Le dopo-favole di Rob Marshall: il trailer di Into the woods

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

Into the woodsArriverà in sala il 2 aprile distribuito in 250 copie da The Walt Disney Company Italia Into the woods, il nuovo film del già coreografo e regista Rob Marshall (Chicago, Memorie di una geisha, Nine, Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare) candidato a 3 premi Oscar. Si tratta di una rivisitazione delle più celebri fiabe dei fratelli Grimm, con la particolarità di nuove avventure anche dopo il lieto fine e di una innovativa riflessione sulle conseguenze dei desideri tipici dei personaggi delle fiabe. 
 
Protagonisti sono un Fornaio (James Corden) e sua moglie (Emily Blunt) costretti ad aiutare una Strega vittima di un maleficio (Meryl Streep, candidata agli Oscar come Miglior Attrice non protagonista), per poter spezzare quello che lei stessa ha gettato su di loro. Avventurandosi nel Bosco alla ricerca degli ingredienti necessari a spezzarlo, i due incontreranno: Cenerentola (Anna Kendrick), in fuga dal Palazzo; Cappuccetto Rosso (Lilla Crawford), diretta verso la casa della Nonna e inseguita dal Lupo (Johnny Depp); Rapunzel (Mackenzie Mauzy), intrappolata dalla Strega in una torre senza porte, e il giovane Jack (Daniel Huttlestone), in viaggio verso il mercato per vendere la sua amata mucca Biancolatte, che poi cederà in cambio di cinque fagioli magici. Ognuno di loro possiede uno degli oggetti necessari alla strega e ognuno di loro ha un desiderio da realizzare.
Una volta spezzata la maledizione, ogni fiaba raggiungerà il suo lieto fine ma, proprio quando saranno tutti felici e contenti, i diversi personaggi inizieranno una nuova avventura.
 
Into the woodsNel descrivere la trama, Rob Marshall afferma: “La storia è una rivisitazione di diverse fiabe amatissime, ed è divertente nonostante esamini temi complessi come le conseguenze dei propri desideri, il rapporto tra genitori e figli, l’avidità, l’ambizione e, più di tutto il resto, l’amore incondizionato e il potere dell’animo umano”.
 
 
Il film è stato girato nelle campagne inglesi, soprattutto tra le querce secolari del Windsor Great Park, che ha impersonato il personaggio fondamentale del Bosco che, secondo Marshall, “è il luogo in cui si va per inseguire i propri sogni, fronteggiare le proprie paure, perdersi, ritrovarsi, crescere e imparare ad andare avanti”. Anche la costumista Colleen Atwood (vincitrice di tre Oscar per Alice in Wonderland, Chicago e Memorie di una Geisha) si è ispirata proprio al Bosco, infatti molti abiti indossati dai protagonisti incorporano una superficie che ricorda, in qualche modo, il legno. Per esempio, il costume della Strega, indossato da Meryl Streep, è stato realizzato con piccoli pezzi di cuoio dall’aspetto simile a una corteccia piena di crepe e chiffon. Questi pezzi sono stati poi montati su un tessuto a rete per rendere più semplici i movimenti del personaggio.
 
 
Nel cast tecnico, numerosi vincitori di premi Oscar e Emmy come il direttore della fotografia Dion Beebe; lo scenografo Dennis Gassner; il montatore Wyatt Smith; Peter Swords King, responsabile del trucco e delle acconciature; il produttore musicale Mike Higham; i supervisori musical Paul Gemignani e Mike Higham, e Matt Johnson, supervisore degli effetti visivi.
 
Le musiche sono composte da Steven Sondheim, autore anche del musical originale sul quale è basato il film.