VENEZIA 67 – Black Swan di Aronofsky film di apertura

Con Natalie Portman, Vincent Cassel, Mila Kunis e Winona Ryder

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Vincent Cassel e Natalie Portman sul set di BLACK SWAN di Darren AronofskyDopo la comunicazione dei film di apertura e chiusura di Orizzonti viene annunciato anche il film di inaugurazione: sarà il nuovo thriller di Darren Aronofsky ad aprire la 67° Mostra del Cinema di Venezia. Il film è interpretato da Natalie Portman (New York I Love You, Brothers, Hesher) nei panni di una ballerina newyorkese, Nina; Mila Kunis (Codice Genesi) è Lily, un'altra ballerina, qualcosa di più che una rivale: forse un'apparizione, una sorta di doppio che rappresenta ciò che Nina non riesce ad essere nella vita – magari meno eccellente nella danza ma più spontanea, meno controllata. Secondo i presenti a un primo screening test di Los Angeles si tratterebbe della migliore interpretazione di tutta la carriera della Portman.

----------------------------
15 BORSE DI STUDIO DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI - NUOVA SCADENZA: 29 settembre!

----------------------------


Il quinto lungometraggio di Aronofsky dopo Pi, Requiem for a dream, The Fountain e The Wrestler (che proprio a Venezia nel 2008 gli ha regalato il il Leone d'oro) vede nel cast anche Vincent Cassel (L'istinto di morte, L'ora della fuga, The Monk, A Dangerous Method) nei panni del regista di uno spettacolo, personaggio "amichevole ma sinistro", Barbara Hershey (Ritratto di Signora) nei panni della madre della protagonista e Winona Ryder (The Informers, The Private Lives of Pippa Lee, Star Trek) nei panni di un'amica di Nina, anche lei ballerina, ma al termine della sua carriera.

----------------------------
SCUOLA DI SCENEGGIATURA: LA SPECIALIZZAZIONE

----------------------------

La fotografia, come sempre per Aronofsky, è dell'ottimo Matthew Libatique. Lo script era stato affidato a  John McLaughlin, poi rivisto da Mark Heyman in collaborazione con Andres Heinz, prodotto dalla Protozoa Pictures di Aronofsky e distribuito da Foxsearchlight e Cross Creek. Già prima dell'inizio della lavorazione si parlava di una storia affine a The Others di Amenábar, comunque basata sull'irruzione del soprannaturale nel mondo del balletto classico. (m.p.)


--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative