Fuga in tacchi a spillo, di Anne Fletcher

La selezione di bloopers che accompagna i titoli di coda di Hot Pursuit prova a rimediare in ritardo e a rivendicare quello che durante il film è difficile percepire. La trama cerca di sfruttare la variante al femminile del buddy-movie nella speranza che una nuova coppia male assortita produca dei nuovi danni esilaranti. Reese Witherspoon e Sofia Vergara non potrebbero essere più diverse e questa incompatibilità non è la fortuna del film ma il suo limite insuperabile. I loro personaggi sono davvero inconciliabili nonostante gli sforzi della sceneggiatura per suggerire una loro empatia di fondo. Le papere sul set in extremis e le risate delle due attrici servono a testimoniare una complicità che nei momenti decisivi non arriva allo spettatore.

Hot Pursuit ha provato a replicare il successo di The Heat con Sandra Bullock e Melissa McCarthy ma ha lavorato troppo sulla carta. La prorompente Sofia Vergara e la minuta Reese Witherspoon giocano su due differenti versioni della sessualità che però non si smuovono dallo stereotipo della colombiana disinibita e della brava ragazza texana. Il conflitto è troppo drastico in partenza e l’inevitabile avvicinamento finale non è credibile anche per la scarsa ispirazione delle interpreti: il copione le ha punzecchiate sui loro limiti reali ma le battute sull’età dell’una e sulla debole femminilità dell’altra non hanno avuto molto seguito. Anne Fletcher ha un discreto background come coreografa e dopo l’esordio nel terreno familiare di un musical come Step-Up si era fatta vedere con dei buoni risultati anche nella commedia romantica. Il successo di 27 Dresses con Katherine Heigl e di The Proposal con Sandra Bullock e Ryan Reynolds l’avevano spinta a tentare la strada di un altro odd couple come The Guilt Trip con Seth Rogen e Barbra Streisand. La traccia del film on the road ha abbandonato il tema del rapporto tra madre e figlio ma la sostanza è rimasta la stessa e la regista ha confermato gli stessi imbarazzi nella messa in scena. In questo caso la totale assenza di sintonia tra le protagoniste ha fatto affondare completamente il progetto e lo ha relegato a delle gag molto stantie.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

reese witherspoon e sofia vergara in fuga in tacchi a spilloHot Pursuit è troppo recitato in cui nessuno sfodera uno spontaneo senso dell’umorismo e in cui l’improvvisazione non è stata vietata ma è stata esclusa per mancanza di partecipazione. La storia è un canovaccio poliziesco evanescente che non assolve nemmeno il compito elementare di provocare delle situazioni di rischio e di contatto obbligato. L’idea è che solo l’istinto di salvare la pelle dell’altra possa spingere alla coabitazione la moglie di un narcos con una poliziotta eccessivamente zelante. Il plot fatica ad arrivare alla fine di novanta minuti e appesantisce le lacune consistenti di tutta la produzione. Reese Witherspoon si prende troppo sul serio e Sofia Vergara non riesce a ribaltare in positivo i suoi incolmabili difetti di recitazione e niente riesce a spostarle dalla loro posizione di partenza: un cambio d’abito e la scoperta dei tacchi non sono sufficienti.

 

 

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Titolo orginale: Hot Pursuit

Regia: Anne Fletcher

Interpreti: Reese Witherspoon, Sofia Vergara, Matthew Del Negro, Michael Mosley, Robert Kazinsky, Richard T. Jones

Origine: USA, 2015

Distribuzione: Warner Bros.

Durata: 87′