMonaco ha depauperato tutte le potenzialità del suo brillante debutto. Le speranze iniziali di un cumulativo da cento milioni si sono rapidamente arenate e il film cercherà almeno di vincere la sfida con Mama di Anders Muschietti per il primato all'interno del genere: il budget esiguo ha garantito comunque un eccellente profitto e forse ha promesso la risorsa di un nuovo franchise per il mercato. Il secondo posto è andato a This Is the End di Evan Goldberg ed il distacco siderale da Man of Steel non ha resistuito la fiducia alla pallida estate della commedia. L'all-star con Seth Rogen, Jonah Hill, James Franco e Michael Cera ha debuttato con venti milioni e solo l'agilità del conto spese gli ha evitato la delusione. Il film farà la sua corsa su The Internship con Owen Wilson e Vince Vaughn ma il duello si gioca su cifre al ribasso e The Hangover Part III dovrebbe mantenere il predominio estivo nonostante un'avventura commerciale decisamente inferiore agli standard del marchio. Il trionfo di Man of Steel ha tagliato il fiato anche ai protagonisti dei mesi precedenti: Iron Man 3 sta per abbandonare la ribalta con un malloppo di quattrocento milioni e il quinto incasso worldwide di tutti i tempi mentre Star Trek Into Darkness ha seguito diligentemente le felici orme del primo episodio senza fare nessun salto di qualità significativo. La grande sorpresa di questo momento rischia di essere Now You See Me: il film non ha mai agguantato la vetta ma è rimasto sul podio per la terza settimana consecutiva e si è avvicinato sensibilmente al traguardo dei cento milioni. E' la migliore esperienza della Summit Entertainment dopo la fine dell'era di Twilight e il thriller magico di Louis Leterrier ha bagnato nel migliore dei modi la partnership con la LionsGate.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

 

 

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------