LAGO FILM FESTIVAL, cinema espanso sotto le stelle

logo del Lago Film Festival
Vicino e lontano, con un occhio radicato sulla propria terra e le sue bellezze e l’altro rivolto altrove, il Lago Film Festival (24 luglio-1 agosto) si prepara a un’edizione importante, che oltrepassi i confini del lago aprendosi alle manifestazioni dell’arte cinematografica più disparate, per genere, mezzo e provenienza geografica

Lago Film Festival
Giunge alla quinta edizione Lago Film Festival, giovane manifestazione dedicata al cinema nella sua forma più espansa, nelle diramazioni che muovono tanto nella direzione del documentario quanto in quella della video arte.
Per l’edizione 2009 – dal 24 luglio all'1 agosto – il Festival, sotto la direzione artistica di Viviana Carlet, nella consueta e affascinante cornice del paesaggio lacustre di Revine-Lago, (TV), offre un nutrito assortimento di opere video, ripartite equamente tra documentari, cortometraggi e animazioni, che rappresentano le tre principali categorie in rassegna.
Il paesaggio non è soltanto sfondo suggestivo, ma diventa elemento caratteristico del Festival e della fruizione delle opere in programma: le proiezioni in riva al lago, con lo schermo posto in acqua, a creare giochi di luce che si confondono con le immagini, danno luogo a una percezione del tutto esclusiva. Del resto, nel 2005, il Lago Film Festival nasceva proprio da una folgorazione del suo fondatore legata al panorama: «In una notte d'estate immagino la gente del mio paese portare fuori le sedie di casa e scendere in cortile o giù fino in riva al lago per vedere qualcosa di nuovo, qualcosa che qui non si era mai visto prima: un cinema sotto le stelle». Un’immagine prontamente trasformatasi in realtà, anzi in una realtà dinamica che si dimostra aperta a ogni tipo di collaborazione e approccio al mondo dell’immagine.
Interessante è infatti la struttura della manifestazione, nata dalla sinergia tra diverse attività operanti nel settore: l’Etno Film Festival, che si prefigge il rinnovamento linguistico del documentario; il network internazionale di associazioni Nisi Masa, dedicato alla promozione del giovane cinema europeo; l’associazione 400 colpi, che presenterà il Vittorio Film Festival, dedicato al cinema per ragazzi.
Spicca poi la sezione Videoarte, sviluppata grazie al contributo del DOCVA – Documentation Center for Visual Arts di Milano, che mette a disposizione quindici video dal suo vastissimo archivio.
L’attenzione al territorio, già esplicitata nell’amore per i propri paesaggi, e accentuata in programma dalla proiezione di documentari e cortometraggi legati a tematiche locali, viene a fondersi con una rinnovata apertura verso più ampi confini, rintracciabile nella presenza di organizzazioni operanti a livello internazionale, come la suddetta Nisi Masa, fautrice del progetto Matter of Taste, workshop che prevede la realizzazione di documentari dedicati al binomio “food&film”, e presenti al Lago nella sezione fuori concorso “Food and culture”. Tra i titoli della categoria, Les voix du terroir di Etienne Besançenot & Florent Girou, lavoro francese sul mondo dell’enologia; Black Gold, di Nick e Marc Francis, incentrato sull’industria che ruota attorno al caffè africano, opera inglese del 2006, con passaggi in diversi festival tra cui la sezione Extra di Roma; o ancora Sorriso amaro, di Matteo Bellizzi, viaggio nelle risaie del vercellese, con implicito omaggio a uno dei manifesti del cinema neorealista, Riso amaro di Giuseppe De Santis.
Il tutto accompagnato da degustazioni di prodotti equo e solidali, laboratori sul cibo per bambini e adulti, performance a cura di Lab’our e concerti di vario genere. Vicino e lontano, con un occhio radicato sulla propria terra e le sue bellezze e l’altro rivolto altrove, il Lago Film Festival si prepara a un’edizione importante, che oltrepassi i confini del lago aprendosi alle manifestazioni dell’arte cinematografica più disparate, per genere, mezzo e provenienza geografica.
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7