Newsletter 7/12/2007

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

 

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

IL FILM DELLA  SETTIMANA

“Paranoid Park”, di Gus Van Sant

Dal romanzo di Blake Nelson, altra escursione del cineasta statunitense nel cuore di un universo giovanile fremente e malato, dove la sperimentazione visiva e sonora si accompagna ancora a una discesa negli inferi vertiginosa ma, al tempo stesso, malinconica e romantica che recupera le ‘affinità sentimentali’ di Drugstore Cowboy e Belli e dannati

GLI ARTICOLI PRINCIPALI

 
Arcand realizza il suo film più interessante, una ‘commedia umana’ sospesa tra cinema dell’alienazione e genere fantastico, un’opera dalla doppia realtà di ‘un uomo senza storia’ in cui, rispetto a “Le invasioni barbariche”, è più sincera e umana e che puà contare anche su quell’impassibilità stralunata del protagonista Marc Labrèche. Presentato fuori concorso al 60° Festival di Cannes
 
FESTIVAL DI CINEMA – A Torino il cinema esce perdente

"Magari Torino credeva di avere la ricetta perfetta per un invitante festival cinematografico, ma Agnès Poirier teme che la vera qualità si sia persa nell’impasto." Mentre la stampa italiana, dopo anni di copertura limitata, è finalmente "arrivata" al Torino Film Festival, non per un'improvvisa passione per i film ma per seguire il "personaggio" Moretti, da quella internazionale i commenti non sono sempre entusiasti e riverenti (o ipocriti) come quelli nostrani. Come questo, secco e duro, di Agnes Poirier pubblicato giorni fa sul quotidiano The Guardian. Forse anche Nanni Moretti apprezzerà una stampa ancora libera, capace ancora di pensare con la propria testa e non ossequiosa e servile alla politica… E saprà accettare (sopportare?) le critiche anche se il Festival è stato, nei numeri e non solo, un vero successo.

 
“Irina Palm – Il talento di una donna inglese”, di Sam Garbaski

Il marchio della povertà: l’arenaria rossa, le red lights. Irina Palm si riavvolge continuamente su se stesso nel ciclo della produzione, ha il pregio di fermarsi all’impalpabilità dei sentimenti. Nessuna deviazione, nessuna fuoriuscita emotiva in questo film a tratti divertente, mai votato alla riflessione, sempre diligente sui binari di una narrazione programmata. Presentato nella sezione Anteprime al Festival di Torino

 
SPECIALE DARIO ARGENTO – Quello che l'occhio non vede: "Il cartaio"

il cartaioIl cinema di Dario Argento ri-comincia dalla rete, da internet, dalle chat: Il cartaio è un lavoro sul materiale e sull’immateriale, sui corpi e sui luoghi fisicamente esistenti, pregni di tensione e conflitti, e su altri corpi e altri luoghi che si fanno immagine al di là di una finestra sullo schermo del computer, da dove si (intra)vedono le ragazze imbavagliate e uccise, gesto, quest’ultimo, sempre negato alla visione. Leggi tutti gli articoli dello speciale

 
I FILM IN SALA – Le novità al cinema dal 7 dicembre

In uscita questa settimana Paranoid Park di Gus Van Sant, Irina Palm di Sam Garbarsi, Come d'incanto di Kevin Lima, Hitman – L'assassino di Xavier Gens, L'età barbarica di Denys Arcand, Triplice Inganno di Jerome Cornuau

 
HORROR & SF – "The Ferryman": tutti devono pagare

Girato interamente in mare, e ispirato al mito del traghettatore Caronte, che trasportava le anime dei defunti, il neozelandese The Ferryman affonda nelle nebbie di acque torbide e misteriose, e nell’istinto di sopraffazione dell’animo umano. E’ ora di pagare i propri debiti, e di affrontare un orrore che da tempo attende la sua ricompensa.

 
SecretOMBRE ELETTRICHE – Nascosto nel cuore: “Secret” di Jay Chou

Il debutto alla regia della popstar Jay Chou è un mélo che indaga sui sentimenti di un giovane ma geniale pianista. Le dolci melodie fanno da contrappunto emotivo ai palpiti adolescenziali tipici del cinema taiwanese. Buoni gli incassi, per l’unico titolo capace di tener testa ai giganti americani al box office asiatico estivo.

 
LIBRI DI CINEMA – “Orson Welles. It’s all true”, a cura di Mark W. Estrin

Interviste, profili e conferenze stampa aiutano a ritrarre lo sviluppo di quel personaggio pubblico controverso ed irriverente, ma anche a delineare una personalità molto più complessa di quella aneddotica che ha dato corpo alla sua leggenda (Minimum fax)

 
“Fred Claus – Un fratello sotto l’albero”, di David Dobkin

Film sprecato proprio per il suo voler accontentare tutti, adulti e bambini, Fred Claus perde le potenzialità dell’idea di base, il conflitto tra i due fratelli Claus, per il poco coraggio del regista David Dobkin che non sembra avere nessuna intenzione di uscire dal tracciato della commedia per famiglie

 
Nella valle della paura. Il cinema di Paul Haggis tra disincanto e consapevolezza.

Dalla creazione di Walker Texas Ranger e l’esordio dietro la macchina da presa con il rock-movie Red Hot all’affermazione come sceneggiatore con Million Dollar Baby e come regista con Crash e Nella valle di Elah: il regista, che si è imposto a circa 50 anni, è oggi una delle figure più interessanti dell’attuale panorama statunitense. La paura, la colpa, l’angoscia individuale diventano anche quelle del proprio Paese

 
philippe_garrel_enfant_secretVIDEO DEL GIORNO – Il cuore del cinema: Philippe Garrel

Per la prima volta a Roma viene presentata una retrospettiva completa di Philippe Garrel, l’unico vero erede della Nouvelle Vague. L’autore stesso ha selezionato i titoli escludendo solo alcuni film degli anni Settanta che non intende più mostrare. Al Filmstudio 2 dal 7 al 27 dicembre 2007 una rassegna imperdibile!

 
4_mesi_3_settimane_e_2_giorniLETTE E… RIVISTE – Un’altra giovinezza: Il nuovo cinema rumeno

In un clima di linciaggi ed espulsioni, successivi ai recenti fatti criminosi avvenuti nella capitale, l’articolo apparso su epd-Film di novembre prova ad arginare il fiume di polemiche piovute sulla nazione neo-europea, riflettendo sul fenomeno della “nuova ondata rumena”. Come araba fenice il cinema di Romania resuscita dalle sue stesse ceneri, grazie alla caparbietà dei “bambini di dicembre”. Lontani dalla ricerca di un “Dogma” collettivo, la generazione di Cristian Mungiu si affaccia vittoriosa alle porte di Cannes

 

il segreto di una donnaDVD – “Il segreto di una donna”, di Otto Preminger

Preminger disegna il cammino di una donna, Ann Sutton, smarrita nell’insicurezza e nel disorientamento psichico. Gene Tierney è la vittima che, scivolando dal controllo di un uomo a quello di un altro, attraversa la sua esistenza come una presenza alienata, come un’ombra allucinata e sospesa nella sua passività. In dvd da Flamingo Video e Teodora Film

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GLI APPUNTAMENTI DI SENTIERI SELVAGGI

LUNEDI 10 DICEMBRE

STORIE DEL CINEMA (al Detour, via Urbana 47/a, Roma)

La fabbrica. produzione e distruzione delle immagini tra luogo e utopia

ore 20.15 Lezione di DANIELE DOTTORINI

La fabbrica, luogo utopico e, al tempo stesso, terribilmente reale, ha attraversato e segnato la storia del Novecento, simbolo di una trasformazione radicale del lavoro e della vita. La fabbrica, come il cinema, è stato il luogo di esaltazione della massa e della tecnica, della serie e della velocità, della collettività e della solitudine; come il cinema, è stato uno dei più potenti dispositivi di elaborazione di un immaginario; come il cinema, ha messo in crisi e sue forme e la sua centralità, riuscendo però spesso a rinascere dalle sue stesse macerie, come nuovo luogo e nuova immagine.

Ore 21.30 FILM: I TRASGRESSORI di Walter Hill

 


 MARTEDI 11 DICEMBRE

Cinematographers la Fotografia diventa Cinema (al Makenoise, via Assisi 113, Roma)

(1991) JFK: Robert Richardson e il mix di negativi e stili nel cinema di Oliver Stone

ore 20.30 lezione di ENRICO SPARTI

Robert Richardson

  GIOVEDI 20 – VENERDI 21 – SABATO 22 DICEMBRE 

I DUE VOLTI DELLA PAURA

Scrivere di cinema tra horror e thriller (al Detour, via Urbana 47/a, Roma)

L'aldilà

3 giornate di lezioni, incontri e film con DEMETRIO SALVI e DARDANO SACCHETTI

Demetrio Salvi e Dardano Sacchetti

 

(sceneggiatore di film come ILGATTO A NOVE CODE di Dario Argento, REAZIONE A CATENA di Mario Bava, MARK IL POLIZIOTTO di Stelvio Massi, IL TRUCIDO E LO SBIRRO di Umberto Lenzi, SETTE NOTE IN NERO di Lucio Fulci)

in collaborazione con

Quota iscrizione (lezioni, presentazioni, film)  Per tutti: € 195,00  Per gli allievi di Sentieri selvaggi: € 140,00.

PER ISCRIVERSI CLICCA QUI

 

 

E'  DI NUOVO DISPONIBILE (ristampa)
 

SCRIVERE E GIRARE UN CORTOMETRAGGIO 

manuale per filmmakers

Dalla Scuola di Cinema Sentieri selvaggi il primo manuale completo per i filmmakers redatto dal docente del corso di regia.

 

 

 

LIBRI DI CINEMA – VIDEO DIGITALE – LA RIPRESA di Gabriele Coassin

 

 

Il cinema vi piace? Nella sua semplicità, questa domanda è essenziale per andare avanti. Perché presentare un testo come quello di Gabriele Coassin è terribilmente facile e, al contempo, incredibilmente difficile. Facile perché basta il titolo a convincere gli interessati, difficile perché il target di riferimento può essere incredibilmente più ampio, più abbondante, più variegato. Ed è soprattutto questa l’eventualità che ci piace accarezzare. Edizioni Apogeo.

 

LIBRI DI CINEMA – "Lavorare sul set" di Benedetta Dalai

Uno squarcio su professionalità poco conosciute e, al contempo, fondamentali della macchina cinema: protagonisti di questo libro sono i macchinisti, gli attrezzisti, gli elettricisti e tutti i tecnici che, ogni giorno, permettono al nostro cinema di esistere. DIno Audino Editore.

 

 


 AMICI SPONSOR

Taranto Film Festivalpremio camillo marino

Le relazioni pericolose

 LE NEWS

7/12/2007 – Il nostro mondo raccontato dai cortometraggi

Concluso il Festival internazionale 'Lo sguardo bifronte'
Soprattutto agli schermi widescreen…
Il documentario di Michele Rossi e Alessandro Mellara da domani al Cinema Lumiere
Professore, critico, scrittore, ma anche regista
Torino Film Festival, progetti per la prossima edizione
Le vie della recherche in Francia
Da oggi Benigni su Rai Uno con la Divina Commedia
Con “Popcorn”, uno spettacolo intrecciato al cinema degli anni Trenta e Quaranta
Un contributo sull'influenza esercitata dal grande artista
Protagonisti nelle principali rassegne nazionali
Il Laceno d’Oro ad Avellino: premio alla carriera a Marco Bellocchio
Ma quando uscirà in Italia il film su Ian Curtis dei Joy Division?
Trionfano De Oliveira, Resnais, Mungiu, Tornatore
Nuova uscita per la rivista di animazione e cultura giapponese
L’interprete di Le amiche e Un maledetto imbroglio aveva 82 anni
"Californication è una nostra invenzione"    
Due nuovi vincitori alla Cineteca Jugoslava
Scaricabile la seconda puntata di 'Onde Selvagge'
Miglior film GARAGE di Lenny Abrahamson
Cuori del regista francese scelto dai critici della Fipresci
Una delegazione di produttori cinematografici italiani partecipa all'Asia Media Festival di Singapore