Charlotte Gainsbourg in Nymphomaniac su Film Tv

charlotte gainsbourg su film tvSulla copertina del nuovo numero svetta Charlotte Gainsbourg in uno dei provocatori scatti promozionali di Nymph()maniac Vol. 1 (dal 3 aprile al cinema): alla discussa e chiacchierata pellicola di Lars von Trier dedichiamo un approfondimento, e al controverso cineasta un esaustivo dizionario, dalla A alla Z, dallo stile alle ossessioni.

La sedicesima edizione del Future Film Festival parte il 1° aprile: fino al 6 presenti varie anteprime, da Rio 2 di Carlos Saldanha a Gool! del premio Oscar Juan José Campanella; ma soprattutto la nuova e ultima opera di Hayao Miyazaki, Si alza il vento, di prossima uscita, che percorre la carriera, i sogni e la tragica storia d'amore di un ingegnere aeronautico.
Il 3 aprile esce in sala I corpi estranei, secondo lungometraggio di

Mirko Locatelli, storia di un padre addolorato per la malattia del figlioletto e del suo incontro con un giovane nordafricano, Jaber. Il regista, in un'ampia intervista, ci racconta la genesi del film e il suo rapporto con gli attori (Filippo Timi e Jaouher Brahim).

Continua l'analisi di Emma Bessati sull'economia del cinema. Il terzo appuntamento, sulla scia della statuetta assegnata a La grande bellezza, è dedicato all'"effetto Oscar", l'influenza che un premio internazionale ha sugli incassi del film.

Reportage diretto dall'Ucraina, paese in tumulto in cui la settima arte sembra bloccata e in attesa di rinascita: interviste ad
esercenti, produttori cinematografici e cinefili. In chiusura, l'Ucraina in tre pellicole di tre autori significativi.

Finalmente trova sbocco al cinema (dal 3 aprile) il romanzo di Piero Chiara Il pretore di Cuvio: diretto da Giulio Base, Il pretore ha come protagonisti Francesco Pannofino nel ruolo del Vanghetta, Mattia Zàccaro Garau e Sarah Maestri, anche produttrice associata. Proprio quest'ultima, in un'intervista, parla del progetto, del suo legame con il libro e del suo futuro prossimo.

Questa settimana gli Scanners, sull'onda dell'uscita in sala di Father and Son (dal 3 aprile), recensiscono il lavoro precedente del regista Koreeda Hirokazu, I Wish. Da sempre interessato ai rapporti famigliari, il cineasta narra l'elaborazione di un trauma da parte di un bambino che si rifugia nell'illusione che i suoi genitori tornino ad amarsi. Si prosegue con un altro titolo: Yesterday Never Ends, di Isabel Coixet, film sulla crisi economica e di coppia ambientato nella Spagna di un futuro quanto mai vicino. Infine Grand Central, di Rebecca Zlotowski, che parla di un intenso
triangolo amoroso all'ombra di una centrale nucleare dalle cui radiazioni non si scappa.

Nella rubrica dei libri lente d'ingrandimento su Ci rivediamo lassù dell'autore di noir Pierre Lemaitre (Mondadori), romanzo incentrato sugli effetti collaterali del conflitto bellico su svariati personaggi. Lettura particolarmente avvincente e dolorosa quella di Il corpo non dimentica di Violetta Bellocchio (Mondadori), che ricorda il suo passato da alcolista a cuore aperto, tra dramma e tragicomico. In edicola due albi contrapposti: l'inedito, poco riuscito Lukas, e la ristampa di Garrett – Ucciderò ancora Billy the Kid, nuovamente entusiasmante.

In uscita un assalto di dvd horror trash, da Brivido di Stephen King, a Machete Kills di Robert Rodriguez, fino alla serialità televisiva con la seconda stagione di American Horror Story, Asylum. Dopo il passaggio in tv di U.S.A. – La storia mai raccontata, arriva per Cinehollywood la mastodontica opera di Oliver Stone in un cofanetto a quattro dischi.

Debutta il 9 aprile la nuova rete di Sky dedicata alle serie tv (canale 110): Sky Atlantic HD, che ha in programma il dramma politico House of Cards (il 9 aprile alle 21.10), il fantasy Il trono di spade (il 9 aprile alle 23.10), la serie gangster Boardwalk Empire (il 10 aprile in prima serata), e le inedite The Crazy Ones e Banshee. Inoltre, altre novità succulente come Les revenants e True Detective.

In regalo la Locandina di Venti lucenti di Miklós Jancsó, autore sottovalutato recentemente scomparso che omaggiamo con un'ampia analisi.